Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Napoli - De Laurentiis:« Allenatore arriva entro fine Giugno. Giuntoli? Ha un contratto con noi fino al 2024. Il mercato?...»

Durante la presentazione presso Palazzo Petrucci del ritiro in Abruzzo il presidente De Laurentiis ha parlato anche di alcuni argomenti caldi come il discorso allenatore, direttore sportivo e il mercato.

tempo di lettura: 4 min
di Aurora Levati
08/06/2023 20:07:01

Il Napoli sarà in ritiro prima a Dimaro e poi a Castel di Sangro. Durante la presentazione presso Palazzo Petrucci del ritiro in Abruzzo, che sarà dal 28 luglio al 12 agosto, il presidente De Laurentiis ha parlato anche di alcuni argomenti caldi come il discorso allenatore, direttore sportivo e il mercato.

«Chi sarà l'allenatore della prossima stagione? Vedremo. Da stamattina mi sono iniziato a impegnare, i nomi da 20 sono diventati 42. Verificare la disponibilità, se adatti al 4-3-3. C'è bisogno di tempo, serve capire il carattere, se sono culturalmente immettibili in una cultura partenopea. Sono delle interviste che non si possono risolvere in poco tempo. Poi devi dare la possibilità alla controparte di non accettare, devono capire cosa stanno negoziando. Quando arriverà il nuovo tecnico? Non mi pongo mai delle date lavorando con una logica imprenditoriale. Può scattare o non scattare una chimica. Prima potrò decidere, più sarò soddisfatto per essere operativo sul piano degli orali prima che degli scritti durante i ritiri. Se vogliamo essere logici, i contratti da noi si fanno seriamente, poi prendono tempo perché non tutti sono abituati ad essere rappresentati da avvocati che ragionano come noi. Oggi è 7 giugno, vogliamo dire che il tempo limite massimo sarà il 27 giugno per il nuovo allenatore. Se ho un allenatore pronto il 27 giugno ho 16 giorni per calibrare l'organizzazione come si deve muovere. «Con gli allenatori che sono stati sulla panchina del Napoli ho un rapporto amicale e corrente. Non farei del bene a nessuno che è già stato a farlo ritornare. Però mai dire mai. Stasera vedrò Fiorentina-West Ham, non tanto perché sia interessato a Italiano. A Italiano ho fatto i complimenti salutandolo nello spogliatoio e irritando qualcun altro quando ci ha battuto con lo Spezia. È un bravissimo allenatore ma è impegnato con la Fiorentina e non credo sia bello rompere gli equilibri ad un club di amici. Se Italiano dovesse decidere lui di rompere gli equilibri con il club allora lo prenderei in considerazione. Io però non l'ho messo nella lista dei 40, però lui ha un altro anno più opzione. Chi ha una penale? Non ho la minima intenzione di pagare».

Gli è stato chiesto poi del futuro del ds Giuntoli. «Ha un contratto con noi fino al 30 giugno 2024. Quindi non vedo il motivo della domanda.»

Infine, ha parlato del mercato. « Non vendiamo nessun calciatore, semmai integreremo qualcun altro. Lo scorso anno abbiamo inaugurato un ciclo. E, mi auguro che durerà tanti anni. Dobbiamo rafforzarci in Europa perché non mi ha dato molto fastidio la partita di Champions a Milano o a Napoli, ha dato fastidio la partita di campionato giocata pochi giorni prima e persa malamente. Mi ha sconcertato perché non puoi essere il Napoli che fa quel tipo di campionato contro una squadra abbordabilissima fatta fuori dall'Inter. Ripeto, non è la doppia sconfitta Champions, perché ci possono essere state sviste arbitrali, del VAR e un rigore sbagliato. Però la partita di campionato mi ha sconvolto, ho pensato non fosse la nostra squadra. Nel mondo del calcio ci si abitua a dire 'Ci può stare'. Ma che ci può stare? Non ci deve e non ci può stare. Sto ancora ripensando a quella bruttissima serata, forse la peggiore vissuta negli ultimi 18 anni. Ci sono rimasto male per la squadra, per l'allenatore, per i tifosi, per noi. Non puoi arrivare a un appuntamento così importante e perdere 4-0. Non mi fa piacere vedere uno stadio che si svuota. Ho visto partite internazionali dove a un certo punto di fronte a una vittoria di un torneo tutta l'altra parte dello stadio si è svuotata. Non si fa così, non è sportivo. Io l'ho fatto a Pechino rifiutandomi di partecipare ma lì l'hanno fatta grossa. Spero di aver iniziato un ciclo e mi batterò con tutte le mie forze per far sì che questo si possa ripetere. Poi è da vedere quanto si rinforzano gli altri. Non dimentichiamoci che sono un assertore della battaglia contro la FIFA che se ne lava le mani per la Coppa d'Africa. Ho sempre detto che se vogliono farla non possono togliermi 3-4 giocatori fondamentali durante il campionato. Su questo c'è ancora molto da lavorare con la FIFA, con la UEFA.»

Video
play button

Castellammare - Eleganza e Stile: Aperitivo Esclusivo alla Jasper Boutique con Paolo Ciavarro

Oggi siamo stati a Castellammare di Stabia, per un evento all'insegna dell'eleganza e dello stile. Da Jasper Boutique, si è svolto un esclusivo aperitivo con un ospite d'eccezione: Paolo Ciavarro, testimonial della rinomata azienda internazionale Luigi Bianchi. Quest'anno, vi è stato un ritorno all'abito chiaro e al matrimonio più easy, con tessuti freschi e non troppo ricamati, ideali per chi cerca un'eleganza sobria e moderna. Come ci spiegano Rino ed Elena Galasso.

19/06/2024
share
play button

Castellammare - Vicinanza si insedia, a Palazzo Farnese la proclamazione degli eletti

14/06/2024
share
play button

Castellammare - Sport e inclusione sociale, Elefante: «Basta polemiche, parliamo del futuro»

05/06/2024
share
play button

Castellammare - Processione del Corpus Domini

02/06/2024
share
Tutti i video >
Napoli Calcio







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici