Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Napoli-Frosinone 2-2. Non bastano Politano e Osimhen: Cheddira spegne l'obiettivo Champions

Napoli a tratti svogliato. Di Francesco ne approfitta, e porta a casa un punto prezioso in chiave salvezza.

tempo di lettura: 5 min
di Giovanni Minieri
14/04/2024 14:38:24

Dopo il roboante successo di Monza, il Napoli di mister Calzona ha la possibilità di proseguire lungo il trend positivo ospitando il Frosinone, per vendicare la sconfitta agli ottavi di Coppa Italia in una notte dicembrina stregata al Maradona.

Tre i cambi rispetto a 7 giorni. Due sono obbligati, con Ostigard per Juan Jesus e Mario Rui in luogo di Olivera a causa di acciacchi fisici. Politano si riappropria della corsia alta destra, dopo essere subentrato con gol da cineteca in terra brianzola.

Attimi di suspense in avvio di gara quando Osimhen, lanciato in profondità da Politano, resta a terra dopo uno scontro con Turati. Per fortuna tutto rientra nel giro di pochi istanti, con l’attaccante nigeriano che torna sul rettangolo verde tra gli applausi del pubblico partenopeo. Al 6’ Kvaratskhelia si guadagna una fragorosa ovazione, lottando in ripiegamento difensivo tra Zortea e Soule, ed uscendo di forza vincitore in ogni contrasto. Pochi giri di lancette più tardi, Kvara si fa vedere con un collo esterno dal limite dell’area, che si perde di poco largo alla sinistra del portiere. Non c’è un attimo di sosta: Anguissa ringhia a centrocampo e lancia un volitivo Politano, abile a cercare subito Kvara anticipato di testa da Okoli. Al 14’ è ancora super-Kvara: irresisitibile azione personale del georgiano che semina il terrore nella difesa frusinate, verticalizzazione per Osimhen, con l’attaccante azzurro a sparare su Turati in uscita disperata. Preme il Napoli: spiovente di Di Lorenzo per Osimhen, ma Romagnoli è attento e sventa la minaccia. È il preludio al vantaggio azzurro: Politano si mette in proprio, converge da destra verso il centro, e pennella un mancino chirurgico che si infila all’angolino dove l’estremo difensore ospite non può arrivare. Soule prova ad imitare Politano ma la mira è imprecisa, quindi su lancio di Meret, Osimhen si libera di forza di Romagnoli e s’invola verso la porta. Sembra fatta, ma il centravanti partenopeo trova di nuovo davanti a sé un Turati in giornata di grazia. Al 24’ Kvara ci prova d’istinto dalla distanza senza successo, poi Ostigard chiude con sicurezza su Cheddira evitando problemi. Occasione d’oro per la squadra ospite al minuto 28: Zorta cerca la torre di Mazzitelli, che trova lo spazio per Cheddira, steso da Rrahmani. Solare il calcio di rigore, ma Meret non vuol saperne di capitolare, e si distende alla propria sinistra bloccato il tiro dagli 11 metri di Soule. Al 33’ Di Lorenzo in proiezione offensiva crossa di destro trovando il muro della difesa frusinate, ci riprova col sinistro, e Zielinski sfiora il raddoppio con un’inzuccata che fa la barba al palo. Al 36’ Soule gode di troppa libertà sul centro-destra, palla dietro per Mazzitelli, ma c’è Meret in versione saracinesca a dirgli di no. Al 42’ azione a tutta velocità sull’asse Politano-Osimhen-Zielinski, con il centrocampista polacco che elude la marcatura di Okoli, ma trova in Turati un ostacolo insormontabile.

All’uscita dagli spogliatoi grande acume di Anguissa che serve un cioccolatino a Osimhen sul filo del fuorigioco: scavetto del bomber azzurro sull’uscita di Turati, ma interviene Romagnoli a spazzar via prima che la palla attraversi la linea bianca. Al 50’ il Frosinone, con un pizzico di fortuna, trova la rete del pareggio. Soule va in contrasto sul rinvio di Meret, la palla finisce nei radar di Cheddira che non può esimersi dal depositare in rete. La replica del Napoli, ferito nell’orgoglio, è immediata: Di Lorenzo, tacco di Zielinski per Kvaratskhelia, e bordata sul georgiano sull’esterno della rete. Al 62’ Kvara dalla distanza testa i riflessi di Turati, ma è soltanto l’antipasto del 2-1 per la squadra campione d’Italia in carica. Corner dalla sinistra di Zielinski, allontana Brescianini, il tentativo di Kvara in controbalzo diventa un assist d’oro per Osimhen. Il fuoriclasse nigeriano, tenuto in gioco da un distratto Okoli, infila Turati da pochi passi e può esultare finalmente esultare in segno di liberazione. Il Frosinone non molla, e Ostigard sale in cattedra immolandosi su Cheddira. Al 73’, come un fulmine a ciel sereno, giunge il pareggio della squadra frusinate. Zortea gode di troppa libera lungo l’out detro, parabola verso l’area piccola con Cheddira che salta indisturbato per mettere detro il 2-2. Kvaratskhelia non vuol saperne di mollare, ed instaura un duello personale con Turati, cinto sempre dal portiere gialloblù. Calzona si affida alle forze fresce: dentro prima Cajuste e Raspadori, poi Simeone per Anguissa per una squadra sempre più a trazione anteriore. In pieno recupero ghiottissima chance per gli azzurri: Osimhen premia la sovrapposizione di Di Lorenzo, ma il capitano anziché calciare verso la porta da ottima posizione, preferisce il passaggio verso il centro, che è preda della coppia centrale frusinate. Nei secondi finali, Mario Rui è costretto a vedersi sventolare in faccia il secondo cartellino giallo, per evitare una pericolosa ripartenza del Frosinone. Al triplice fischio finale, la squadra esce tra i fischi per una prestazione non all’altezza degli obiettivi ancora da raggiungere.

NAPOLI – FROSINONE 2-2

Reti: 16’ pt Politano (N), 5’ st Cheddira (F), 18’ st Osimhen (N), 28’ st Cheddira (F)

NAPOLI (4-3-3) Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Ostigard, Mario Rui; Anguissa (40’ st Simeone), Lobotka, Zielinski (32’ st Cajuste); Politano (32’ st Raspadori), Osimhen, Kvaratskhelia. All: F. Calzona

FROSINONE (3-4-2-1) Turati; Lirola, Romagnoli, Okoli; Zortea (45’+5 st Lusuardi), Barrenechea, Mazzitelli (45’+5 st Gelli) , Valeri; Soule (33’ st Seck), Brescianini (33’ st Reinier); Cheddira. All: E. Di Francesco

Arbitro: Michael Fabbri della Sezione AIA di Ravenna

Note: Al 30’ pt Soule (F) sbaglia un calcio di rigore. Espulso: Mario Rui (N) al 45’+8 st per doppia ammonizione. Ammoniti: Rrahmani (N), Okoli (F). Corner: 6-2. Recupero: 3’ pt, 9’ st.

Video
play button

Pompei - Scavi, scoperti disegni di gladiatori fatti da bambini prima dell'eruzione del Vesuvio

In una stanza dello stesso isolato nuovi dipinti mitologici. Sul portone d’ingresso della casa due vittime dell’eruzione.

28/05/2024
share
play button

Castellammare - Evento 'Garden Stabiae Green' in ricordo di Nadio De Rosa

26/05/2024
share
play button

Castellammare - Tajani: «Mario l'uomo della partecipazione»

25/05/2024
share
play button

Castellammare - Catello Parmentola, giovane stabiese in campo. Ecco il suo programma

24/05/2024
share
Tutti i video >
Napoli Calcio







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici