domenica 13 ottobre 2019 - Aggiornato alle 17:34
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Politica & Lavoro

Pompei - Progetto Eav, il Comune chiede all'azienda di sospendere la realizzazione di tre sottopassi


L'annuncio, formalizzato proprio in queste ore, prevede che le opere relative ai sottopassi non vengano per il momento eseguite.

pavidas

Quella che in queste settimane a Pompei aveva quasi assunto le dimensioni di una rivolta popolare al grido di «No ai sottopassi», fa segnare una prima grande svolta nell'ambito del progetto Eav mirato a modificare la viabilità cittadina. Martedì l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Pietro Amitrano, di concerto con gli uffici tecnici che da mesi stanno lavorando alla revisione dell'opera di compatibilizzazione urbana della linea ferroviaria, hanno comunicato di aver fatto proprie le istanze della città, e dei comitati cittadini.

L'annuncio, formalizzato proprio in queste ore, prevede che le opere relative ai sottopassi non vengano per il momento eseguite. Con un documento a firma del primo cittadino e del dirigente del VI settore Gianfranco Marino, l'Ente mariano ha chiesto ufficialmente all'Eav di sospendere in questa fase le opere relative al sottopasso pedonale del Santuario, quello carrabile e pedonale di via Parroco Federico e quello pedonale di via Crapolla II. Si ritiene comunque indispensabile eseguire il sottopasso di via Scacciapensieri, essenziale per il nuovo collegamento con la viabilità di progetto.

Un'importante passo avanti per i comitati cittadini, che proprio per stamattina avevano organizzato per una corteo allo scopo di manifestare alle 11 in piazza Bartolo Longo. Dal canto proprio la classe dirigente ha mostrato grande sensibilità nell'aver fatto proprie le indicazioni e le volontà della comunità, riuscendo comunque ad ottenere gli interventi infrastrutturali presentati dall'Eav a supporto dell'intero progetto.

Il nuovo piano di viabilità per la Pompei del domani avrà comunque come priorità l'intervento sulla nuova Cappella della casa di riposo Carmine Borrelli, oltre alla riqualificazione di via Nolana e il parcheggio multipiano di via Fucci. Un colpo al cerchio e uno alla botte per chiudere la conferenza dei servizi dopo mesi di lavoro. Il volto di Pompei dovrebbe dunque mutare senza forzature, ma soprattutto tenendo conto delle indicazioni dei residenti pur senza rinunciare ai benefici del progetto, come la riqualificazione della rete fognaria e della viabilità di via Nolana.

Di seguito il testo integrale della missiva partita da palazzo De Fusco e indirizzata ai vertici dell'Ente Autonomo Volturno:

«Spett.le Eav
Consorzio Ferroviario Vesuviano
Alla c. att.ne del Rup ing. Fiorentino Borrello
enteautonomovolturno@legalmail.it
e p.c. All'Ente Autonomo Volturno srl
protocollo.gen@pec.eavsrl.it
Pompei lì, 09.07.2019

Oggetto: progetto di compatibilizzazione urbana della linea ferroviaria del Comune di Pompei - Parere conferenza dei servizi decisoria

Con riferimento alla conferenza dei servizi decisoria indetta per il giorno 12 luglio 2019 ad oggetto 'Linea Circumvesuviana tratta Torre Annunziata-Pompei. Interventi di compatibilizzazione urbana della linea ferroviaria nel Comune di Pompei - Progetto definitivo', l'Amministrazione comunale di Pompei, prende atto delle revisioni apportate al progetto definitivo, così come integrato con lettera EAV0013442 del 31/05/2019 ed esprime parere favorevole alla sua approvazione con le seguenti modifiche.

-Al capo 3 e 9.7 (cfr. pag. 24-25-26 e 70) della Relazione Generale:
1. La casa di riposo 'Borrelli' conserverà la destinazione d’uso attuale;
2. Per la sistemazione della piazza del Santuario l'Eav si atterrà alle prescrizioni che l'Amministrazione ha già indicato e verbalizzato;
3.


L'area individuata al foglio 7 part. 471 e 474, che la Delegazione Pontificia ha dichiarato di cedere a favore dell'Eav e sulla quale verrà costruita anche una Cappella, ad intervento ultimato, dovrà essere ceduta complessivamente al Comune;
4. Allargamento del passaggio a raso pedonale di via Nolana da utilizzare esclusivamente in caso di emergenze (cfr. schema grafico allegato).

Premesso che a seguito dei vari incontri tenutosi con i Comitati e Funzionari Regionali e alla convocazione della seduta conclusiva della Conferenza dei Servizi, è emerso quanto segue:
- Il collegamento tra Nord e Sud della città attraverso i sottopassi, come noto, non è ritenuto un sistema sicuro da una parte della cittadinanza;
- A seguito di ulteriori approfondimenti richiesti da alcuni Comitati costituitosi sul territorio per riprendere il progetto di interramento della linea, si è verificato con Eav e gli uffici Regionali l'impossibilità di riprendere tale soluzione;
- Il progetto Eav approvato in fase preliminare e confermato con il progetto definitivo prevede un importante riqualificazione dell'area Nord di Pompei con una nuova viabilità, arredi urbani, pista ciclabile, riqualificazione via Nolana compreso il sistema fognario, accesso diretto alla stazione Pompei Santuario;
- L'Eav e i Funzionari della Regione Campania, anche a seguito della richiesta di questa Amministrazione, stanno valutando la possibilità di rimodulare il trasporto Ferroviario tra Pompei-Poggiomarino-Sarno prevedendo l'attestazione dei treni vesuviana provenienti da Napoli a Pompei e una nuova Linea di metropolitana leggera superficiale da Pompei a Poggiomarino-Sarno posizionata nell'attuale sede Ferroviaria;
- Con tale ipotesi la ricucitura tra Nord e Sud è assicurata in continuità perché nel tratto della metropolitana leggera non ci sarebbero né barriere né passaggi a livello ma solo attraversamenti viari e pedonali.

Per tali motivi, accertato che l'Amministrazione comunale ha il principale interesse di migliorare la città, la vita dei suoi cittadini e, sempre meglio presentarsi ai tanti turisti internazionali, ritenendo quindi indispensabile cogliere questa importante opportunità di investimenti da parte della Regione Campania, chiede di sospendere l'esecuzione di tutte le opere che risulterebbero in conflitto e/o superate dal futuro progetto della metropolitana leggera, tratta Pompei-Scafati-Poggiomarino-Sarno, per un tempo massimo di mesi diciotto decorrenti dalla data di inizio dei lavori.

Trascorso infruttuosamente detto termine si procederà secondo le previsioni del progetto sopra approvato. In particolare, dovranno essere sospese/non eseguite, in questa fase, le seguenti opere:
- Sottopasso pedonale Santuario;
- Sottopasso carrabile e pedonale via Parroco Federico;
- Sottopasso pedonale via Crapolla II.

Si ritiene indispensabile eseguire il sottopasso di via Scacciapensieri essenziale per il nuovo collegamento con la viabilità di progetto, ed inoltre, ribadendo quanto già definito nei precedenti incontri, il cronoprogramma/Gantt, dovrà necessariamente avere quali priorità le seguenti opere:
Intervento sull'edificio 'Casa Borrelli' e nuova Cappella;
Riqualificazione di via Nolana;
Parcheggio multipiano di via Fucci.

Tanto dovuto per consentire una favorevole conclusione della conferenza.

Il dirigente arch. Gianfranco Marino
Il Sindaco Pietro Amitrano».



Pompei - Progetto Eav, il Comune chiede all'azienda di sospendere la realizzazione di tre sottopassi

giovedì 11 luglio 2019 - 08:44 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO