Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Napoli - Sarà il Granada l'avversario nei sedicesimi di Europa League

Gli andalusi sono alla prima, storica partecipazione europea. Yangel Herrera la stellina, in organico anche l'ex Roma Gonalons

tempo di lettura: 3 min
di Giovanni Minieri
14/12/2020 16:19:27

Foto: Pagina Granada Cf

Tornerà nuovamente in Spagna il Napoli di Gattuso, che dopo la doppia sfida alla Real Sociedad viaggerà in Andalusia per sfidare una matricola terribile del calcio iberico. L’urna di Nyon ha messo infatti l’insidioso Granada sulla strada degli azzurri verso la finale di Europa League in quel di Gdansk.
L’ascesa della squadra spagnola è a dir poco vertiginosa, visto che appena 15 anni fa era impegnato nelle sabbie mobili della Tercera Division (la nostra Serie D). Il 2009  rappresenta il punto di svolta: Gino Pozzo (già patron dell’Udinese) acquista la quota di maggioranza di un Granada in profonda crisi economica, ed in soli 2 anni la squadra centra una doppia promozione dalla Segunda B alla Primera División. Nel 2016 Pozzo vende il club al colosso cinese Desports. L’impatto della nuova proprietà non è dei più agevoli, visto che Il Granada conosce nuovamente l’onta della retrocessione in Segunda con ben 3 giornate d’anticipo. Tutto questo è soltanto il punto di partenza di una nuova era con il sodalizio  andaluso nuovamente protagonista: dopo 2 anni di purgatorio il Granada centra ancora la promozione in Primera con tante pagine di storia ancora da scrivere. Da neo-promossa, infatti, la squadra guidata da Diego Martinez conquista all’ultima giornata la prima, storica partecipazione europea rifilando un sonoro 4-0 all’Athletic Bilbao.

Il cammino del Granada in Liga è piuttosto positivo, visto che dopo 12 giornate occupa la 7° posizione con 18 punti, frutto di 5 successi, 3 pari e 4 sconfitte. Un risultato tutt’altro che scontato, visto che la stagione degli spagnoli è iniziata il 12 settembre con tantissime partite ravvicinate tra impegni domestici ed europei. Il Nuevo Estadio de Los Cármenes (pur senza il tradizionale apporto di un pubblico molto caloroso) è stato un valore aggiunto, con gli scalpi pesanti di Athletic e Siviglia portati via con carattere e personalità. Nell’ultimo turno il Granada ha conquistato 3 punti preziosi espugnando Elche con gol decisivo di Luis Suarez. Proprio l’attaccante classe ’97, con doppio passaporto spagnolo e colombiano, è il miglior realizzatore in campionato con 3 reti, in una cooperativa del gol che vede il Granada essere già andato a segno con ben 9 calciatori diversi.

La strada in Europa League è invece partita da molto lontano. Per conquistare la fase a gironi, il Granada ha dovuto affrontare e superare ben 3 turni preliminari ad eliminazione diretta contro Teuta (0-4), Lok. Tbilisi (2-0) e Malmoe (1-3 con reti di Machis, Puertas ed Herrera). Il girone E è stato una lotta continua punto a punto con il blasonato Psv Eindhoven (battuto 1-2 rimontando in trasferta), vinto poi dagli olandesi di una sola lunghezza nonostante la miglior difesa vantata dal Granada con sole 3 reti incassate in 6 gare. Gli andalusi non hanno mostrato alcun timore referenziale, mettendo alle proprie spalle una squadra esperta come il Paok Salonicco e i ciprioti dell'Omonia. 

Tanti sono gli elementi da tenere d’occhio all’interno della rosa di mister Diego Martinez, che è solito proporre un 4-1-4-1 con un pressing asfissiante a tutto campo. Il difensore centrale ex Real Madrid Jesús Vallejo, l’esterno alto Darwin Machís (ex Udinese), il centrocampista venezuelano Yangel Herrera in prestito dal Manchester City, l’attaccante sempreverde Roberto Soldado e l'esterno Kenedy. Da non sottovalutare il centrocampista francese Maxime Gonalons: un’annata in Serie A con la maglia della Roma da dimenticare, dopo essere stato al centro di infinite trattative tra i presidenti Aulas e De Laurentiis, quando il calciatore era tra i più promettenti atleti tra le fila del Lione.

 

Video
play button

Castellammare nella morsa del Covid-19. Come uscirne?

Ne parliamo con il sindaco Gaetano Cimmino, con il Coordinatore dell’unità pastorale del centro antico Don Luigi Milano, Roberto Elefante presidente PD, Johnny De Meo presidente Ascom, Fabiola Toricco dirigente scuola media Denza, Giuseppe Giordano segretario cittadino PD e Dott Coppola Antonio responsabile Covid Asl Na3 Sud.

15 ore fa
share
play button

Juve Stabia - Bari 0 a 2, le parole di mister Padalino e Mulè

15 ore fa
share
play button

Passione Gialloblù, XXII puntata. Con noi l'ex tecnico delle vespe Guido Carboni

02/03/2021
share
play button

Juve Stabia - Mister Padalino chiama i suoi all'attenzione: «Bari squadra ostica»

02/03/2021
share
Tutti i video >
Napoli Calcio







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici