Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Napoli - Il grande ex Pandev affonda gli azzurri, finisce 2-1 al Ferraris. Le Pagelle

Il turnover di Gattuso non funziona.Brutta sconfitta per Insigne e compagni.

tempo di lettura: 4 min
di Antonio Grimaldi
07/02/2021 08:55:51

Immagine di repertorio non associata alla notizia

Clamoroso quanto accaduto al Ferraris con il Genoa trionfante per 2-1 contro gli azzurri nel segno di Goran Pandev. Lozano e Politano non bastano: Napoli troppo confuso, impreciso e sprecone nonostante le statistiche pendano dal lato dei partenopei. Ben 66% di possesso palla sconclusionato, 9 calci d’angolo che – a parte il gol di Politano nato però da un errore genoano - non hanno portato a nulla e 26 tiri di cui 9 in porta sciupati. Il Napoli ha da recriminare anche dal lato della sfortuna, colpendo due legni.

Gattuso ritorna al collaudato 4-3-3, affidando nuovamente i pali ad Ospina, a protezione del colombiano sono schierati Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic e Mario Rui, a centrocampo Demme Elmas e Zielinski mentre in attacco Petagna è supportato dagli esterni a piede invertito Lozano e Politano.

La gara è sbloccata all’11 minuto quando Badelj, ringraziando per un errore in fase di uscita di Maksimovic, verticalizza per Pandev che insacca. Napoli che ha una grossa opportunità da palla inattiva, conclusa dall’incornata di Petagna sulla traversa. Il raddoppio del Grifone non tarda ad arrivare: dopo una ragnatela di passaggi il pallone arriva a Zajc che cede palla a Pandev, il macedone bravissimo a girarsi ed a insaccare, aiutandosi con il palo. Ad inizio secondo tempo spazio ad Osimhen ed Insigne (quest’ultimo autore di un palo sul momentaneo 2-0) per Zielinski e Petagna, mentre sul finale entrano Rrahmani per l’infortunato Manolas e Bakayoko per Demme. A dieci dalla fine il Napoli dimezza lo svantaggio con la rete di Matteo Politano sfruttando un errore di Portanova su sviluppo di corner. Nel finale gli azzurri attaccano a testa bassa senza trovare mai la via del gol.

Le pagelle

Ospina 6-: oltre ai due gol, sui quali è incolpevole, il colombiano amministra la costruzione di gioco, sbagliando qualche passaggio di troppo nel finale.

Di Lorenzo 6-: offre numerosi palloni ai compagni ma non è mai preciso né sui tiri né sui cross ma si rivela un fulcro del gioco.

Maksimovic 4.5: il serbo, in campo data la positività di Kalidou Koulibaly, gioca una partita disastrosa regalando il primo gol al Genoa. Nel resto dei 90’ è sempre incerto.

Manolas 5+: prestazione insufficiente per l’ex Roma, fra i colpevoli del 2-0. Il greco spesso è troppo frettoloso nel rilanciare, sbagliando troppi passaggi.

Mario Rui 5: il terzino è sempre saltato da Zappacosta ed in fase offensiva non ingrana: nel primo tempo tenta tre tiri, tutti nettamente fuori allo specchio della porta.

Demme 6-: guida il centrocampo azzurro e si propone spesso in fase offensiva, altrettanto spesso però è in ritardo negli interventi.

Elmas 5: dopo la buona prestazione con il Parma, il macedone fatica a dare qualità a centrocampo finendo nella gabbia del pressing avversario. Nel finale si divora il gol del pareggio, sparando alle stelle.

Zielinski 5.5: nel giorno della sua centocinquantesima partita con la maglia del Napoli, il capitano di giornata è pericoloso nel primo tempo, nel secondo subisce il ritmo rossoblu.

Politano 6+: buona prestazione per un onnipresente Politano, condita anche dal gol che illude gli azzurri.

Petagna 5.5: lotta su ogni pallone sporco, rifinendolo per i compagni, è sfortunato in quanto il suo tiro si infrange sulla traversa. Perde spesso il controllo, forse dato il suo troppo utilizzo.

Lozano 6: prestazione sufficiente per il messicano che si riconferma il più in forma degli azzurri. Ogni pallone messo in area è pericoloso e quasi ogni dribbling gli riesce. Nel primo tempo va anche vicinissimo al gol, negato solo da un ottimo Perin.

Subentrati

Insigne 5.5: il capitano entra per dare qualità alla squadra, non sempre ottenendola. Per il 24 è difficile creare spazi data la folta pressione.

Osimhen 5.5: pur non essendo ancora al top della forma, fornisce una prestazione modesta. Da sottolineare però anche la sua voglia di segnare: il 9 è sempre il primo a rincorrere il pallone uscito dal campo e spesso rientra in difesa.

Rrahmani 5.5: entra a venti minuti dalla fine, spesso impreciso in duelli aerei.

Bakayoko: SV.

 

Il tecnico

Gattuso 5.5: la formazione schierata al primo minuto ed i cambi effettuati sono soddisfacenti  di fatto il problema si pone in fase di costruzione con un Napoli privo di identità alla caccia di un episodio.-

Video
play button

Passione Giallobù, XXI Puntata. Special guest Danilo Rufini

L'analisi della vittoria della Juve Stabia al Lamberti di Cava dei Tirreni e il successivo pareggio interno con il Teramo. Con noi i giornalisti Domenico Ferraro (Il Gazzettino Vesuviano) e Vito Troilo (BisceglieViva). E, come sempre, daremo alcuni consigli per scommettere.

23/02/2021
share
play button

Castellammare - #Vespucci90, auguri al simbolo della Marina nel Paese e dell’Italia nel Mondo

23/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Teramo 1 a 1 - La conferenza stampa di Padalino e Borrelli

21/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Le parole di Padalino alla vigilia della gara contro il Teramo

20/02/2021
share
Tutti i video >


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici