Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Milan-Napoli 1-0. Mazzarri regala un tempo al Milan, che ne approfitta con il gol-vittoria di Theo

La squadra di Pioli ottiene un clean sheet che mancava dal 7 gennaio

tempo di lettura: 5 min
di Giovanni Minieri
11/02/2024 23:14:21

Foto: Ssc Napoli

Sfida stellare alla Scala del Calcio tra due squadre che attraversano un ottimo momento di forma. Il Milan, pur avendo subito ben 2 reti nelle ultime 3 gare, non conosce la sconfitta da ben 8 gare e cerca di insidiare la Juventus al secondo gradino del podio. Dall’altra parte c’è il Napoli, chiamato a rispondere al blitz esterno dell’Atalanta a Marassi, con tutta la voglia di rincorrere la zona-Champions forte di 7 punti raccolti nelle ultime 3 partite. Un Milan-Napoli che punta a spezzare gli equilibri e stabilire un nuovo rapporto di forza, visto gli ultimi 10 precedenti testimoniano 3 successi per parte e 4 pareggi.

Pioli conferma 10/11 della squadra vincente in extremis a Frosinone, con l’unico cambio forzato in mediana, con Bennacer che vince il ballottaggio con Musah per sostituire lo squalificato Reijnders. Mazzarri è orientato inizialmente a chiudersi a riccio, tornando al 3-5-1-1 che è stato sinonimo di noia e non gioco. Out Mario Rui per squalifica, il quinto di sinistra è Mazzocchi con capitan Di Lorenzo sul lato opposto. Si rivede Zielinski nella zona nevralgica del campo dopo gli acciacchi fisici, che va ad agire da mezzala con Anguisse, mentre Lobotka è l’inamovibile metronomo davanti alla difesa. In attacco il tecnico partenopeo rinuncia a Politano nonostante si esalti quando vede il diavolo con ben 5 reti già in cassaforte, e si affida a Kvaratskhelia alle spalle di uno scalpitante Simeone.

Dopo una prima fase di studio, il Napoli prova a farsi pericoloso con un progressione fulminea di Kvaratskhelia che manda al bar Gabbia, e mette in mezzo per Simeone abile ad anticipare Kjaer ma senza trovare lo specchio della porta. Poco dopo Zielinski lancia Simeone in ripartenza, ma il Cholito è indeciso tra servire Kvaratskhelia o Mazzocchi, permettendo così alla retroguardia rossonera di ricompattarsi senza correre rischi. Al 24’ brividi quando un’apertura sanguinosa in orizzontale di Juan Jesus trova Leao sulla traiettoria: lancio del portoghese troppo lungo per Pulisic, con Zielinski attentissimo in chiusura. Due giri di lancette più tardi i padroni di casa passano in vantaggio: Leao dialoga con Giroud, e poi va in verticale per lo scatto di Theo, che tutto solo fredda Gollini con un sinistro chirurgico. Ancora Milan con Leao dal vertice sinistro dell’area che impegna severamente l’estremo difensore partenopeo. Con la difesa a 5 il Napoli è sterile in fase offensiva e si consegna alla squadra di Pioli, che al termine di un’azione avvolgente si fa ancora insidiosa con una botta di Gabbia dalla distanza. Al 40’ Florenzi, subentrato all’infortunato Calabria, stende Kvaratskhelia all’altezza del lato corto sinistro dell’area di rigore. Si incarica del calcio piazzato Zielinski, ma sulla parabola arcuata del centrocampista polacco non c’è nessuno sul secondo palo per il tap-in vincente. Gli azzurri si affidano a un sempre volitivo Kvaratskhelia che va via in velocità a Kjaer, ma il suggerimento per Anguissa è preda di Adli che sparacchia senza troppi fronzoli. Dopo 3 minuti di recupero, il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi con il Napoli che regista il numero 0 alla casella dei tiri in porta.

Al rientro in campo c’è Politano per Ostigard, con il Napoli che va a sistemarsi con il 4-3-3. Passano pochi minuti, ed un tiro da lontano di Florenzi diventa velenoso per la complicità di una deviazione, ma Gollini si salva in due tempi sull’arrivo di Giroud. Un eccesso di confidenza gioca un brutto tiro a Theo che si fa rubare palla da Lobotka, suggerimento per Politano che sfiora il gol trovando soltanto l’esterno della rete. La partita si fa bellissima, e dopo una fase di sofferenza, il Milan dà un segnale con due conclusioni di Bennacer e Leao che si perdono abbondantemente alte senza impensierire il portiere azzurro. Al 54’ Bennacer regala un pallone d’oro a Simeone, che si invola verso la porta e con un destro a giro sfiora il sette con Maignan già preparato al peggio. È l’ultima occasione per il Cholito, che lascia il campo per Raspadori. Preme il Napoli: Lobotka pennella sulla sinistra per Kvaratskhelia, dribbling ubriacante su Kjaer  e suggerimento verso Raspadori intercettato da Florenzi che salva il risultato. Al 59’ azione prolungata degli uomini di Mazzarri, conclusa da un interno mancino di Politano che esce di un nulla a Maignan battuto. La replica rossonera giunge sugli sviluppi di una palla inattiva: sfera che balla in area di rigore come in un flipper, poi il tacco di Theo trova i guantoni sicuri di Gollini. Il batti e ribatti è tambureggiante: Politano inventa per Mazzocchi, assist di prima intenzione per Raspadori, anticipato da Gabbia in chiusura. Ancora Napoli con Kvaratskhelia dal limite a testare i riflessi di Maignan. Al 70’ Leao incrocia troppo il destro e non trova lo specchio della porta, poi doppio cambio Napoli con Lindstrom e Olivera per Zielinski e Mazzocchi. Il danese è subito devastante: magia ad aggirare Loftus-Cheek, Olivera dentro per Raspadori, poi sfera in direzione di Politano che trova il provvidenziale muro rossonero. Poco dopo ancora Lindstrom dai 30 metri calcia troppo debolmente.  Anguissa mette i brividi alla tifoseria milanista con una rasoiata insidiosissima, mentre allo scadere il Napoli sfiora il pareggio: Lindstrom è incontenibile, e sul cross ci mette il piede Simic che prende un auto-palo, l’azione prosegue e Maignan deve superarsi su una bordata di capitan Di Lorenzo da distanza ravvicinata. Dentro anche Ngonge per Juan Jesus, ma il forcing finale non porta a nulla degno di nota.

MILAN – NAPOLI 1-0

Reti: 27’ pt Theo

MILAN (4-2-3-1) Maignan; Calabria (37’ pt Florenzi), Kjaer (20’ st Simic), Gabbia, Theo; Bennacer (20’ st Musah), Adli; Pulisic (36’ st Jimenez), Loftus-Cheek, Rafa Leao; Giroud (36’ st Jovic). All: S. Pioli

NAPOLI (3-5-1-1) Gollini; Juan Jesus (45’ st Nginge), Rrahmani, Ostigard (1’ st Politano); Di Lorenzo, Anguissa, Lobotka, Zielinski (31’ st Lindstrom), Mazzocchi (31’ st Olivera); Kvaratskhelia; Simeone (10’ st Raspadori). All: W. Mazzarri

Arbitro: Daniele Doveri della Sezione AIA di Roma

Note: Ammoniti: Juan Jesus (N), Theo (M). Corner: 1-2.  Recupero: 3’ pt, 5’ st.

Video
play button

Castellammare - Vozza su Savorito, Centro Antico e prossime elezioni

L'ex sindaco parla delle criticità del progetto di rigenerazione del Savorito e del rilancio del Centro Antico. Quindi una riflessione sulle prossime elezioni amministrative.

16 ore fa
share
play button

Monopoli - Juve Stabia. Conferenza stampa di mister Guido Pagliuca

10/02/2024
share
play button

Castellammare - Gli errori del passato, le sfide del futuro. «Ci vuole competenza»

10/02/2024
share
play button

Castellammare - Non sceglierò Barabba, Nicola Corrado racconta il suo libro

27/01/2024
share
Tutti i video >
Napoli Calcio







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici