sabato 20 luglio 2019 - Aggiornato alle 18:37
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Juve Stabia

Sicula Leonzio - Juve Stabia 2-3. Caserta si gode la rimonta e promette: «Vincere con la Vibonese per coronare un sogno»


Il rammarico di mister Torrente: «Sconfitta frutto di un nostro disimpegno, merito degli avversari per la vittoria.»

pavidas

Impresa da dieci e lode per la Juve Stabia. I campani espugnano il Sicula Trasporti Stadium grazie ad un’impressionante rimonta per 2 reti a 3 con le firme di uno straordinario Mezavilla e un inarrestabile Elia. Ma l’inizio è  stato un po’ titubante per i gialloblù: i padroni di casa dominano a tratti il primo tempo, le vespe invece sono imprecise sotto porta e commettono errori in fase difensiva: infatti, la formazione gialloblù ne fa le spese al 16’ a causa di Ferrini, che su calcio d’angolo trafigge Branduani. Si va negli spogliatoi con molta amarezza in bocca per gli ospiti.

Nella ripresa i siciliani chiudono i conti dopo sette minuti dall’inizio: Marano scambia con Miracoli, il quale con un tiro dal limite, segna il gol del raddoppio e gela i circa 300 tifosi stabiesi accorsi da Castellammare. Passano solo 5 minuti e il neo entrato Mezavilla accorcia le distanze, riaccendendo le speranze dei suoi. Da qui è tutta un’altra Juve Stabia: al 68’ il brasiliano trova la sua doppietta che vale la rimonta e dopo solo due minuti il giovane Elia completa il sorpasso con il gol che vale i tre punti. 

«Non era una partita facile, nonostante per altri fosse sembrata all'inizio una passeggiata–ammette mister Fabio Caserta al sito ufficiale della S.S. Juve Stabia-. Serviva una vittoria e alla fine siamo riusciti nel migliore dei modi ad espugnare il fortino di Lentini, grazie soprattutto ad una straordinaria prestazione dei ragazzi. Fin dall'inizio dell'anno ho visto nei miei uomini la voglia di non perdere: sul 2 a 0 non sarebbe stato facile riprendersi e invece l'abbiamo fatto in modo spettacolare.


Ma non è ancora finita, bisogna continuare a lavorare.» Solo due punti separano le vespe dalla Serie B. Dunque, ai campani basterà vincere con la Vibonese sabato prossimo al Menti per festeggiare dinanzi al proprio pubblico. «Il campionato dice che la nostra è una squadra meritevole della posizione attuale, ma guai a chi sottovaluterà i prossimi avversari. Ora dobbiamo essere concentrati al massimo sulla prossima sfida contro la Vibonese, sapendo che anche questa non sarà una partità facile. Inoltre, servirà tutto il sostegno del Menti per coronare un sogno.»

«Sono stati 60’ giocati bene. Poi, però, abbiamo commesso un errore e da lì ci siamo persi -ammettte mister Vincenzo Torrente con rammarico-. Da quell’episodio negativo non siamo riusciti a reagire, nemmeno con il vantaggio di 2 a 1 ed è venuta fuori la forza della Juve Stabia. Peccato perché su 60’ senza quell’errore avremmo potuto giocarcela fino alla fine. Ad un certo punto ci siamo lasciati troppo andare, quasi come se avessimo paura di vincere. Inoltre, potevamo senza dubbio gestirla meglio quando eravamo in vantaggio, soprattutto sulle ripartenze e invece abbiamo subito il loro ritmo e la loro voglia di ribaltare il risultato. Negli ultimi mesi la squadra ha fatto passi da gigante. I giocatori d’attacco sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi. Ma oggi siamo caduti perché non c’è stata la reazione giusta per gestire la partita contro una squadra con dei valori.»


domenica 14 aprile 2019 - 19:57 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Juve Stabia


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO