Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Tempo di riflessione in casa gialloblù, futuro al vaglio. Altobelli. «Sarei onorato di restare, Castellammare deve tornare protagonista»

«Deluso per questa stagione altalenante, questo club non può accontersi di recitare il ruolo di comparsa»

tempo di lettura: 3 min
di Gioacchino Roberto Di Maio
14/05/2023 13:40:01

Daniele Altobelli

Tempo di riflessione in casa Juve Stabia. A tre giorni dalla debacle di Cerignola che ha di fatto chiuso al primo turno dei playoff la stagione dei gialloblù, la società sta iniziando a riflettere sulla prossima stagione. Se la separazione con il ds Di Bari sembrerebbe ormai solo questione di tempo, la scelta del tecnico è oggetto di una profonda analisi da parte dei fratelli Langella che sono combattuti tra l’idea di continuare con Walter Novellino o cambiare nuovamente strada. Molto dipenderà anche da ciò che accadrà a livello societario nelle prossime settimane perché, qualora dovessero subentrare nuovi soci, questi vorrebbero chiaramente avere voce in capitolo sulla programmazione della prossima stagione. Solo dopo aver scelto il trainer si procederà alla valutazione del parco calciatori e delle possibili pedine da confermare o inserire nella lista cessioni. Le situazioni più interessanti sono quelle di Barosi e Caldore, due patrimoni che già a gennaio sono stati oggetto delle mire di club di categoria superiore. Se l’età del portiere consentirebbe di porlo al centro di un progetto ambizioso che vada ben oltre il decimo posto in classifica, ben più difficile sarebbe il trattenere il difensore che, alla soglia dei 30 anni, potrebbe spingere per avere una delle ultime chances di giocare in quella serie B che il Cittadella voleva fargli saggiare nei mesi scorsi. Poi, pian piano, si procederà con il vagliare quei profili tuttora sotto contratto e che un anno fa erano stati vicino all’addio. Il caso più emblematico è quello di Daniele Altobelli, calciatore che in questa stagione ci ha sempre messo la faccia e che si è rivelato determinante per il raggiungimento degli obiettivi del club grazie alla sua determinazione e al suo ruolo di jolly scoperto da Leonardo Colucci. Il 30enne laziale, a dimostrazione della sua personalità e dell’attaccamento viscerale alla maglia, è tra l’altro intervenuto anche al termine della debacle del Monterisi. «C’è poco da commentare – ha evidenziato il centrocampista –, non si possono regalare 2 gol in una partita così importante in cui potevamo solo vincere. Il rammarico più grande è legato all’aver subito la prima rete un minuto prima dell’ingresso allo stadio dei nostri tifosi, se fossimo riusciti a reggere sono convinto che con la loro carica avremmo potuto offrire una prestazione molto differente. Personalmente mi hanno caricato tantissimo, poi purtroppo il trovarci sotto 2-0 ha reso tutto più difficile. Dispiace molto, l’approccio alla partita era stato positivo e l’occasione di Mignanelli in apertura ne è la testimonianza. Non avremmo dovuto disunirci così, ero convinto di poter andare avanti. Ci ho messo il cuore, fa male aver chiuso questo campionato nel modo peggiore. Questa prestazione rappresenta l’istantanea di questa stagione altalenante. La nostra gente meritava un risultato totalmente diverso, ci ha sempre sostenuti dandoci forza nei momenti difficili. Ci metto la faccia nell’affermare, senza voler screditare nessuno, che Castellammare merita campionati di altissimo profilo, la Juve Stabia deve essere protagonista in questa categoria e non può accontentarsi di recitare il ruolo di comparsa. Ho vinto campionati in grandi piazze e per esperienza sono convinto che questa dovrebbe meritare per diritto di essere al vertice». D’obbligo un passaggio su un futuro di cui Altobelli vorrebbe ancora essere protagonista. «Sono tuttora sotto contratto, sarei orgoglioso e onorato di restare qui e poter guidare i nuovi arrivati e i giovani per fargli comprendere cosa vuol dire indossare la maglia della Juve Stabia. Ho ricevuto delle offerte sia la scorsa estate che a gennaio, le ho rifiutate per restare in questa città in cui io e la mia famiglia ci troviamo benissimo. Occorrerà ripartire, io sono pronto». Il futuro è adesso.

Video
play button

Pompei - Scavi, scoperti disegni di gladiatori fatti da bambini prima dell'eruzione del Vesuvio

In una stanza dello stesso isolato nuovi dipinti mitologici. Sul portone d’ingresso della casa due vittime dell’eruzione.

28/05/2024
share
play button

Castellammare - Evento 'Garden Stabiae Green' in ricordo di Nadio De Rosa

26/05/2024
share
play button

Castellammare - Tajani: «Mario l'uomo della partecipazione»

25/05/2024
share
play button

Castellammare - Catello Parmentola, giovane stabiese in campo. Ecco il suo programma

24/05/2024
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici