Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Cesena - Juve Stabia 2-2. Vespe da applausi all'Orogel Stadium, cala il sipario su una stagione da record

Dominio gialloblù, ma non basta: al vantaggio di Mosti e Adorante rispondono in quattro minuti Kargbo e Ogunseye, che consegnano la Supercoppa agli emiliani.

tempo di lettura: 4 min
di Davide Soccavo
19/05/2024 20:06:42

Foto Instagram

Mister Pagliuca si affida al solito 4-3-3 confermando Thiam tra i pali. Il tandem centrale difensivo è composto da Bellich e Folino, mentre Mignanelli e D’Amore coprono le corsie laterali. A centrocampo Leone viene supportato da Meli e Pierobon, rispettivamente alle spalle dei due esterni offensivi Candellone e Mosti. Adorante confermato punta offensiva centrale.

Cronaca:

Partono bene le vespe: azione da calcio d’angolo, D’Amore ci arriva di testa, pronta la risposta di Pisseri. Gli ospiti detengono il pallino del gioco. E al minuto 20 passano in vantaggio: pasticcia Pieraccini, Adorante ne approfitta e serve Mosti che di piatto insacca. Fanno festa i tifosi giunti numerosi da Castellammare. Un minuto dopo Bellich rischia un clamoroso autogol, cercando forse di servire il proprio portiere, ma quest’ultimo è bravo a rimediare all’errore del compagno. Al 24’ Adorante ci prova dalla distanza, il pallone termina di poco al lato. Ma la seconda è la volta buona: il bomber delle vespe, pescato in area da Mignanelli, al 27’ fa partire un siluro che termina in rete. Sono 13 dunque le reti messe a segno dall’idolo degli stabiesi in questa stagione da incorniciare. Ora la squadra di Pagliuca ha il diritto di crederci. Il Cesena prova a reagire: al 40’ Francesconi dal limite dell’area tenta il tiro, Buglio allontana il pericolo. Due minuti dopo, le vespe vanno vicine al tris: Pierobon entra in area, tenta un destro a botta sicura, Pisseri è bravo a respingere. Al 43’ la risposta dei bianconeri: Kargbo a tu per tu con Thiam si fa ipnotizzare dall’estremo difensore. Il direttore di gara concede un minuto di recupero. Finisce qui: le vespe chiudono con due gol di vantaggio la prima frazione di gioco. 

Nella ripresa è ancora la Juve Stabia a rendersi pericolosa: Mignanelli serve Adorante che fina il tiro e poi calcia con il mancino, Pisseri è bravo a non lasciarsi ingannare. Il Cesena appare più aggressivo rispetto al primo tempo. Le vespe sono alla ricerca del terzo gol, che comunque non basterebbe per la vittoria del trofeo. Al 14’ Kargbo serve Francesconi, che calcia di punta, troppo centrale per Thiam. Al 16’ il Cesena accorcia le distanze: Kargbo accelera sulla sinistra, superando in velocità Andreoni, e con il destro insacca alle spalle di Thiam. Al 18’ risponde la Juve Stabia: prima Candellone con una conclusione indirizzata all’incrocio dei pali, poi Mosti che non trova lo specchio della porta. Al 20’ la traversa dei gialloblù: parata di Pisseri su Mignanelli, il pallone finisce tra i piedi di Meli ma il tiro è troppo potente e il pallone colpisce il legno. Gol mancato, gol subito. Pochi secondi dopo, il Cesena rimette l’incontro in parità: ancora Kargbo sulla sinistra, questa volta decide di servire il neo entrato Ogunseye che deposita comodamente in porta. Partita ricca di emozioni all’Orogel Stadium. Al 27’ Folino prova a impensierire Pisseri, il pallone termina sul palo sinistro. Continua il pressing della Juve Stabia. Il direttore di gara concede cinque minuti di recupero. Nel finale, Leone serve Romeo che prova la conclusione al volo che finisce sopra la traversa. È finita. Il Cesena vince la Supercoppa di C. Applausi fragorosi per la squadra di Pagliuca che ha dominato l’incontro, nonostante non sia bastato per evitare il pari. Cala il sipario su una stagione da record.

Tabellino:

CES – JST 2-2

Cesena (3-4-1-2): Pisseri; Ciofi, Silvestri (Coccolo 33’s.t.), Pieraccini; Adamo (Pierozzi 38’s.t.), Hraiech (Varone 1’s.t.), Francesconi, Donnarumma; Berti (De Rose 32’s.t.); Kargbo, Ogunseye (Corazza 1’s.t.) A disp.: Siano, Klinsmann, Piacentini, Pitti, Coccolo, Pierozzi, De Rose, Chiarello, Giovannini, Nannelli, Varone. All. Domenico Toscano

Juve Stabia (4-3-3): Thiam; Mignanelli, Bellich, Folino (Piscopo 32’s.t.), D’Amore (Andreoni 1’s.t.); Meli (Piovanello 36’s.t.), Leone, Pierobon (Romeo 31’s.t.); Candellone (Leone 30’s.t.), Adorante, Mosti. A disp.: Esposito, Signorini, Pierobon, La Rosa, Romeo, Baldi, Guarracino, Garau, Andreoni, Erradi, Picardi, Leone, Marranzino, Stanga, Piovanello. All.: Guido Pagliuca

Arbitro: Luca De Angeli della sezione AIA di Milano

Assistenti: Ayoub El Filali della sezione AIA di Alessandria e Stefania Genoveffa Signorelli della sezione AIA di Paola

IV ufficiale: Mattia Drigo della sezione AIA di Portogruaro

Ammoniti: De Rose (C), Folino (JS), Buglio (JS), D’Amore (JS),

Marcatori: Mosti (JS) 20’p.t., Adorante (JS) 27’p.t., Kargbo (C) 16’s.t., Ogunseye (C) 20’s.t.

Recuperi: +1’p.t., +5’s.t.

Video
play button

astellammare - Vicinanza si insedia, a Palazzo Farnese la proclamazione degli eletti

«Dobbiamo lavorare su un doppio binario: quotidianità e progettualità. Bisogna restituire a Castellammare i suoi asset».

20 ore fa
share
play button

Castellammare - Sport e inclusione sociale, Elefante: «Basta polemiche, parliamo del futuro»

05/06/2024
share
play button

Castellammare - Processione del Corpus Domini

02/06/2024
share
play button

Castellammare - Ruotolo: «La lista del PD è pulita»

02/06/2024
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici