Spazio Scuola
shareCONDIVIDI

'Questione rumena' e reinserimento nelle graduatorie di merito concorsuali

Accolto il ricorso che domandava l’annullamento dei Decreti dei Direttori Generali (U.S.R. Sicilia, Campania e Calabria), con i quali i ricorrenti erano stati esclusi dalle graduatorie

tempo di lettura: 2 min
di Aldo Esposito
04/10/2020 08:18:51

Il T.A.R. del Lazio, Roma, Sez. III Bis, sentenza del 01.10.2020, ha accolto il ricorso che domandava l’annullamento dei Decreti dei Direttori Generali (U.S.R. Sicilia, Campania e Calabria), con i quali i ricorrenti erano stati esclusi dalle graduatorie di merito del concorso, indetto con D.D.G. 85 dell’1 febbraio 2018 e “riservato agli abilitati”.

Motivo dell’esclusione?  Secondo la Direzione Generale ex M.I.U.R., Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione, i titoli abilitanti, conseguiti in Romania, non soddisfacevano i requisiti giuridici per il riconoscimento della qualifica professionale di docente, al termine dei percorsi di studio denominati “Programului de studii psichopedagogice, Nivelul I e Nivelul II”.

Investito della questione, il Collegio Giudicante (T.A.R. Lazio, Sez. III Bis) ha ordinato ai ricorrenti e al Ministero di depositare, presso la Segreteria della Sezione, un’articolata relazione per specificare:

a) se fosse stato adottato un formale provvedimento di diniego, per ciascuna delle istanze di riconoscimento del titolo conseguito in Romania;

b) la data di comunicazione, a ciascun interessato, dei suddetti provvedimenti e l’eventuale impugnazione degli stessi.

In ottemperanza alla richiesta, i ricorrenti hanno depositato un’articolata memoria, con la relativa documentazione di supporto, dimostrando, in sostanza, di aver impugnato, favorevolmente, i provvedimenti di rigetto dell’omologa del titolo abilitante estero.

A questo punto il ricorso è stato accolto, disponendosi l’annullamento delle lamentate esclusioni.

Le argomentazioni, contenute nella recentissima sentenza, saranno richiamate nei contenziosi (T.A.R./G.D.L.), in attesa di definizione, patrocinati dallo studio legale EspositoSantonicola e relativi all’“Omologa del titolo abilitante rumeno/Recupero Ruolo Concorso 2018”.

A tutela di quanti si trovassero “fuori termine”, per agire nella sede giudiziaria amministrativa, sarà possibile proporre RICORSO AL GIUDICE DEL LAVORO, PER LA CONVALIDA ITALIANA DELL'ABILITAZIONE CONSEGUITA IN ROMANIA.

Per concordare mirate strategie sul “RICORSO OMOLOGA ABILITAZIONE ROMANIA E RECUPERO RUOLO DEL CONCORSO RISERVATO 2018”, s’inoltri unico WhatsApp scritto (no messaggi spezzettati in più momenti, altrimenti il sistema vi colloca in coda), o vocale di 1 minuto, al numero 366 18 28 489 (no telefonate).

Segue altro link illustrativo:

https://scuolalex.it/abilitazione-in-romania-inserimento-diretto-in-seconda-fascia-illustriamo-la-strategia-adottata/

Video
play button

Juve Stabia - La soddisfazione di mister Padalino per i 3 punti di Bisceglie

Le parole del tecnico delle vespe al termine del match che hanno regalato 3 punti importanti ai gialloblù.

27/02/2021
share
play button

Pompei - Reperto straordinario emerso integro dallo scavo di Civita Giuliana

27/02/2021
share
play button

Campania - Covid, De Luca: «Situazione grave, chiudiamo le scuole»

26/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino carica l'ambiente, a Bisceglie per i 3 punti

26/02/2021
share
Tutti i video >
Spazio Scuola







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici