Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Molinari a Passione Gialloblù: «Girone di ritorno? Impronosticabile con questo restyling. I due anni a Castellammare sono stati indimenticabili»

Il passato in gialloblù, il mercato e l'attuale stagione delle vespe sono stati alcuni degli argomenti trattati durante il suo intervento.

tempo di lettura: 3 min
di Aurora Levati
04/02/2021 16:57:47

Martedì è stato ospite di "Passione Gialloblù" Morris Molinari, anche detto il "Gigante buono". Il passato in gialloblù, il mercato e l'attuale stagione delle vespe sono stati alcuni degli argomenti trattati durante il suo intervento.

«Con questa sessione di mercato, la Juve Stabia ha cambiato totalmente faccia. Tanti sono state le cessioni, ma anche gli acquisti. Non c'è tempo per aspettare la squadra. Anche se i nuovi innesti ne avranno bisogno per ambientarsi. Detto questo, la Serie C è un campionato difficile, soprattutto dopo la scorsa stagione. Bisognava aspettarsi una partenza come questa. Speriamo che, con l'inserimento di questi nuovi elementi, qualcosa possa cambiare. Troest? E' un grande giocatore. Lavorare con dei ragazzi giovani ha i suoi pro e i suoi contro. Sono convinto che per lui sarà un piacere perchè potrà dargli qualche direttiva per aiutarli a crescere. L'assenza di pubblico è un grande dispiacere per tutti coloro che amano il calcio e, in generale, lo spettacolo. Una squadra come la Juve Stabia giocare senza pubblico è un grande peso, soprattutto visto il calore che dà il pubblico. L'Avellino? Hanno avuto qualche difficoltà societaria. Da due vecchi saggi, come Pierino Braglia e Di Somma, ci si aspetta sempre qualcosa di importante. Infatti, gli irpini li hanno ingaggiati proprio per questo. Sono convinto che riusciranno a farlo anche questa volta.»

Poi, abbiamo fatto un salto nel passato del "Gigante buono". «La stagione 2010-11 è stata molto particolare. I ricordi più belli sono quelli legati alla seconda parte dell'anno, ossia da quando è terminata la regular season. Le varie situazioni che abbiamo vissuto, tra queste non posso non citare la situazione Fincantieri, ha reso quel periodo quasi surreale. Siamo riusciti a portare tutto e tutti dalla nostra parte, soprattutto grazie all'aiuto dei tifosi e della città stessa. Il gol fatto al Flaminio me lo ricordo bene. Prima di quella partita, mia figlia mi aveva mandato un video. E, dopo quello che è successo, la squadra li ha richiesti prima di ogni partita (ride,ndr). La partita con il Torino? Per me è una spina nel fianco. Ricordo bene il gol, che abbiamo subito. Ho fatto un mezzo errore di valutazione della palla. Non sono riuscito a colpirla di testa. Ogni tanto ci penso ancora. Pensa quanto ci ho pensato quella settima ( ride, ndr). Giocavamo con squadre importanti. E, al minimo errore, te la facevano pagare. In quella prima stagione avremmo potuto fare di più, soprattutto verso fine campionato. Senza la penalizzazione, avremmo potuto giocarci i play off. C'è stato qualche rammarico. Non te lo nascondo.»
Infine, abbiamo pronosticato quello che potrebbe essere il girone di ritorno. « Bisogna vedere come si inseriscono i nuovi.  Ci vorrà un po' di tempo per abituarsi al campo, al Mister, ai compagni, alla piazza, ect. Detto questo, prima si ambientano e meglio è. Non mi sento di fare pronostici.»

Video
play button

Juve Stabia - La soddisfazione di mister Padalino per i 3 punti di Bisceglie

Le parole del tecnico delle vespe al termine del match che hanno regalato 3 punti importanti ai gialloblù.

27/02/2021
share
play button

Pompei - Reperto straordinario emerso integro dallo scavo di Civita Giuliana

27/02/2021
share
play button

Campania - Covid, De Luca: «Situazione grave, chiudiamo le scuole»

26/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino carica l'ambiente, a Bisceglie per i 3 punti

26/02/2021
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici