Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Avellino 0-1. Sconfitta amara per i gialloblù, Maniero espugna il Menti

Espulso Mulè nella ripresa, Vespe condannate dall’inferiorità numerica e da alcune decisioni del direttore di gara. Il derby è biancoverde.

tempo di lettura: 4 min
di Davide Soccavo
13/02/2021 19:29:23

Il derby è degli irpini. Vespe condannate dall'inferiorità numerica nella ripresa a causa dell'espulsione contestata di Mulè ai danni di Santaniello. Non sono mancate le proteste tra le file degli stabiesi: da rivedere l'azione del gol, poichè, poco prima della rete biancoverde, la palla avrebbe oltrepassato la linea di fondo. Una doccia fredda per i ragazzi di Padalino che rimangono fermi a 30 punti. L'Avellino di Braglia allunga il passo grazie alla sesta rete di Maniero al 22' e balza a quota 44 in classifica.

Cronaca:

Pochissimi secondi dall’inizio dell’incontro: Marotta serve Borrelli che calcia di destro e impegna Forte, costretto a rifugiarsi in angolo. All’8’ sempre Borrelli dai 30 metri prova a calciare di destro rasoterra, che per poco non sorprende Forte, la palla sfiora il palo destro. Al 13’ Maniero da punizione prova a calciare direttamente in porta, Russo si distende e para senza problemi. Squadre ben messe in campo: meglio la Juve Stabia in questi primi 15 minuti, ma gli irpini sanno difendersi con ordine. Al 20’ azione ghiotta  delle Vespe: Orlando, tre contro due in contropiede, serve Marotta, che non si coordina bene a tu per tu con Forte, l’estremo difensore devia in corner. Dopo pochi minuti Elizalde tenta un tiro cross dalla sinistra, che impegna nuovamente il portiere irpino. Al 24’ Carriero fa partire un siluro dalla distanza che sfiora l’incrocio dei pali. Bella occasione degli uomini di Braglia, che cominciano a premere sull’acceleratore. Calano i ritmi di gioco: entrambe le squadre sono molto attente in fase difensiva. Nessun’azione saliente, quando mancano pochi secondi alla fine del primo tempo. Il direttore di gara concede un minuto di recupero. Marini manda le squadre negli spogliatoi.

Non cambia molto nella ripresa a livello di gioco: basso il baricentro delle Vespe, Avellino ordinato in fase difensiva. Al 15’ Santaniello in contropiede viene spinto da Mulè, non sembra esserci fallo, ma Marini estrae addirittura il cartellino rosso. Stabiesi in dieci, ora le cose si mettono male per i gialloblù: non mancano le proteste nei confronti del direttore di gara da parte dei padroni di casa per tale decisione, ritenuta fuoriluogo ed eccessiva. Le Vespe accusano psicologicamente il colpo, gli irpini cominciano a pressare di più la squadra di Padalino. Al 22’ azione da calcio d’angolo Maniero di testa insacca in porta, nonostante il pallone abbia dato l’impressione di aver oltrepassato la linea di fondo. Ancora proteste accese delle Vespe: Russo si reca dall’arbitro per chiedere spiegazioni, ma Marini estrae il giallo. Maniero porta in vantaggio gli ospiti e festeggia il suo sesto gol stagionale. Al 26’ Tito crossa in mezzo, Santaniello ci arriva di testa e insacca in rete, ma il guardalinee rileva la posizione irregolare dell’attaccante biancoverde. Al 27’ punizione dalla distanza di Mastalli, Esposito ci arriva di testa, Forte si tuffa e mette al sicuro la sfera. La squadra di Padalino con le energie a corto si proietta in avanti. Al 39’ occasione per gli ospiti: Fella dalla destra, calcia di destro, Russo para e si salva in calcio d’angolo. Padalino si affida a uno schema offensivo, nonostante l’inferiorità numerica per tentare il tutto per tutto. Il direttore di gara concede 4 minuti di recupero. Ma ormai la vittoria è vicina ai ragazzi di Braglia. E dopo pochi minuti l'arbitro fischia la fine dell'incontro. Partita molto discussa, specialmente per alcune decisioni della terna arbitrale che hanno penalizzato i gialloblù. Il derby è biancoverde. Ma alle Vespe spetterà la seconda sfida contro la squadra, la Cavese, della stessa regione questo martedì di carnevale. Le forze fresche potrebbero fare la differenza.

Tabellino:

Juve Stabia (3-4-1-2): Russo; Mulè, Elizalde, Esposito; Garattoni, Berardocco, Vallocchia (Fantacci 33’s.t.), Rizzo; Orlando (Cernigoi 33’s.t.); Borrelli (Mastalli 23’s.t.), Marotta. A disp.: Farroni, Troest, Caldore, Oliva, Mastalli, Bovo, Guarracino, Ripa, Fantacci, Cernigoi. All.: Padalino.

Avellino (3-5-2): Forte; Rocchi, Miceli, L. Silvestri; Ciancio, Carriero, Aloi, D'Angelo (D’Angelo 13’s.t.), Tito (43’s.t.); Santaniello (Fella 27’s.t.), Maniero (Bernardotto 28’s.t.). A disp.: Pane, Rizzo, Bernardotto, M. Silvestri, De Francesco, Dossena, Adamo, Fella, Baraye. All.: Braglia.

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste

Assistenti: Carmelo De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto e Roberto Fraggetta di Catania

IV ufficiale: Ermanno Feliciani di Teramo

Ammoniti: : Miceli (A), Carriero (A), Russo (JS), Tito (A), Forte (A)

Espulsi: Mulè (JS) 15’s.t. per un fallo da dietro

Marcatori: Maniero (A) 22’s.t.

Angoli: 6-5

Note: +1’p.t., +4’s.t.

Video
play button

Juve Stabia - La soddisfazione di mister Padalino per i 3 punti di Bisceglie

Le parole del tecnico delle vespe al termine del match che hanno regalato 3 punti importanti ai gialloblù.

9 ore fa
share
play button

Pompei - Reperto straordinario emerso integro dallo scavo di Civita Giuliana

21 ore fa
share
play button

Campania - Covid, De Luca: «Situazione grave, chiudiamo le scuole»

26/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino carica l'ambiente, a Bisceglie per i 3 punti

26/02/2021
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici