venerdì 30 ottobre 2020 - Aggiornato alle 18:57
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Napoli Calcio

Parma-Napoli 0-2. L'ingresso di Osimhen cambia la gara: Mertens e Insigne matano il Parma


Il capitano bagna con un gol la 350° presenza in maglia azzurra

pavidas
   Foto: Ssc Napoli

Inizia il nuovo campionato, portando immediatamente con sé grandi novità. I ducali hanno da pochissimo cambiato proprietà, acquisendo bandiera americana con l’ambizioso Kyle Krause, che con profilo basso vuole riportare la città del Parma stabilmente nelle zone più tranquille della classifica. Gattuso sfida Liverani, per riscattare l’amaro 2-3 subito nella scorsa stagione quando il tecnico sedeva sulla panchina del Lecce, poi retrocesso in Serie B.
Il Napoli resta fedele al 4-3-3, con Di Lorenzo e Hysaj sulle corsie, Osimhen inizialmente in panchina e trio d’attacco formato da Lozano, Mertens e Insigne.
L’impianto emiliano è un tabù da sfatare: 9-6 (con 3 pareggi) per il Parma il computo degli scontri diretti, con gli azzurri col dente avvelenato dall’ultimo precedente datato 22 luglio. Una sconfitta per 2-1 decisa in extremis da un rigore decretato per tuffo di Kulusevski non ravvisato né dall’arbitro, né dal VAR.

Copione subito chiaro fin dalle prima battute. Gli azzurri fan possesso palla provando a creare occasioni attraverso il fraseggio prolungato, mentre il Parma mantiene un baricentro molto basso con le prime due linee molto strette, con Kucka a uomo su Demme per schermare la prima costruzione e mantenere l’ex Lipsia fuori dal gioco. Interessante il duello sulla destra tra Lozano e Pezzella, che soffre tantissimo in fase difensiva.

C’è subito un episodio dubbio in avvio di gara: lungo lancio per Lozano che guadagna campo su Pezzella, costretto ad affossarlo con maniere ai limiti del regolamento. Per il direttore di gara non c’è nulla e lascia proseguire. Al 10’ Hysaj pennella dall’out sinistro per l’inserimento di un volitivo Lozano, ma Bruno Alves legge bene la situazione e allontana la minaccia. Poco dopo Insigne chiude l’uno-due di fino con Mertens, ma la battuta a rete è murata dalla retroguardia ducale. Al 18’ Mertens prova a penetrare dentro l’area con la sua straordinaria tecnica nello stretto ma non passa, sul proseguimento ci prova Demme senza successo. È Insigne-show quando recupera un pallone preziosissimo in ripiegamento difensivo: al culmine di una progressione irresistibile prova a lanciare Lozano sul palo più lontano ma c’è ancora Bruno Alves a mettere una pezza.Al 23’ il Parma si fa vedere sfruttando una palla sanguinosa persa da Fabian in orizzontale: si avventa Inglese, che calcia subito ma la sfera con la complicità di una deviazione, termina debolmente tra le braccia di un inoperoso Ospina. Al 27’ l’estremo difensore napoletano sale in cielo per bloccare in uscita su un evanescente Cornelius. Passano pochi minuti e Zielinski va via con una strepitosa azione personale, palla verso l’area piccola ma stavolta Iacoponi mantiene ancora a galla il Parma. Al 38’ ghiotta chance per gli azzurri: Fabian mette un pallone d’oro per Mertens che si stacca tra Bruno Alves e Iacoponi, ma non riesce a trovare la coordinazione per la girata di testa vincente. L’ultima azione della prima frazione di gioca porta la firma di Fabian, con un velleitario mancino dai 20 metri che si perde ben oltre la trasversale.

La ripresa parte sulla falsariga dei primi 45 minuti di gioco. Il primo squillo è di Kucka, con una bordata dalla distanza che sorvola la traversa ben difesa da Ospina.


Poco dopo Insigne inventa una magia in verticale per Zielinski, che però si incarta e manca il controllo da posizione favorevole. Al 59’ Lozano vince un contrasto con Pezzella e poi viene steso da Bruno Alves: Insigne si incarica del calcio piazzato spostato sulla destra, palla telefonata tra le braccia di Sepe. Fabian si fa vedere con un collo esterno mancino che esce lontano dalla porta ducale.  La svolta della gara giunge al minuto 61: dentro Osimhen per Demme, passaggio al 4-2-3-1 e Napoli che diventa più concreto e letale. Fabian non centra lo specchio dalla distanza, poi la presenza di un centravanti a riempire l’area piccola si rivela la mossa vincente. Lozano fa partire un traversone dalla corsia destra, Iacoponi anticipa Osimhen, palla nei radar di Mertens che stoppa e carica il desto per una staffilata che insacca all’angolino basso dove Sepe non può arrivare. L’attaccante nigeriano è incontenibile: ruba metri in velocità a Iacoponi sul lancio con il contagiri di Hysaj, palla dietro per Mertens ma la conclusione viene sporcata in angolo. Al 67’ Insigne, sul tacco di Osimhen, centra in pieno il palo con Sepe completamente fermo e preparato ormai al peggio. Sepe salva il risultato su Di Lorenzo, quindi Osimhen spizza il suggerimento di Insigne e sfera di un nulla lunga per il tap-in di Lozano sul secondo palo. Mertens decisivo davanti alla propria area su Kucka, quindi il Napoli mette il punto esclamativo sulla gara mettendo i 3 punti in cassaforte. Lozano approfitta di un’ingenuità di Iacoponi e va via in campo aperto, tracciante respinto da Sepe in maniera goffa, Insigne brucia Darmian per siglare il raddoppio bagnando con un gol la presenza n°350 in maglia azzurra. All’80 Osimhen prova a mette la propria firma ma incrocia troppo il destro ed il pallone si perde largo. Ospina scalda i guantoni sull’inzuccata di Cornelius, poi Gattuso dà spazio ad Elmas e Politano per Fabian e Lozano. Osimhen va forte e teso da Mertens che trova la presa sicura del portiere emiliano. Sepe mantiene a galla il Parma su una conclusione velenosa di Politano, c’è spazio anche per Lobotka e Petagna, poi Ospina dà spettacolo in extremis con un sombrero dall’altissimo coefficiente di difficoltà su Karamoh.

4° successo di fila all’esordio in campionato per il Napoli, che mette subito le cose in chiaro preparandosi a giocare un ruolo da protagonista assoluto nel nuovo campionato appena cominciato.

 



PARMA – NAPOLI 0-2

Reti: 19’ st Mertens, 32’ st Insigne

PARMA (4-3-1-2) Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella; Hernani, Brugman (23’ st Dezi), Grassi (44’ st Siligardi); Kucka; Inglese (23’ st Karamoh), Cornelius.
All: Liverani

NAPOLI (4-3-3) Ospina; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Hysaj; Fabian (38’ st Elmas), Demme (16’ st Osimhen), Zielinski (43’ st Lobotka); Lozano (38’ st Politano), Mertens (43’ st Petagna), Insigne.
All: Gattuso

Arbitro: Maurizio Mariani della Sezione AIA di Aprilia

Note: Ammoniti: Demme (N), Darmian (P), Bruno Alves (P). Corner:4-2. Recupero: 0’ pt, 8’ st.



Parma-Napoli 0-2. L'ingresso di Osimhen cambia la gara: Mertens e Insigne matano il Parma

domenica 20 settembre 2020 - 14:31 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Napoli Calcio

Verso Napoli - Sassuolo: a Mariani di Aprilia la direzione del match

Real Sociedad - Napoli 0-1, Politano: «Felice per il gol. Stiamo dimostrando di essere protagonisti sia in campionato che in Europa»

Real Sociedad-Napoli 0-1. Azzurri corsari a San Sebastián: decide Politano

Verso Real Sociedad-Napoli. David Olivares: «Sarà una partita aperta tra due squadre votate all'attacco»

Benevento - Napoli 1-2, Gattuso: «Buona prestazione. Siamo stati bravi a rimontare»

Benevento-Napoli 1-2. Insigne-day al Vigorito: Lorenzo risponde a Roberto, poi Petagna completa la rimonta

Verso Benevento-Napoli. Gerardo De Ioanni: «Dopo il ko di giovedì, mi aspetto un Napoli mentalizzato a far bottino pieno»

Verso Benevento - Napoli, precedenti ed arbitraggio

Napoli-Az 0-1. Esordio amaro per gli azzurri in Europa League: De Wit regala 3 punti agli olandesi



Sponsor
CIL
dg informatica adra bcp poldino auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO

StabiaChannel.it
StabiaChannel TV

I PIÚ VISTI DELLA SETTIMANA