sabato 15 giugno 2019 - Aggiornato alle 19:17
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Napoli Calcio

Napoli-Salisburgo 3-0. Tris d'autore sul Salisburgo: il Napoli ipoteca i quarti di finale


Apre Milik, poi Fabian ed un'autorete di Onguene mettono in ghiaccio una gara superba

pavidas

Primo incontro tra il Napoli ed una squadra austriaca in una competizione europea. Gli uomini di Carlo Ancelotti sono senza mezzi termini tra i candidati alla vittoria finale, ed affrontano nella gara di andata degli ottavi di finale il temibile Salisburgo. Tra le mura amiche del San Paolo, il Napoli è imbattuto in Europa: 3 vittorie ed 1 pari tra Champions ed Europa League, e non ha alcuna intenzione di fermarsi. Dall’altra parte i giovani terribili di Marco Rose, 6 vittorie su 6 nel girone con Lipsia, Celtic e Rosenborg ed unica sconfitta ai sedicesimi al cospetto del Bruges poi asfaltato nel retour match alla sempre caldissima Red Bull Arena.

Confermatissima la coppia centrale formata da Maksimovic e Koulibaly, mentre torna Mario Rui sulla corsia mancina dopo l’infortunio patito dopo pochi minuti al Franchi di Firenze. Non si tocca la linea mediana, con gli stessi interpreti da ben 5 gare di fila: ultima variazione sul tema contro la Sampdoria con Hamsik (poi volato in Cina) a far rifiatare Fabian. Riposa almeno inizialmente Insigne, con Mertens schierato al fianco di Milik come nella scoppiettante e travolgente vittoria a Parma.

Gara subito vibrante. Callejon serve Milik in moto perpetuo tra linee, poi va a raccogliere il delizioso passaggio di ritorno con il tacco, costringendo la retroguardia ad un salvataggio in extremis. All’8’ erroraccio in disimpegno di Ramalho, Mertens imbecca subito Fabian: stop e tiro perentorio, pallone deviato oltre il fondo. Al 10’ il Napoli sblocca la gara. Mertens inventa con una verticalizzazione sublime per Milik tra Onguene e Ullmer: l’ariete polacco elude con il mancino l’intervento di Walke in uscita e poi deposita con il destro nella porta sguarnita. Mertens ha il piede caldissimo, e pochi giri di lancette più tardi serve Zielinski in posizione defilata, assist per Callejon nuovamente murato. Al 15’ Koulibaly stacca più in alto di tutti su corner griffato Mertens, ma la sfera si perde di un nulla larga alla destra dell’estremo difensore austriaco. Napoli fortunato pochi istanti più tardi. Maksimovic cincischia nei pressi della propria area di rigore, ritarda il rinvio e poi perde il pallone nel rimpallo con Wolf: la parabola carambola tra i piedi di Daka che supera Meret con un pallonetto da distanza ravvicinata. Gli ospiti esultano, ma il direttore di gara invalida giustamente tutto per netta posizione di off-side dell’attaccante zambiano. Al 18’ il Napoli raddoppia sull’asse tutto spagnolo: Callejon prende il compasso e traccia una parabola da urlo per il sinistro al volo di Fabian che si infila all’angolino basso dove Walke non può arrivare.


Gli azzurri amministrano il vantaggio, mentre il Salisburgo si fa vivo soltanto con una velleitaria conclusione dai 20 metri di Junuzovic che Meret accompagna con lo sguardo oltre il fondo.

Al 52’ Milik vede con il terzo occhio l’imbucata di Mertens, tracciante potentissimo e miracolo di Walke che alza la sfera in angolo. Poco dopo gran percussione di Milik che si guadagna con prepotenza un calcio di punizione da posizione invitante: calcia Mertens senza inquadrare lo specchio della porta. Al 58’ il Napoli cala il tris: spiovente teso di Mario Ruui, Onguene spaventato dall’accorrente Milik beffa il proprio portiere negando all’ex Ajax la gioia della doppietta personale. 120 secondi più tardi Junuzovic cerca il jolly da 40 metri, ma Meret non si fa sorprende e con sicurezza fa un balzo all’indietro per mettere la sfera sul fondo. Al 68’ ghiotta occasione per il poker partenopeo: sventagliata di Hysaj per Mertens, palla con il contagiri per Callejon, e gran destro di controbalzo che supera Walke ma non Ramalho che di testa sulla linea di porta mantiene ancora a galla il Salisburgo. Poco dopo Milik inzucca un pallone ben calibrato da Mertens ma la mira è imprecisa. Al 75’ Mario Rui lancia in profondità, Ramalho va a vuoto lanciando Milik tutto solo verso la porta, ma il centravanti azzurro incrocia troppo il destro e la palla sibila il palo alla sinistra di un attonito Walke. Diawara svirgolo da buona posizione, poi il Napoli allenta la tensione e Meret è costretto agli straordinari su Wolfe. All’87’ aggancio stratosferico di Ounas, e gran botta di prima intenzione fuori misura. In extremis miracolo di un ottimo Meret su Gulbrandsen 

NAPOLI – SALISBURGO 3-0

Reti: 10’ pt Milik, 18’ pt Fabian, 13’ st Onguene aut.

NAPOLI (4-4-2) Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian, Zielinski (20’ st Diawara); Mertens (25’ st Insigne), Milik (36’ st Ounas).
All: Ancelotti

SALISBURGO (4-3-1-2) Walke; Lainer, Ramalho, Onguene, Ulmer; Schalger, Samassekou, Junuzovic (16’ st Mwepu); Wolf; Daka (16’ st Gulbrandesn), Dabbur (30’ st Minamino).
All: Rose

Arbitro: Aleksei Kulbakov (BLR)

Note: Ammoniti: Koulibaly (N), Schlager (S), Maksimovic (N), Ounas (N). Corner: 10-7. Recupero: 0’ pt, 4' st


video Napoli - Salisburgo 3 a 0. Rui: «Vittoria importante, non è stato semplice»

giovedì 7 marzo 2019 - 22:51 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Napoli Calcio


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese