martedì 25 febbraio 2020 - Aggiornato alle 10:24
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Napoli Calcio

Napoli-Perugia 2-0. Vittoria di rigore: gli azzurri staccano il pass per i quarti di Coppa Italia


Si sblocca insigne dopo quasi 3 mesi a secco, e sale a 5 centri stagionali

pavidas

Partita per pochi intimi allo Stadio San Paolo, dove il Napoli cerca di riassaporare il gusto della vittoria ospitando il Perugia per staccare un prezioso pass verso i quarti di Coppa Italia.
Scelte quasi obbligate per Gattuso: l’infortunio di Karnezis dà ad Ospina l’opportunità di riscattarsi dopo l’errore decisivo costato il ko sabato scorso contro la Lazio. L’influenza mette ko Luperto, conferma per Di Lorenzo al centro della difesa con Manolas, Hysaj e Mario Rui sulle corsie. Torna dal primo minuto Elmas per far rifiatare Allan, mentre Llorente dà il cambio a Milik al centro dell’attacco coadiuvato da Lozano e Insigne.

Subito pericolosi i grifoni, vogliosi di mettersi in mostra alla “prima” ufficiale sotto la guida di Cosmi. Dopo appena 60 secondi Ospina scalda i guantoni su una conclusione insidiosa di Iemmello, con l’ex Sassuolo che si ripete con una parabola velenosa a giro che si perde di un nulla larga alla sinistra del portiere partenopea. Al 9’ Elmas prova a farsi vedere dalla distanza senza troppe pretese, quindi Fabian con un sassata dai 25 metri costringe Fulignati ad un complicato intervento con i pugni con il pallone che termina in angolo. Sul corner seguente Manolas in terzo tempo svetta più in alto di tutti, ma il centrale greco mette potenza ma non precisione e l’azione sfuma. Funziona l’asse tra Insigne e Lozano, ma Nzita con astuzia mette il corpo e salva un gol già fatto. Al 19’ un cross delizioso di Hysaj sorprende Insigne, che ciabatta letteralmente la sfera senza creare alcun tipo di pericolo. Al 26’ il Napoli sblocca la gara: uno-due in velocità tra Lozano e Llorente, con Nzita in ritardo costretto ad usare le maniere forte per fermare il messicano. Calcio di rigore solare: dal dischetto va Insigne che con freddezza spiazza Fulignati. Azione personale di Zielinski che con una finta manda al bar il proprio marcatore, imbucata per Lozano ma salva tutto Falasco. Al 36’ il VAR interviene in aiuto del direttore di gara, che sanziona un intervento con il braccio di Iemmello ad anticipare Llorente nei pressi dell’area piccola. Dagli 11 metri ancora Insigne, che cambia angolo e spiazza nuovamente l’estremo difensore umbro per il 2-0. Al 43’ Falcinelli dal limite mette i  brividi alla retroguardia partenopea. In pieno recupero è ancora protagonista la tecnologia, con il direttore di gara che va rivedere un tocco di Hysaj, prima sulla gamba e poi sul braccio, ritenendolo meritevole di essere sanzionato con la massima punizione.


Ospina è carico e ipnotizza Iemmello, con il risultato che non cambia.

In avvio di ripresa il Perugia è subito pericoloso in ripartenza: Buonaiuto va via in campo aperto, ma preferisce concludere debolmente dai 20 metri, ignorando completamente la sovrapposizione di Falzerano tutto solo sulla destra. Poco dopo Llorente cerca il dai e vai con Zielinski, ma la palla di ritorno del centrocampista polacco è imprecisa. Al 53’ Mario Rui si invola sulla corsia mancina, spiovente con palla che termina nei radar di Zielinski al termine di un batti e ribatti, ma il diro è murato dalla difesa dei grifoni. Passano pochi giri di lancette, gran palla di Zielinski per l’inserimento di Elmas, suggerimento al volo verso il palo più lontano ma non c’è nessuno per il tap-in vincente. Zielinski si fa sentire con un bolide da posizione impossibile, mentre un volitivo Insigne sfiora il tris con un destro a giro dal lato corto. Esordio di Demme, che prende il posto di Fabian davanti alla difesa. Falcinelli cerca di far valere i propri centimetri, mentre Manolas mette il corpo a smorzare la potenza di Konate. All’80’ Ospina controlla con la coda dell’occhio il diagonale di Falasco mentre esce oltre la linea di fondo, mentre Elmas impegna il portiere ospite con un tracciante a lunga gittata respinto con estrema reattività. Splendida azione personale di Allan, apertura di Callejon che impatta esattamente sulla linea di fondo trovando Elmas, pronto a calciare verso la porta imbattendosi nuovamente in un attento Fulignati.

NAPOLI-PERUGIA 2-0

Reti: 26’ pt Insigne rig., 38’ pt Insigne rig.

NAPOLI (4-3-3) Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Zielinski (28’ st Allan), Fabian (19’ st Demme), Elmas; Lozano (30’ st Callejon), Llorente, Insigne.
All: Gattuso

PERUGIA (3-5-2) Fulignati; Sgarbi, Gyomber, Falasco; Rosi, Falzerano, Carraro (26’ st Konate), Buonaiuto (10’ st Dragomir), Nzita; Iemmello (16’ st Melchiorri), Falcinelli.
All: Cosmi

Arbitro: Luca Massimi della Sezione AIA di Termoli

Note: Ospina (N) respinge un rigore a Iemmello (P) al 45’+2 pt. Ammoniti: Iemmello (P), Gyomber (P), Fabian (N). Corner: 6-2. Recupero: 2’ pt, 3’ st.


video Napoli - Perugia 2-0 - L'intervista ad Hysaj nel dopo gara


Napoli-Perugia 2-0. Vittoria di rigore: gli azzurri staccano il pass per i quarti di Coppa Italia

martedì 14 gennaio 2020 - 17:02 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Napoli Calcio


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO