martedì 18 dicembre 2018 - Aggiornato alle 19:44
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Napoli Calcio

Napoli - La rinascita di Adam Ounas: gol al Sassuolo e convocazione in Nazionale per la doppia sfida al Benin


Con Ancelotti già 151 minuti raccolti in tutte le competizioni. Superati quelli raccolti complessivamente in 38 gare di campionato nella scorsa stagione.

pavidas
   Foto Ssc Napoli

Il Napoli 2.0 di Carlo Ancelotti ha il volto giovane e smaliziato del talento algerino Adam Ounas, che senza mai una parola sopra le righe, ma attraverso il duro lavoro quotidiano si è guadagnato le copertine così come il premio della convocazione in Nazionale per doppia la sfida al Benin (12 e 16 ottobre) valida per le qualificazioni alla Coppa d’Africa. Un calciatore ritrovato, grazie alla maggiore fiducia riposta in lui da Carlo Ancelotti che gli ha dato ampio spazio valorizzandolo anche in posizioni diverse da quelle abituali.
L’ex stellina del Bordeaux ha sempre espresso il massimo delle proprie potenzialità da esterno alto di destra, dove può far sfoggio della propria tecnica individuale nello stretto, per poi andare alla conclusione con il piede preferito. Arrivato all’ombra del Vesuvio nell’estate 2017, non è riuscito a mettersi subito in evidenza anche in virtù di un minutaggio non eccessivamente adeguato. Confrontando i dati statistici relativi alle prime 8 gare ufficiali delle ultime due stagioni, il paragone è impietoso. Soltanto 25 minuti raccolti dal franco-algerino nello stesso periodo di tempo, entrando a gara in corso per sostituire Callejon nel match tra Napoli e Benevento che vedeva già i campani in vantaggio per 5-0 ed in assoluto controllo della gara. Poi la sparizione nell’oblio, titolare solo in Coppa Italia contro Udinese e Atalanta, e nella gara di andata di Europa League trasformatasi in una disfatta con il Lipsia che espugnava l’impianto di Fuorigrotta per 1-3. 368 minuti complessivi in tutte le competizioni, questo il misero bottino per un talento in erba alla ricerca di spazio e continuità per consacrarsi come elemento in grado di spaccare le partite in qualsiasi momento.



Con Carlo Ancelotti la musica è cambiata. Già 151 minuti raccolti tra Campionato e Champions League, superando dopo appena 2 mesi i 110 raccolti in 38 gare della scorsa edizione delle Serie A. Fiducia che cresce, ma soprattutto la consapevolezza di poter fare della duttilità la propria forza. Nell’ultima gara interna contro il Sassuolo, a sorpresa non va a far scorribande sulla propria corsia di competenza, ma agisce in posizione più centrale a supporto di Insigne. Più vicino alla porta, falso nove o seconda punta in costante dialogo con lo scugnizzo di Frattamaggiore. Il risultato? Primo pallone toccato, ed è subito gol. Spettacolare. Approfitta dell’involontario assist di Locatelli, sombrero con il destro a mandare al bar Magnani, e sassata con il piede preferito sotto la traversa. 180 secondi per festeggiare a dovere l’esordio dal primo minuto, e la consapevolezza che ogni singolo calciatore può essere importante per raggiungere gli obiettivi prefissi dalla società in estate. 8 cambi tra Liverpool e Sassuolo, con Adam Ounas ultimo calciatore in ordine di tempo a scendere in campo dall’inizio. Già 21 gli uomini scesi almeno una volta sul rettangolo verde da titolare, a dimostrazione di un organico folto e competitivo in grado di dar fastidio per la lotta Scudetto e recitare un ruolo di primo piano anche in Champions League.


martedì 9 ottobre 2018 - 10:48 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Napoli Calcio


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese