lunedì 16 ottobre 2017 - Aggiornato alle 22:51
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Napoli Calcio

Napoli-Feyenoord 3-1 | I tre tenori mandano il Napoli in paradiso, raggiunto lo Shakhtar sconfitto in Inghilterra

8° centro stagionale per Mertens, Insigne sale a quota 4 mentre Callejon non si ferma più: 6 complessivi e sempre a segno nelle ultime 4 contro Benevento, Lazio, Spal e Feyenoord.

pavidas

La notte è fatta per sognare, ed il Napoli vuole immediatamente mettere alle spalle l’inatteso ko di Kharkhiv per compiere un deciso passo in avanti verso il traguardo degli ottavi di finale. Napoli e Feyenoord si incontrano per la prima volta in un match ufficiale, e la squadra di Maurizio Sarri vuole assolutamente sfatare il tabù Olanda visto che l’ultimo successo contro una squadra orange risale addirittura al dicembre 1969 quando il Napoli si impone di misura sull’Ajax nell’allora denominata Coppa delle Fiere. Da quel momento soltanto bocconi amari con appena 2 pari e 3 sconfitte nelle successive sfide incrociate. Pur non avendo fatto bottino pieno nelle ultime 3 uscite casalinghe in Champions (play-off esclusi), gli azzurri hanno invece vinto 7 delle precedenti 8 gare interne affrontando un Feyenoord che ha invece perso 4 delle ultime 5 gare disputate lontano dal De Kuip.

Pochi i cambi di Maurizio Sarri rispetto alla trasferta di Ferrara: Maksimovic confermato anche a causa di qualche problema fisico accusato da Raul Albiol, mentre in mediana tornano dal primo minuto Jorginho ed Allan rimpiazzando Diawara e Zielinski finiti inizialmente in panchina. Rispetto al fragoroso tonfo casalingo contro il Nac Breda, Van Bronckhorst sistema St.Juste al posto dell’infortunato Botteghin al centro della difesa, con Haps che si sistema sulla corsia bassa sinistra in luogo di Nelom. Confermata la zona nevralgica del campo, Toornstra preferito a Kramer al centro dell’attacco con la freccia Berghuis che riprende il proprio posto abbandonato in Eredivisie per squalifica.

Velocità verticale è già il marchio dei primi minuti di gioco, con un lungo lancio dalle retrovie per Mertens che Tapia prova a sventare con un folle colpo di tacco che manda il folletto di Leuven dritto verso la porta. Il duttile centrocampista peruviano adattato a difensore centrale per l’infortunio patito in extremis da van der Hijden rimedia facendo valore la propria prorompente fisicità. Al 7’ il Napoli è già avanti grazie ad una perla di rara bellezza di Lorenzo Insigne che ruba palla ad Amrabat poco oltre il centrocampo , va via in progressione per poi infilare Jones con un gran destro all’angolino. Il Feyenoord prova a replicare con una conclusione di Boetius da posizione defilata che Reina blocca a terra senza problemi. Al 14’ inquietante svarione della difesa ospite con Mertens che vince un rimpallo con Diks con la sfera salvata dall’estremo difensore in uscita disperata. Poco dopo Ghoulam trova un corridoio per Mertens nell’inedita posizione di esterno sinistro, cross teso dove Ghoulam manca di un soffio la deviazione vincente a rimorchio. Berghuis ci prova dalla lunga distanza senza alcun esito, mentre il Napoli replica con una splendida azione da manuale del calcio: Koulibaly allarga sulla sinistra per Ghoulam, palla per il solito ma sempre imprevedibile movimento di Callejon sul quale St. Juste salva il risultato in spaccata. Al 40’ Insigne impegna severamente Jones. Passano soltanto pochi giri di lancette, Mertens disegna un triangolo con Callejon e scarica un tracciante che Jones non trattiene, arriva Jorginho imbattendosi nuovamente sui guantoni del portiere australiano.


Capitan Hamsik va vicino al gol che potrebbe sbloccarlo ma la sfera non inquadra la porta, quindi lancio con il contagiri di Jorginho per Insigne che calcia al volo con la sfera che accarezza la trasversale perdendosi oltre il fondo.   

La compagine olandese fa la frittata in avvio di ripresa con Diks che con un retropassaggio avventato serve a Mertens il più comodo degli assist per un perfetto diagonale che si infila sul secondo palo senza lasciar scampo a Jones. Poco dopo Allan rifinisce per la conclusione al volo di Callejon che non riesce a impattare perfettamente e l’azione sfuma. Reina non si distrae su una botta insidiosa di Berghuis dal limite, quindi El Ahmadi dal limite testa i riflessi sempre vivi del portierone spagnolo. Al 63’ Insigne lotta e recupera un gran pallone, quindi pennellata per Mertens che con un delizioso pallonetto sfiora l’incrocio dei pali. Il Napoli si diverte, Mertens dialoga nello stretto con Insigne, tentativo di restituire il pallone in un buco impossibile con un tacco d’alta scuola che la retroguardia olandese intercetta in extremis. Tra il 68’ ed il 70’ giungono gli episodi che fanno pendere definitivamente la bilancia a favore della squadra di Maurizio Sarri. Prima Berghuis combina con Amrabat, ed in area di rigore subisce un tocco leggero da parte di Ghoulam, per il direttore di gara è calcio di rigore con Reina a riscattare le incertezze di Ferrara tuffandosi alla propria sinistra ed allontanando con rabbia la battuta di Toornstra. Soltanto 120 secondi Mertens ruba palla a Vilhena da posizione molto interessante, suggerimento per Callejon che infila Jones con un tiro a incrociare ben calibrato. Reina salva nuovamente su Basacikoglu, quindi Koulibaly prima attiva la versione rifinitore per Zielinski murato dalla difesa, quindi va ad incornare su uno spiovente di un Allan sontuoso con la sfera che termina larga. In pieno recupero il Feyenoord trova il gol della bandiera approfittando di una disattenzione tra i centrali partenopei con Amrabat che non perdona Reina.

Dries Mertens si conferma sempre più bomber di razza grazie all’8° centro stagionale, Insigne sale a quota 4 mentre Callejon non si ferma più: 6 complessivi e sempre a segno nelle ultime 4 contro Benevento, Lazio, Spal e Feyenoord.     

 

NAPOLI – FEYENOORD 3-1

Reti: 7’ pt Insigne (N), 4’ st Mertens (N), 25’ st Callejon (N), 45’+3 st Amrabat (F)

NAPOLI (4-3-3) Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho (35’ st Diawara), Hamsik (25’ st Zielinski); Callejon (28’ st Rog), Mertens, Insigne.
A disp: Sepe, Ounas, Chiriches, Maggio.
All: Sarri

FEYENOORD (4-3-3) Jones; Diks, Tapia (33’ st van Beek), St.Juste, Haps; Amrabat, El Ahmadi, Vilhena; Berghuis (41’ st Larsson), Toornstra (24’ st Basacikoglu), Boetius.
A disp: Bijlow, Nelom, Tapia, Vente.
All: Van Bronckhorst

Arbitro: William Collum (SCO)

Note: Al 23’ st Reina para un calico di rigore a Toornstra (F). Ammoniti: Koulibaly (N), El Ahmadi (F), Berghuis (F), van Beek (F). Corner: Recupero: 0’ pt, 3’ st

video Napoli-Feyenoord 3-1 - Intervista ad Allan


martedì 26 settembre 2017 - 23:01 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO