Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Messina 4-1. Vittoria pirotecnica che sa di B, le vespe calano il poker

Romeo apre le marcature, Candellone chiude e Adorante con doppietta mette la firma sui tre punti. Al Vigorito basterà un punto per la matematica.

tempo di lettura: 4 min
di Davide Soccavo
30/03/2024 18:16:58

Vittoria con poker al Menti. Romeo apre le marcature, Candellone chiude e Adorante con doppietta mette la firma sui tre punti. Ormai Itaca è all'orizzonte. In virtù del pareggio del Benevento con il Monterosi, al Vigorito basterà un punto alle vespe per centrare la promozione.

Mister Pagliuca conferma il 4-3-3 con Thiam tra i pali. In difesa il tandem centrale composto da Bellich e Bachini, mentre sulla trequarti Mignanelli occupa la corsia mancina e Andreoni quella di destra. A centrocampo Leone viene supportato da Romeo e Pierobon, al posto di Buglio, alle spalle dei due esterni offensivi Candellone e Mosti. Adorante confermato punta centrale. 

Cronaca:

La prima azione arriva all’8: Mosti controlla il pallone e tenta il diagonale, ma termina di poco al lato. Pressing gialloblù nel primo quarto d’ora. Al 15' Romeo serve centralmenet Mosti, che serve nuovamente il numero 7, Fumagalli interviene e salva la propria porta. Le vespe gestiscono il gioco, ma peccano di poca cinicità sotto porta. I siciliani rimangono sulla difensiva. Regna l’equilibrio nella prima mezz’ora. Al 35’ la Juve Stabia sblocca l’incontro: cross dalla destra di Andreoni per Romeo che di testa insacca alle spalle di Fumagalli. Il Menti grida a gran voce il suo nome: il numero 7 mette a segno la quarta rete in questo campionato. Quattro minuti dopo le vespe chiudono i conti: Mignanelli controlla il pallone e arriva sul fondo, il pallone arriva tra i piedi di Adorante che calcia in porta, Fumagalli respinge, Candellone si avventa sul pallone e insacca. Fa festa il pubblico del Menti: il numero 27 sale finalmente a quota 10, agganciando temporaneamente il compagno Adorante. Al 43’ contropiede dei padroni di casa: Candellone corre sulla sinistra, dribbla in area, poi tenta un tiro a giro, che si spegne sul fondo. Il direttore di gara concede cinque minuti di recupero. Nel finale arriva anche il tris: passaggio alto dalla distanza di Mosti, che serve Adorante, l'attaccante controlla il pallone in area e mette in rete. Non c’è partita: l’ex Triestina, bomber delle vespe, sale a quota 11. Finisce qui: un primo tempo a senso unico, interamente tinto di gialloblù.

Nella ripresa passaggio filtrante per Adorante, l’attaccante tenta il pallonetto, ma la sfera termina di poco alta sopra la traversa. Al 6’ il numero 9 cala il poker: Mignanelli crossa al centro, invio scoordinato di Fumagalli, ne approfitta Adorante che calcia senza problemi in porta. Esultanza contenuta del giocatore. Tuttavia, sono 12 in questo campionato per il gioiello giunto nel mercato di gennaio. Al 12’ il Messina accorcia le distanze: Zunno fa partire un tiro cross per Luciani che di piatto mette in rete con il sinistro. Per il giocatore giallorosso è il terzo gol in questo campionato. Comincia a prendere fiato la squadra di Modica. Al 24’ la Juve Stabia si divora il quinto gol: Adorante serve in area Candellone, l’attaccante tutto solo calcia in porta, Fumagalli si rifugia in corner. Al 25' avanza il Messina: Scafetta calcia dalla distanza, Thiam respinge con le mani, poi arriva Zunno, Bachini allontana il pericolo. Al 29’ cross dalla sinistra di Mignanelli, Adorante arriva sul pallone di testa, l’estremo difensore giallorosso si salva in calcio d’angolo. «E tanto già lo so che l’anno prossimo gioco di sabato». Dalla Sud si innalza il coro, che celebra il possibile ritorno in cadetteria dopo quattro anni di assenza. I ritmi calano e le squadre non aspettano altro che la fine dell’incontro. Il direttore di gara concede tre minuti di recupero. Finisce qui: le vespe calano il poker e mettono un piede nella B. Si deciderà lunedì sera 8 aprile al Vigorito. 

Tabellino:

JST – MES 4-1

Juve Stabia (4-3-3): Thiam; Mignanelli, Bellich, Bachini, Andreoni; Romeo (La Rosa 45’s.t.), Leone (Gerbo 33’s.t.), Pierobon (Meli 26’s.t.); Candellone (Piscopo 26’s.t.), Adorante, Mosti (Piovanello 34’s.t.). A disp.: Esposito, La Rosa, Piscopo, Baldi, Meli, Guarracino, Garau, Gerbo, Folino, D’Amore, Erradi, Picardi, Marranzino, Stanga, Piovanello. All.: Guido Pagliuca

Messina (4-3-3): E. Fumagalli, Lia (Zona 30’p.t.), Polito, Dumbravanu, Ortisi (Salvo 10’p.t.), Scafetta, Franco, Rosafio (Luciani 1’s.t.), Emmausso (Ragusa 1’s.t.), Zunno, Plescia (Giunta 1’s.t.). A disp.: Piana, Zona, Firenze, Luciani, Signorine, Giunta, Salvo, Pacciardi, Cavallo, Fumagalli, Ragusa. All.: Giacomo Modica.

Arbitro: Mattia Caldera della sezione AIA di Como

Assistenti: Alessandro Parisi della sezione AIA di Bari e Marco Matteo Barberis della sezione AIA di Collegno

IV ufficiale: Antonio Spera della sezione AIA di Barletta

Ammoniti: Polito (M), Emmausso (M) Zunno (M)

Marcatori: Romeo (JS) 35’p.t., Candellone (JS) 39’p.t. Adorante 45+2’p.t. e 6’s.t., Luciani (M) 12’s.t.

Angoli: 5-2

Recuperi: +5’p.t., +3’s.t.

Video
play button

Juve Stabia - Crotone 1-1. Il commento a fine gara di mister Guido Pagliuca

«Il pubblico è stato spettacolare, questa è anche la vittoria di Castellammare. Abbiamo vinto un campionato difficile contro squadre organizzate e con una forte identità».

7 ore fa
share
play button

Castellammare - 'Democrazia e Partecipazione: il dovere del voto responsabile'. Incontro con Don Mau

14/04/2024
share
play button

Pompei - Dai nuovi scavi emerge un salone decorato con soggetti ispirati alla guerra di Troia

11/04/2024
share
play button

Juve Stabia - Accoglienza da BBBrividi al Menti per la squadra gialloblè

09/04/2024
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici