Cultura & Spettacolo
shareCONDIVIDI

Castellammare - Quisisana, due milioni e mezzo per il restauro e l'illuminazione artistica della facciata di Palazzo Reale

Questo è l’obiettivo del Parco Archeologico di Pompei, che in sinergia con l’amministrazione comunale e con l’unità Grande Progetto Pompei, ha candidato al Pnrr il rilancio della storica reggia borbonica. Altri due milioni sono stati richiesti per il recupero del Parco botanico di Quisisana, per valorizzare l’accoglienza nell’hub museale.

tempo di lettura: 2 min
di red
16/01/2022 14:07:37

Due milioni e mezzo per la Reggia. È l’obiettivo del Parco Archeologico di Pompei, che in sinergia con l’amministrazione comunale di Castellammare di Stabia ha candidato all’avviso pubblico del Ministro per il Sud Mara Carfagna tre progetti per la riqualificazione del Palazzo Reale di Quisisana, sede del Museo Archeologico Libero D’Orsi. Con le opportunità che si presentano attraverso il Pnrr mediante lo strumento del Contratto Istituzionale di Sviluppo (Cis) proposto dal Ministro Carfagna, l’Unità Grande Progetto Pompei ha incluso anche Castellammare tra i siti del Parco che potrebbero beneficiare del finanziamento derivante dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. E a tal proposito, all’avviso pubblico sono stati candidati il restauro conservativo della facciata e l’illuminazione artistica permanente di Palazzo Reale, due progetti per un totale di circa 2 milioni e mezzo di euro, che costituirebbero un toccasana per il rilancio della storica reggia borbonica, che si accinge a diventare un hub museale di alto profilo, con una forte vocazione turistica e culturale. Il terzo progetto del Parco Archeologico riguarda la riqualificazione del Parco botanico, che va ad aggiungersi al progetto dell’amministrazione comunale per il recupero della selva reale di Quisisana e delle Fontane del Re. Un vero e proprio rilancio del polmone verde di Quisisana, per il quale il Parco chiede circa 2 milioni mentre il Comune ne chiede 8 per il recupero anche delle Fontane e delle scale monumentali. L’interesse forte per Quisisana rivela anche l’impegno profuso in queste settimane dal professore Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Pompei, e dalla dottoressa Maria Rispoli, direttrice del Museo Archeologico Libero D’Orsi, che hanno lavorato alle schede da candidare, interloquendo con l’Unità Grande Progetto Pompei e con l’amministrazione comunale di Castellammare per dare risalto all’intera area di Quisisana, allo scopo di potenziare i livelli di accoglienza al Museo. L’hub museale di Quisisana, tra l’altro, andrà presto ad avvalersi dell’ampliamento del Museo Archeologico nelle altre sale assegnate al Parco e di un caffè letterario all’interno della storica colombaia, che sarà presto restaurata. In questo contesto si innestano anche la realizzazione del Museo Civico e il restyling di viale Ippocastani, per i quali sono stati già presentati i progetti da portare a compimento con i fondi Pics intercettati dall’amministrazione comunale.

Video
play button

Castellammare - Cupptie inaugura i nuovi locali ed amplia l'offerta culinaria

Pesce, carne ed un'ottima pizza serviti in un rinnovato locale al centro della città.

24/05/2022
share
play button

Castellammare - Gli studenti ricordano le vittime innocenti di mafia e terrorismo

09/05/2022
share
play button

Castellammare - San Catello, torna la processione del santo patrono di Stabia

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Lo storico organo della Cattedrale tornerà a suonare

09/05/2022
share
Tutti i video >
Cultura & Spettacolo







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici