martedì 26 gennaio 2021 - Aggiornato alle 18:17
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Castellammare - Fratielle e Surelle, stanotte la prima stella. Voce votiva nei rioni nonostante il divieto


Polemiche per la proposta del sindaco di "spostare" la tradizione sui social.

pavidas
   Immagine di repertorio del 2017

In tempo di Covid la tradizione stabiese di Fratiell e Surelle diventa social. Ieri il sindaco Gaetano Cimmino ha annunciato che, dopo lo stop alla tradizione di lanciare la voce per le strade della città, sulle pagine facebook del Comune – alle 5 in punto del mattino – ci sarebbe stata «una speciale diretta differita, con voce registrata, dedicata alla “primma stella d''a Maronna”».

L’idea, quindi, è quella di «non interrompere la tradizione, condividendo ogni mattina la propria “stella”, in un momento di unità sociale per accendere animi e speranze». E alle 5 del mattino è stato quindi pubblicato il video con la voce votiva registrata di Gennaro Esposito di via Regina Margherita.

Un’idea molto criticata dai cittadini, tanto che in quasi tutti i quartieri della città i devoti sono comunque scesi in strada a “dare la voce”, in qualche caso anche con lo scoppio di petardi. Non c’è stata comunque la solita folla di persone al seguito, ma la classica voce in strada è stata comunque lanciata.

Non è dunque piaciuta l’idea del “fratielle e surelle” virtuale, criticata anche dal consigliere comunale di maggioranza Ernesto Sica.


«È moralmente giusto che il popolo che ha amato e venerato Maradona, ai limiti del profano, in questo momento sia davanti al "santuario" del calcio parthenopeo, lo Stadio San Paolo, per piangere e ricordare il proprio Idolo indiscusso anche contravvenendo alle norme anti-covid» ha detto Sica ieri sera dopo l’annuncio della morte del Pibe de oro. «Come sarebbe giusto permettere ai (pochi e non assembrati) fedeli, che osservano il voto alla Madonna Immacolata,  di poter "dare" la voce di FRATIELL E SURELL nei quartieri di Castellammare». Ed è questo, in effetti, il pensiero di tanti in città.

Giusto evitare gli assembramenti, ma pare al quanto paradossale vietare una tradizione - senza nemmeno cercare di regolamentarla per evitare contatti tra le persone – quando poi ogni giorno, nonostante le ordinanze ed i divieti, si assiste ad affollamenti all’interno e all’esterno di esercizi commerciali o proprio in strada.


news Castellammare - Fratiell e Surell, la tradizione divide gli stabiesi durante la pandemia


Castellammare - Fratielle e Surelle, stanotte la prima stella. Voce votiva nei rioni nonostante il divieto

giovedì 26 novembre 2020 - 08:48 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca

Castellammare - Allarme bomba all'ufficio postale, paura in via Plinio il Vecchio

Boscoreale - Covid, aumento di guariti e impennata di contagi. Incremento tra i ragazzi e gli scolari

Campania - Covid, in leggero calo curva dei contagi

Castellammare - Cinghiale morto sulla spiaggia del litorale di via De Gasperi

Castellammare - PD: «Senza legalità non ci può essere sviluppo»

Castellammare - Allarme sicurezza, riunione in commissariato

Torre del Greco - Covid: sindaco annuncia un altro decesso

Castellammare - Ripartono le scuole, ritornano i genitori incivili ed impuniti

Castellammare - Clan smantellato, Cuomo (Circolo della Legalità): «La lotta alla camorra non conosce sosta»



Sponsor
dg informatica adra bcp auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp Berna auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO

StabiaChannel.it
StabiaChannel TV

I PIÚ VISTI DELLA SETTIMANA