Cronaca
shareCONDIVIDI

Castellammare - Coronavirus, arrivano i premi di produttività per il personale sanitario del San Leonardo

Fsi-Usae e Nursing-up: «Decisione che mortifica i lavoratori e antisindacale»

tempo di lettura: 2 min
28/02/2021 12:15:37

Arrivano i premi per la performance per il personale dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. La Direzione Sanitaria ha confermato l’arrivo in busta paga di nuovi fondi per coloro che hanno raggiunto gli indicatori della performance e della produttività. I premi arriveranno in quattro diverse tranche fino al prossimo anno. Ma è una soluzione che ai sindacati non piace.

Solamente qualche settimana fa i rappresentanti sindacali di Fsi-Usae e Nursing-up avevano chiesto insistentemente alla Direzione di provvedere a riconoscere questi premi al personale dopo che nel mese di gennaio in busta paga non erano stati pagati con le prerogative pattuite. «È un dovere più morale che sindacale viste le condizioni nelle quali stanno lavorando medici ed infermieri in piena pandemia» scrissero in una missiva.

E dopo la comunicazione dell’azienda circa le modalità individuate per l’erogazione del premio (in quattro tranche), ritornano alla carica sottolineando che in questo modo si «mette pesantemente le mani in tasca a quei i lavoratori che il virus lo combattono quotidianamente e in questo lottare si sono gravemente infettati o hanno perso la vita . Per quanto sopra sentiamo l’obbligo morale - più che il dovere sindacale - di stigmatizzare fortemente una disposizione che sbeffeggia gli operatori sanitari oltrepassando ogni cognizione umana, poiché questa decisione unilaterale mortifica un accordo intrapreso proprio in delegazione trattante tra Azienda e Sindacati. Quanto sopra nella contezza che i lavoratori hanno purtroppo anche necessità contingenti legate a spese correnti ogni mese (e non ogni trimestre) e la contrattazione serviva proprio a strutturare lo stipendio dei lavoratori».

Ma non è tutto. Per i sindacati la decisione dell’azienda «risulta in contraddizione con gli obiettivi legati all’emergenza Covid 19 ossia tutte quelle priorità che hanno costretto l'ASL NA 3 SUD a riprogrammare gli obiettivi aziendali con la conseguenza che molte divisioni sono state accorpate e/o riconvertite e che altri presidi ospedalieri sono stati riorganizzazioni in COVID HOSPITAL. In buona sostanza la produttività , le prestazioni sanitarie ed i risultati che dovevano essere raggiunte dalle vari unità operative sono andate a farsi benedire essendo dirottate verso l'obiettivo prioritario di combattere la Sars-Cov 2».

Per Fsi-Usae e Nursing-up la nota dell’ASL che comunicato le modalità di erogazione del premio «è antisindacale poiché disattende un accordo tra Azienda e la delegazione trattante sminuendo propriamente il ruolo delle sigle sindacali. Questo non è solo uno schiaffo agli operatori sanitari (che stanno tutt’oggi combattendo la pandemia) ma anche a chi li rappresenta , infatti eventuali modifiche andavano motivate ed eventualmente intraprese solo in delegazione trattante».

Ecco perché ora chiedono «l'erogazione delle incentivazioni, con le prerogative pattuite, ovvero tramite cadenza mensile e già dal prossimo mese di febbraio 2021 inserendo correttamente anche il mancante arretrato del mese corrente ( gennaio 2021)».

Video
play button

Juve Stabia - Altra vittoria per le vespe. Mister Padalino predica calma

Le parole del tecnico delle vespe al termine dell'importante vittoria della sua squadra a Caserta.

18/04/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino mette nel mirino la Caserta ed i playoff

17/04/2021
share
play button

Campania - La situazione sui contagi, sulla scuola e soprattutto sulla campagna vaccinale

16/04/2021
share
play button

Passione Gialloblù, XXVII puntata. Ospite della serata Gigi Pavarese

13/04/2021
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici