mercoledì 22 febbraio 2017 - Aggiornato alle 13:59
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Politica & Lavoro

Castellammare - Case popolari occupate senza titolo, tremano 200 famiglie

Hanno sottoscritto una petizione popolare. Chiedono al comune una delibera per la sanatoria.

pavidas

Comune di Castellammare fermo e oltre 200 famiglie in tutta la città rischiano di essere sfrattate. Si tratta di coloro che negli anni passati hanno occupato, o "ereditato" un appartamento nelle case popolari e non hanno poi regolarizzato con l'IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) la loro posizione. La situazione più difficile è al rione CMI, e precisamente in via Venezia dove sono una novantina le famiglie che rischiano di essere sfrattate

«Il nostro Comune - hanno spiegato alcuni cittadini - non ha ancora predisposto la delibera per la sanatoria agli alloggiati senza titolo. E' una vergogna. Tra tutti i comuni della provincia di Napoli il nostro non ha fatto nulla in proposito. E' una vicenda che va avanti da anni, già da quando era Bobbio il sindaco».

Il 22 gennaio scorso, per chiarire la situazione  e per decidere il da farsi, si sono incontrati tutti presso il teatro della chiesa Sant'Agostino del rione CMI. A supportarli c'erano Roberto Calafati, sindacalista del Sunia, e l'avv. Antonio Giordano proprio dell'IACP.



«In Campania abbiamo avuto tre leggi regionali per regolarizzare questo tipo di situazioni- disse  Roberto Calafati, sindacalista del Sunia- I Comuni dovevano dare soltanto il parere alla sanatoria, le verifiche sui requisiti spettano a una commissione provinciale. In tutti i Comuni c’è stato, a Castellammare no. Avemmo un incontro con l’ex sindaco Nicola Cuomo, ci assicurò che avrebbe esaminato la situazione, ma la delibera non c’è mai stata e poi l’amministrazione comunale è caduta. A Gragnano pure c’era il commissario prefettizio quando abbiamo lavorato a questa sanatoria, la situazione si è risolta in cinque minuti». 

Nei giorni scorsi, quindi, hanno inviato una petizione al commissario straordinario Claudio Vaccaro per cercare di smuovere le acque e fare in modo che a Castellammare il comune prenda una posizione.


Un momento della riunione del 22 gennaio scorso


domenica 14 febbraio 2016 - 10:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO