Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - Stabilimento ex Meb a Torre Annunziata. PD: «Tiriamo un sospiro di sollievo insieme ai lavoratori»

Previsto l’intervento della Cassa Depositi e Prestiti a sostegno della acquisizione del sito a cui farà seguito la locazione a favore del Gruppo Vescovini

tempo di lettura: 2 min
16/04/2021 16:53:41

«Abbiamo individuato due aree nel comprensorio stabiese, con una distanza di circa 12 km da Castellammare». L'annuncio è stato dato questa mattina nel corso del consiglio comunale direttamente da Alessandro Vescovini, l'imprenditore che aveva presentato una proposta di assunzione agli ex lavoratori della Meridbulloni di Castellammare di Stabia. Una vicenda continuata anche dopo nel corso di una riunione svoltasi tra l’Assessorato alle Attività Produttive e Lavoro della Regione Campania, il MiSE e la SBE Sud, dove si è dato seguito a quanto più volte auspicato, prevedendo l’intervento della Cassa Depositi e Prestiti a sostegno della acquisizione del sito a cui farà seguito la locazione a favore del Gruppo Vescovini che provvederà rapidamente agli interventi di ristrutturazione ed adeguamento.

«Come Partito Democratico stabiese, in sinergia con il gruppo consiliare regionale del PD che ringraziamo per l’attenzione e la collaborazione prestata in tutte le sedi, non abbiamo mai arretrato di un millimetro - si legge in una nota - La nostra città, e più in generale Il nostro comprensorio, non potevano perdere l’ennesima attività produttiva. Anche durante il Consiglio Comunale di questa mattina abbiamo fatto sentire la nostra voce su questa specifica vicenda e più in generale sulle difficoltà legate al mondo del lavoro. La vertenza della MEB ha di fatto riacceso i riflettori sulle grave crisi che il comparto produttivo ed industriale sta vivendo da decenni nella nostra città con la conseguenziale perdita di occasioni di lavoro per i nostri cittadini. È compito della politica tutta creare le migliori condizioni per intercettare investimenti e soprattutto investitori affinchè Castellammare torni ad essere terra di lavoro e di legalità. Pensare che una città come la nostra di circa 65.000 abitanti e con un’area territoriale di influenza di almeno altre 100.000 persone possa vivere di solo turismo è semplicistico, miope, fuorviante. Non possiamo prescindere dalla ricerca di opportunità di lavoro mettendo in campo una politica indirizzata verso lo sviluppo delle tecnologie che la modernità dei tempi ci impone.
Nel contempo continueremo a vigilare sul destino dell’area di Corso De Gasperi, affinchè l’impegno assunto dal Consiglio Comunale del 21 dicembre scorso e ribadito nella seduta odierna non subisca bruschi cambi di opinione».

Video
play button

Castellammare - Affreschi trafugati restituiti al Parco Archeologico di Pompei. Tre alla Reggia

La riconsegna è avvenuta nel Museo Archeologico Libero D’Orsi. Gli interventi di Massimo OSANNA Direttore Generale dei Musei del Ministero della Cultura, Gabriel ZUCHTRIEGEL Direttore Generale del Parco Archeologico di Pompei, del Generale di Brigata Roberto RICCARDI, di Laura PEDIO, Procuratore Aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Milano e del sindaco Gaetano CIMMINO.

1 ora fa
share
play button

Dialogo sui 24 CFU abilitanti all'insegnamento con il Giudicante messinese virtualmente competente

11 ore fa
share
play button

Juve Stabia - Verso il playoff col Palermo, le parole di mister Padalino

17/05/2021
share
play button

Castellammare - Legambiente e Forum dei Giovani ripuliscono l'arenile

16/05/2021
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici