Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - Rivoluzione scuole, accorpati III circolo con la Bonito-Cosenza e IV circolo con la Denza

Nascono due nuovi istituti comprensivi in città per far fronte all’emergenza relativa al tasso di natalità in costante diminuzione sul territorio cittadino e al rischio che quattro scuole possano perdere l’autonomia scolastica. La decisione all’esito di un tavolo di confronto tra l’assessore Romano e i dirigenti scolastici.

tempo di lettura: 2 min
di red
13/10/2021 19:55:22

Due nuovi istituti comprensivi a Castellammare di Stabia. La scuola Bonito-Cosenza sarà accorpata al III circolo San Marco. Stesso destino per la scuola Denza e il IV circolo dell’Annunziatella. La delibera di giunta per la revisione della rete scolastica cittadina è stata approvata oggi, all’esito di un tavolo di confronto che nei giorni scorsi ha visto protagonista l’assessore Maria Romano con i dirigenti scolastici per stabilire le modalità operative mirate ad assicurare il rispetto delle linee guida regionali per il dimensionamento scolastico. Se quest’anno infatti l’autonomia si consegue con un minimo di 500 iscritti, dal prossimo anno il numero minimo sale nuovamente a 600 alunni iscritti, ragion per cui gli accorpamenti si sono resi necessari per consentire ai nuovi istituti comprensivi di godere di un’autonomia scolastica a lungo termine, con oltre mille iscritti attualmente a regime.

“Le scelte - spiega il sindaco Gaetano Cimmino - sono state adottate nel rispetto dei principi di territorialità, prevedendo due nuovi istituti rispettivamente nel quartiere San Marco e nella zona nord della città, che vanno ad aggiungersi agli istituti comprensivi già esistenti del Wojtyla, della Di Capua e della Panzini, mentre restano autonomi senza accorpamenti soltanto la Basilio Cecchi e la Stabiae, che dispongono di un numero di iscrizioni già ampiamente superiore ai minimi consentiti”.

In particolare, nel corso del tavolo di confronto con le dirigenti scolastiche è stato studiato il fenomeno della natalità in decremento sul territorio cittadino, al punto che nel 2019 sono appena 496 i nuovi nati a Castellammare, a fronte dei 617 del 2016, prossimi iscritti alla prima elementare nell’anno scolastico 2022-2023. I due nuovi istituti comprensivi sono stati, dunque, costituiti tenendo conto dei principi di territorialità, recependo le proposte dei dirigenti scolastici, pervenute durante il tavolo permanente indetto dall’assessore Maria Romano, in quota Fratelli d’Italia, per allineare le scuole di Castellammare di Stabia alle linee guida regionali in materia di autonomia e dimensionamento scolastico.

“Il tavolo permanente con i dirigenti scolastici - conclude il sindaco Cimmino - andrà avanti all’insegna della cooperazione e dell’unità d’intenti, con la regia dell’assessore Romano, per dare seguito alle iniziative già intraprese e lavorare insieme per garantire un servizio sempre più efficiente per tutto il personale scolastico e per i nostri studenti, una solida base per costruire il presente e il futuro della nostra città”.

Video
play button

Passione Gialloblù, crisi nera per la Juve Stabia. L'analisi del momento

Ore calde in casa Juve Stabia. A Passione Gialloblù analizziamo il momento di crisi delle vespe certificato dalla sconfitta con il Picerno e dal successivo esonero di mister Novellino. Con noi i giornalisti Francesco Sabatino (Metropolis) e Gianluca Cascione (Gazzetta del Mezzogiorno). Intervento anche del Presidente dell'Associazione StabiAmore, Gianfranco Piccirillo. Da non perdere i consigli per scommettere con Domenico Ferraro.

19/10/2021
share
play button

Juve Stabia - Altobelli nel dopo gara: «Zero alibi, dobbiamo star zitti e pedalare»

17/10/2021
share
play button

Juve Stabia - AZ Picerno 2-3 - Novellino. «Il giocattolo non si è rotto». Tecnico esonerato

17/10/2021
share
play button

Juve Stabia - La conferenza stampa di mister Novellino alla vigilia della gara contro il Picerno

16/10/2021
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici