Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - Ispezione al San Leonardo, i sindacati precisano: «Ben venga, purché non sia preparata a tavolino»

Scettici i sindacati sanitari sulla proposta di Fratelli d'Italia di chiedere un'espezione al San Leonardo del Ministro Giuiia Grillo.

tempo di lettura: 2 min
di Raimondo De Luca
06/11/2018 16:37:54

Ispezione del Ministero della Salute all'ospedale 'San Leonardo'? Ben venga, purché sia 'a sorpresa' e non programmata a tavolino. È questo il pensiero di alcuni dei sindacati sanitari del nosocomio stabiese.

Proprio ieri gli esponenti locali di Fratelli d'Italia Carmela Rescigno e Michele Aprea avevano annunciato la loro volontà di presentare un'interrogazione parlamentare al ministro della Salute Giulia Grillo per chiedere un controllo accurato nella struttura. «Un'iniziativa lodevole nel caso in cui il governo decida di controllare - spiega a StabiaChannel.it il rappresentante di Nursing Up Michele Costagliola -, ma dovrebbe essere compiuta senza preavviso, senza dar modo alla direzione di stendere tappeti rossi. Solo così chi di dovere potrebbe mettere a nudo tutte le carenze che affrontiamo quotidianamente. Dal canto nostro - prosegue il sindacalista -, ribadiamo che negli ultimi mesi non è cambiato nulla. Siamo fermi. L'osservazione breve intensiva non ha aperto, così come il pronto soccorso pediatrico, i reparti di neurologia, oculistica e otorinolaringoiatria non ci sono più».

Il segretario provinciale di Fsi Usae Antonio Cascone, dal canto proprio, ricorda perfettamente l'ultima visita della Grillo al San Leonardo: «Era in primavera, si era appena insediata - ci racconta -, fui proprio io a gridare che le stavano facendo vedere solo quello che volevano loro. Del resto quando ha annunciato il suo arrivo la direzione generale ha richiamato in servizio anche i morti - ironizza -. Per avere un riscontro efficace bisognerebbe usare metodi dei politici 'vecchio stampo', quelli che si mettevano in fila con i pazienti, a volte anche vestiti da barboni. Così si verifica l'efficienza di un ospedale». Quella del personale, comunque, è una delle piaghe più sentita dagli stessi operatori sanitari: «Per il momento non ci saranno nuove assunzioni - precisa Cascone -, ce l'ha detto il direttore sanitario con il quale ci siamo riuniti proprio stamattina. Tutto quello che si farà sarà spostare infermieri già privi di Oss da un reparto all'altro, ma così il problema rimane». Quale soluzione, dunque? «Pochi giorni fa abbiamo incontrato la direttrice dell'Asl Napoli 3 Sud Antonietta Costantini, le linee guida le detta lei. Ci ha detto che presto arriveranno infermieri dai concorsi effettuati al Cardarelli, ma passeranno mesi, nel frattempo come teniamo botta alle emergenze?». La domanda, ad oggi, non trova risposta. In attesa di un ispezione che potrebbe far saltare il banco.

Video
play button

Castellammare - Gli studenti ricordano le vittime innocenti di mafia e terrorismo

A trattare il delicato quanto importante argomento c’erano Federico Cafiero De Raho, ex procuratore nazionale antimafia, ed il presidente della fondazione Polis Don Tonino Palmese.

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Cupptie inaugura i nuovi locali ed amplia l'offerta culinaria

24/05/2022
share
play button

Castellammare - San Catello, torna la processione del santo patrono di Stabia

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Lo storico organo della Cattedrale tornerà a suonare

09/05/2022
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici