venerdì 19 aprile 2019 - Aggiornato alle 20:28
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Politica & Lavoro

Castellammare - Fincantieri assente in consiglio, ma ha ricevuto l'invito solo ieri alle 12


Di Martino: «Valuteremo gli atteggiamenti di azienda e giunta regionale. Non dobbiamo essere servi di nessun padrone».

pavidas

Se Fincantieri è risultata assente al consiglio comunale di questa mattina, altrettanto hanno fatto anche diversi onorevoli, espressione del territorio stabiese. In aula, come abbiamo scritto in un precedente articolo, è presente Carme Di Lauro del Movimento 5 Stelle. Pesanti le assenze di altri esponenti del governo che però hanno fatto pervenire il loro messaggio di vicinanza alla causa. Tra questi quelli di Iannone, Manzo, Pentangelo, Vitiello. Oggi a Montecitorio si vota il decreto su quota 100, in molti si sono detti assenti per questo. Il presidente del consiglio, Vincenzo Ungaro, ha letto le loro lettere, tutti si dicono disponibili alla stesura del patto per rilanciare lo stabilimento.

Un altro operaio dal pubblico rivolgendosi al sindaco, urla: «Perché non parli con gli operai, perché non ti confronti con noi? Siamo figli di Dio minore noi?». Ovviamente nessuna risposta è arrivata dal sindaco. L’assise non è luogo di confronto tra le istituzioni ed i cittadini. Per questo ci sono altre sedi e modi.

Ad intervenire in aula è stato poi il consigliere comunale di minoranza Andrea Di Martino. «Non mi oppongo certo alla cittadinanza onoraria a Fincantieri, ma ad oggi dall'azienda non ci arrivano risposte. Il precedente piano industriale prevedeva la cancellazione di Castellammare, oggi accogliamo le parole di Bono, del sindaco, ma in riunione capigruppo i sindacati ci dicono che la svolta nei fatti ancora non c'è.


E a noi interessano gli atti, non le parole. Fincantieri non può permettersi di non avere attenzione per questo cantiere. Per avere l'attenzione dell'azienda ci sarebbe stato bisogno di rappresentati regionali e nazionali, questo non è successo, e l'attenzione di Fincantieri non c'è».

E’ giallo sull’invito a Fincantieri. Secondo quanto apprendiamo, infatti, sembra che la lettera all’azienda con la richiesta di partecipazione sia stata inviata poche ore prima dell’appuntamento consiliare. Una leggerezza su cui si sofferma lo stesso Di Martino. «L'azienda non può ricevere l'invito ieri a mezzogiorno, così diamo l'alibi a loro per essere assenti. Presenterò un emendamento, Castellammare deve avere le sue commesse, con sigla stabiese. Per questo la Regione faccia il proprio ruolo. C'è bisogno di questi segnali, non di cittadinanze per incensare Bono. Bono lo valuto per quello che farà per la città, non lo elogio inutilmente. Ad oggi noi siamo soli».

Il tono dell’intervento di Di Martino si fa quindi accesso. «Valuteremo gli atteggiamenti di azienda e giunta regionale. Nel caso non ci convincano, dobbiamo essere avversari della Regione, perché loro saranno avversari della città. Non dobbiamo essere servi di nessun padrone».


news Consiglio comunale su Fincantieri, assente azienda e Regione Campania. Cimmino si appella a Di Maio

news Fincantieri, «chi doveva esserci non c'è». In aula la rabbia degli operai. Nastelli: «Assenza grave»

giovedì 21 marzo 2019 - 11:59 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese