lunedì 22 aprile 2019 - Aggiornato alle 10:50
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Politica & Lavoro

Castellammare - Caos rifiuti, è scontro fra Scafarto e Andrea Di Martino. L'assessore: «Fa bene a preoccuparsi»


«Mi chiedo perché Andrea Di Martino non ha mai chiesto, da vicesindaco, che si facesse luce sulle assunzioni di dipendenti stagionali nel servizio di raccolta differenziata quando occupava un ruolo di primo piano in città»

pavidas

Botta e risposta fra l'assessore Gianpaolo Scafarto e il consigliere comunale Andrea Di Martino in merito al caos igiene urbana delle ultime ore. L'ex maggiore dei carabinieri non ha gradito le dichiarazioni rilasciate questa mattina dal consigliere che chiedeva «chiarezza sulle assunzioni e sui reati ambientali nello smaltimento dei rifiuti». Nel tardo pomeriggio di oggi è arrivata la risposta di Scafarto che ha rispedito al mittente tutte le accuse elencando le iniziative messe in campo dall'amministrazione comunale nel primo anno di governo: «Sulla vicenda rifiuti noi abbiamo scoperchiato il vaso di Pandora. Mentre chi ha governato la città in passato fa bene a preoccuparsi. Fa bene a preoccuparsi perché con noi non accadrà mai quello che è accaduto nell’estate 2017, quando furono 'impostate' le assunzioni dei dipendenti stagionali all’interno della ditta dei rifiuti. Non accadrà mai che i lavoratori si ritrovino con 14 mensilità arretrate del fondo pensionistico PreviAmbiente. Non accadrà mai che si accumuli un debito fuori bilancio come quello di Ego Eco, società che deteneva in passato l’appalto della nettezza urbana, con cifre prossime ai 2 milioni di euro. Un salasso per i cittadini, un esempio della cattiva gestione amministrativa del passato».

«Fa bene a preoccuparsi per il modo scellerato con il quale l’amministrazione di cui era vicesindaco si è comportata nella gestione della vicenda rifiuti - tuona Scafarto -. Fa bene a preoccuparsi perché intanto noi continueremo a fare chiarezza e a fare pulizia». «Nelle settimane successive al mio insediamento, ho redatto una relazione contenente tutte le inadempienze rispetto al capitolato di gara, inadempienze sfuggite ai precedenti amministratori. Ho sollecitato la ditta a migliorare il servizio perché il nostro unico interesse consisteva nel garantire tutti i servizi richiesti ai cittadini.


Insieme al sindaco e alla maggioranza, abbiamo promosso la convocazione di un consiglio comunale ad hoc. La leggerezza che ha contrassegnato la precedente gestione amministrativa non ci riguarda» conclude l'ex maggiore dei carabinieri. 

Ma Andrea Di Martino non è rimasto a guardare e affida a Facebook il suo pensiero a riguardo: «Io sono stato il primo e l'unico da Vicesindaco a recarmi in Procura e a chiedere chiarezza sulle assunzioni nelle società affidatarie del Comune. Proprio sulle assunzioni si è consumata la mia esperienza in quella amministrazione, da cui rassegnai le dimissioni. Collezionerò le repliche dell'Amministrazione Cimmino ai miei comunicati e scriverò il libro, la saga delle pietose bugie della giunta Cimmino. Che su questo fa solo chiacchiere, prima all'opposizione e ora al governo. Fino ad ora ho solo ascoltato parole vuote, pronte ad essere rimangiate a convenienza. Sui 250.000 euro di cui parla Scafarto francamente non capisco manco a cosa si riferisce. Io ho sempre e solo rispettato ed applicato la legge e di questo ne vado fiero ed a testa alta. Per questo invoco la chiarezza da cui io di certo non ho nulla da temere».

L'indagine relativa alla gestione rifiuti di Castellammare anima quindi il dibattito politico. La maggioranza di Gaetano Cimmino prova ad allontanare tutte le accuse e a rivendicare la chiarezza e la trasparenza utilizzata nei primi giorni di governo. Un giro di accuse fra vecchi e nuovi amministratori mentre le forze dell'ordine continuano nel proprio lavoro. Dalle assunzioni clientelari fino allo smaltimento illecito dei rifiuti: gli inquirenti vogliono chiudere il cerchio il prima possibile.


news Castellammare - Smaltimento illecito rifiuti, Scala e Di Martino: «Si faccia subito chiarezza»

news Castellammare - Presunte assunzioni pilotate in Am Tecnology, il caso finisce in Parlamento

sabato 13 aprile 2019 - 20:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese