Napoli Calcio
shareCONDIVIDI

Tossani analizza il Napoli di Rudi Garcia: «Cambiati alcuni principi di gioco, vedremo se produrranno effetti positivi»

Con il giornalista e Match Analyst di "Tuttosport" e fondatore di " lagabbiadiorrico.com", abbiamo analizzato il nuovo Napoli di Rudi Garcia dopo queste prime tre giornate di campionato.

tempo di lettura: 2 min
di Aurora Levati
09/09/2023 14:38:02

Con Michele Tossani, giornalista e Match Analyst di "Tuttosport" e fondatore di " lagabbiadiorrico.com", abbiamo analizzato il nuovo Napoli di Rudi Garcia dopo queste prime tre giornate di campionato.

Come vedi questo nuovo Napoli?
Si vede che non è il Napoli di Spalletti. Sono cambiati alcuni principi di gioco, come ci si attendeva. La squadra ora è più verticale e cerca meno di manipolare l'avversario tramite il possesso. Prima l'obiettivo era quello di avvicinarsi alla porta occupando gli spazi fra i giocatori avversari, tenendo in più l'arma dell'attacco alla profondità. Adesso invece la palla in verticale sembra essere diventata la prima opzione. Poi c'è la questione Lobotka: se dovesse giocare da secondo mediano renderà come l'anno scorso da play? Vedremo nel lungo periodo se questi cambiamenti produrranno effetti positivi o se Garcia dovrà aggiustare qualcosa.

Che apporto potrebbero dare i nuovi innesti?
È presto per dirlo. Giornalisticamente dobbiamo stare sull'attualità, ma è ancora troppo presto per capire bene l'apporto dei nuovi, dopo sole tre giornate di campionato. Come verrà sostituito Kim in costruzione? Sarà Natan il titolare? Sono curioso di vedere all'opera Lindstrom.

Quale sarà il giocatore che verrà messo maggiormente in luce dal gioco del nuovo tecnico?
Osimhen è un attaccante verticale e, in teoria, con più campo davanti, dovrebbe ulteriormente svilupparsi in questo modello di gioco. Sempre che la squadra continui a servirlo nei tempi e nei modi giusti. Ad oggi c'è stata troppa frenesia nel volerlo lanciare in profondità e alcune giocate appaiono forzate.

Che campionato di Serie A ti aspetti?
Un campionato più aperto dell'anno scorso, ma non so dirti se migliore. Alla fine a contendersi il titolo dovrebbero essere le solite, vale a dire Napoli, Inter, Milan e Juventus. La Juve non ha nemmeno le coppe, quindi potrà concentrarsi solo sul campionato. La differenza fra le prime e le altre credo sia rimasta sostanzialmente invariata. Fra le possibili sorprese mi aspetto molto dal Bologna di Thiago Motta.

Video
play button

astellammare - Vicinanza si insedia, a Palazzo Farnese la proclamazione degli eletti

«Dobbiamo lavorare su un doppio binario: quotidianità e progettualità. Bisogna restituire a Castellammare i suoi asset».

14/06/2024
share
play button

Castellammare - Sport e inclusione sociale, Elefante: «Basta polemiche, parliamo del futuro»

05/06/2024
share
play button

Castellammare - Processione del Corpus Domini

02/06/2024
share
play button

Castellammare - Ruotolo: «La lista del PD è pulita»

02/06/2024
share
Tutti i video >
Napoli Calcio







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici