mercoledì 21 febbraio 2018 - Aggiornato alle 23:24
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Juve Stabia

Trapani - Juve Stabia 3-1. Le vespe crollano al Provinciale, siculi vittoriosi in rimonta

Bachini illude, ma Scarsella, Evacuo e Murano condannano le vespe alla prima sconfitta del nuovo anno solare.

pavidas

Per la ventitreesima giornata del Girone C di Lega Pro, la terza del girone di ritorno, le Vespe sono volate al “Provinciale” di Erice dove ad aspettarle c'era il Trapani di mister Calori.
Inizio di gara piuttosto scoppiettante: all'11' del primo tempo, Bachini dagli sviluppi del terzo corner del match ci mette la testa e trafigge Furlan con un'insaccata che vale il vantaggio alla Juve Stabia. Immediata la risposta del Trapani con Scarsella che, al 13', effettua un lancio dal limite dell'area che sfila alla grande sul manto erboso, bacia il palo e termina alle spalle di Branduani.
Nella seconda parte della seconda frazione di gioco, meglio l'approcio del Trapani che alla mezz'ora passa in vantaggio con il neo entrato Evacuo che dalla parte centrale del campo gira sotto l'incrocio dei pali un passaggio di Scaffè. In pieno recupero, poi, Murano con freddezza sigilla il risultato sul definitivo 3-1. 

Per la trasferta in terra sicula il tandem Caserta-Ferrara schiera in suoi in campo con l'inconsueto 4-2-4, che vede Branduani tra i pali, Redolfi e Bachini a comporre la diga centrale, coadiuvati sulle corsie laterali da Nava a destra e Crialese a sinistra. A centrocampo spazio nel duo titolare a Viola e Matute che, a pochi minuti dall'ingresso in campo sostituisce Mastalli, colpito da improvvisi disturbi intestinali, mentre il reparto d'attacco è composto dai quattro offensivi Canotto, Strefezza, Simeri e Paponi. Di contro, mister Calori, risponde con il modulo tattico del 3-5-2, affidando a Reginaldo e Murano il compito di frenare la corsa ai playoff delle Vespe.
Dopo aver toccato il primo pallone del match è subito la Juve Stabia a farsi vedere in avanti, conquistando tre corner consecutivi nel giro di pochissimi minuti. Ed è proprio il tiro dalla bandierina a fare la fortuna delle Vespe: al 11', infatti, sugli sviluppi del corner Bachini ci mette la testa e trafigge Furlan con un'insaccata che vale il vantaggio alla squadra ospite
1-0 che dura poco, solo il tempo di due giri di lancette. Al 13', non a caso, Scarsella effettua un bel lancio dal limite che sfila alla grande sul manto erboso, bacia il palo e termina alle spalle di Branduani.
Risultato nuovamente in equilibrio e partita tutta da ricostruire. Al 23' Crialese accusa dei problemi fisici e costringe i mister gialloblu a ricorrere al primo cambio del match, con Dentice che fa il suo ingresso sul terreno di gioco al posto del compagno di squadra infortunato.
L'incontro procede su ritmi molto vivaci , con le due compagni che continuano a studiarsi senza, però, riuscire a prendersi le misure. Alla mezz'ora, la Juve Stabia sfiora il raddoppio con Canotto ma l'affondo del esterno si spegne sul fondo. Non si fa attendere la risposta del Trapani con Palumbo che imita in tutto e per tutto la precedente conclusione del suo avversario. Non cambia, dunque, il risultato al Provinciale di Erice. Intanto gli stabiesi iniziano a riempire anche la sezione degli ammoniti sul taccuino del direttore di gara prima con Redolfi, per fallo su Corapi, e poi con Dentice, reo di aver fermato in maniera scorretta il contropiede di Marras. Al 42' Corapi si accascia manto erboso dello stadio di casa e chiama il cambio per un problema muscolare. Al suo posto, mister Calori decide di far entrare Bastonini, giocandosi di fatto il suo primo jolly della gara. Senza prolungare di alcun minuto la prima frazione di gioco, il Signor Viotti manda tutti a prendere un thè caldo.


Dagli spogliatoi rientrano gli stessi undici per ambo le compagini e partono forte i padroni di casa che con grande intensità e pressione sul portatore di palla finiscono subito davanti a Branduani, ma il tiro di Murano è debole e non crea difficoltà all'estremo difensore stabiese.
A rendere difficile la costruzione del gioco è anche il forte vento che disturba di continuo la traiettoria della sfera. All'8 Marras prova la gran botta dal limite ma il numero 1 gialloblu è bravo a respingere.
Impatto favorevole sul secondo tempo da parte dei padroni di casa mentre la Juve Stabia non riesce a costruire un' azione pericolosa e soprattutto a fare possesso palla.
Al 20' un errore in disimpegno di Rizzo regala il pallone a Strefezza che, dal limite della corsia destra calcia sul secondo palo dove, però, Furlan fa buona guardia e devia in corner.
I padroni di casa non ne vogliono sapere di tenere le gambe a posto e ci provano ancora con Murano ma la conclusione dell'attaccante viene intercettata da Branduani.
Al 21' mister Calori si gioca due assi in contemporanea: Steffè e Evacuo rilevano rispettivamente Scarsella e Reginaldo.
Cambio fortunatissimo per i granata, dato che è proprio il neo entrato Evacuo a realizzare la rete del 2-1. Il numero 16, al 30' infatti, dalla parte centrale del campo gira in rete un passaggio del neo entrato Steffè.
Mister Ferrara ricorre subito a forze fresche: Lisi subentra a Canotto sulla sinistra, il neo acquisto Sorrentino rileva Simeri metre Calò si sitema al posto di Matute.
Continua il pressing dei padroni di casa che cercano di tenere lontano le Vespe dallo specchio della porta.
Al 42' Strefezza prova la percussione in area di rigore ma viene atterrato al limite, guadagnando una punizione. Sulla sfera si presenta Calò che sceglie la soluzione peggiore e calcia direttamente in porta ma con una destinazione totalmente sbagliata. Le speranze gialloblu vengono allungate di 5 minuti ma, al 49', Murano con freddezza sigilla il risultato sul definitivo 3-1.
La Juve Stabia incassa, così, la prima sconfitta del 2018. Il Trapani, invece, con questo successo si porta a -2 dal Catania, al secondo posto in classifica, e a -6 dal gradino più alto del podio.

TRAPANI (3-5-2): Furlan; Visconti, Pagliarulo, Drudi; Marras, Scarsella (21' s.t Steffè) , Corapi (42' p.t. Bastoni) , Palumbo, Rizzo (38' s.t. Fazio); Reginaldo (21' s.t Evacuo), Murrano.
(A disp. Pacini, Ferrara, Girasole, Valenti, Culcasi, Musso); All. Alessandro Calori

JUVE STABIA (4-2-4): Branduani; Nava, Redolfi, Bachini, Crialese (24' p.t. Dentice); Matute (35' s.t Calò), Viola; Canotto (32' s.t. Lisi), Strefezza, Simeri (32' s.t Sorrentino), Paponi.
(A disp: Bacci, Polverino, Morero, Allievi, Costantini, Matute, Zarcone, D’Auria); All. Caserta-Ferrara

ARBITRO: Daniele Viotti della sezione di Tivoli

ASSISTENTI: Simone Assanti di Frosinone e Tiziano Notarangelo di Cassino

MARCATORI: 11' p.t. Bachini (JS); 13' p.t. Scarsella, 30' s.t Evacuo, 49' s.t Murano (T)

AMMONITI: Redolfi, Dentice, Strefezza (JS);

CORNER: 7-6

NOTE: 0' rec. p.t.; 5' rec. s.t.

news Caserta mastica amaro: «Troppi episodi a nostro sfavore»

news Calori brinda ai suoi: «Vittoria frutto del lavoro di squadra»

news Le PAGELLE di Trapani-Juve Stabia. Branduani e Redolfi in giornata no, attacco spuntato

video Trapani - Juve Stabia 3 a 1: I rimpianti di Caserta, la gioia di Calori


Gli ultimi articoli di Juve Stabia

venerdì 26 gennaio 2018 - 22:46 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma Rionero Caffè Futura Costruzioni srl
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO