Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Ricordi, ex e sliding doors, con il Catanzaro non sarà mai una sfida come le altre

Domenica le vespe saranno di scena al Ceravolo contro i giallorossi trascinati dalla carica degli ex

tempo di lettura: 2 min
di Gioacchino Roberto Di Maio
18/11/2021 07:19:21

La torcida gialloblù

La rincorsa playoff della Juve Stabia passa per il suo passato. Domenica, allo stadio Ceravolo, le vespe affronteranno il temibile Catanzaro dei tanti ex. Se Nocchi e Martinelli hanno vissuto avventure evanescenti alle falde del Faito, Branduani e Carlini hanno scritto pagine indelebili della storia gialloblù. Memorabili i 9 clean sheets consecutivi inanellati dal portiere sino al 10 marzo 2019, data in cui Pugliese lo superò in due circostanze in occasione del derby con la Cavese, altrettanto le gemme incastonate dal “Conte Max”, autore di 10 gol di pregevolissima fattura e di assist in serie forniti ai compagni. Due simboli di una cavalcata straordinaria su cui proprio il funambolo classe '86 impresse il proprio marchio a fuoco sbloccando il risultato nello scontro diretto con il Trapani. Proprio il centrocampista offensivo, di un cui ritorno si era vociferato la scorsa estate, rappresenta uno dei maggiori rimpianti del successivo campionato di serie B che vide Caserta privarsene a gennaio preferendogli elementi che non hanno mai dato l'anima quanto lui per la causa stabiese. Diverso il discorso per Branduani, autore di diversi errori determinanti in avvio di torneo e validamente sostituito da Russo prima e Provedel poi. Ricordi ben più amari rievocano le avventure di Fazio, accasatosi dopo la retrocessione in Calabria con annessi strascichi polemici nei confronti della società, e Bombagi, il cui errore dal dischetto decretò l’eliminazione della Juve Stabia ai playoff contro il Bassano in occasione del match ricordato per il clamoroso errore dell’arbitro Serra che annullò il regolarissimo gol della qualificazione a Gomez al 119’. Come non ricordare, pensando a questo confronto, il duello a colpi di sciabola tra la Juve Stabia di Massimo Rastelli e i giallorossi di Gaetano Auteri durante il torneo di Seconda divisione poi vinto dalle vespe soprattutto grazie al successo per 1-0 ottenuto al Menti nel match di ritorno grazie ad un tap-in vincente di Pasquale Ottobre. E c'è ancora chi sorride al coro “Iammu Giannone” ripensando al cucchiaio maldestramente depositato tra le braccia proprio di Branduani dall'allora calciatore calabrese in occasione della sfida di ritorno poi chiusasi sullo 0-0 durante il trionfale campionato 2018/19. Stavolta si troveranno di fronte due formazioni alla ricerca di se stesse tra le ambizioni di promozione diretta del Catanzaro, reduce dal ko ricco di polemiche con la Turris, e il desiderio di ritrovare il successo esterno di una Juve Stabia costretta al pari interno dal Monterosi. Statistiche, ricordi e sliding doors per una sfida che non sarà mai come tutte le altre.

Video
play button

Castellammare - I Falò dell'Immacolata sull'arenile

L'accensione dei 3 falò sull'arenile stabiese.

4 ore fa
share
play button

Castellammare - L'accensione dell'albero in villa comunale

4 ore fa
share
play button

Passione Gialloblù, special guest il centrocampista della Juve Stabia Guido Davì

7 ore fa
share
play button

Sospensione dal servizio per violazione obbligo vaccinale, iniziative che si possono intraprendere

05/12/2021
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici