Juve Stabia
shareCONDIVIDI

Juve Stabia - Langella guarda al futuro: «Ho le idee chiare, voglio la Serie B in tre anni»

«Con il Menti ‘a porte aperte’ non saremmo mai retrocessi in Serie C e quest’anno avremmo più punti in classifica»

tempo di lettura: 3 min
di Luca Piedepalumbo
17/02/2021 13:12:29

Dopo la sconfitta interna contro l'Avellino, la Juve Stabia ritrova il sorriso e i tre punti nel derby contro la Cavese. Le Vespe hanno ribaltato il risultato a seguito del momentaneo vantaggio dei padroni di casa siglato dall'ex Bubas, decisive per i gialloblé le reti di Marotta e Troest. Per la Juve Stabia si tratta della seconda vittoria in trasferta a distanza di pochissimo tempo, dopo il risultato positivo maturato a Francavilla Fontana lo scorso 7 febbraio. Finalmente le Vespe hanno invertito un trend negativo che durava da inizio stagione, rilanciando in questo modo le ambizioni e i progetti futuri del club. Dopo il mercato di riparazione e in coincidenza dell'inizio del girone di ritorno la squadra ha cambiato volto, mostrandosi più grintosa e sicura dei propri mezzi.

Un atteggiamento positivo che ha ispirato anche la dirigenza gialloblé, sempre più bramosa di una repentina crescita e di futuri successi. D'altronde, il presidente Andrea Langella è stato chiaro nelle dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Gianluca Di Marzio: "Sono nuovo, ma ho già le idee molto chiare: voglio la Serie B in tre anni. Siamo quasi in linea con gli obiettivi prefissati a inizio stagione. Puntiamo al quinto, sesto posto che ci consentirebbe di affrontare il playoff in maniera ottimale e se guardiamo la classifica non è poi così distante. Dobbiamo ragionare in termini progressivi: quest’anno il quinto o sesto posto, l’anno prossimo qualcosa in più e poi quello dopo giocarci la Serie B".

Parole al miele da parte del numero uno gialloblé anche nei confronti della tifoseria stabiese: "Dico la verità, quando due anni e mezzo fa ho deciso di entrare nella Juve Stabia, un ruolo determinante, per non dire decisivo lo hanno giocato i tifosi. Ricordo trasferte a Viterbo, Rieti che io seguivo in veste di sponsor della Juve Stabia e ogni volta rimanevo colpito dalla cospicua presenza di tifosi gialloblù. Pioggia, gelo, neve qualunque altra avversità climatica, settore ospiti pieno stracolmo di tifosi gialloblù che cantavano e ballavano. Sembra una frase fatta ma qui più che da ogni altra parte, non esiste la squadra senza i tifosi. Con il Menti ‘a porte aperte’ non saremmo mai retrocessi in Serie C e quest’anno avremmo più punti in classifica. Quando ci ‘risbloccheranno’ la prima partita la vedrò in curva. E la seconda dai balconi antistanti lo stadio".

Tra gli argomenti toccati dal presidente Andrea Langella anche quello relativo alla sua candidatura al Consiglio Federale e la necessità di un'ampia riforma del calcio: "Qui o pensiamo seriamente a ridistribuire le risorse tra Serie A, B e C oppure non andiamo da nessuna parte, vedrete quanti club di C il prossimo anno non si iscriveranno. La mia proposta è molto semplice: riduciamo le squadre di Lega Pro creando una B2. 20 squadre di B, 20 squadre in B2 con le piazze più importanti della C quali Bari, Palermo, Catania, Juve Stabia, Avellino, Perugia, Padova e altre più una C d’élite a 40 squadre. Introduciamo un salary cup in maniera tale da diminuire il paracadute per chi scende dalla A in B e usiamo queste risorse per la B2".

Video
play button

Juve Stabia - La soddisfazione di mister Padalino per i 3 punti di Bisceglie

Le parole del tecnico delle vespe al termine del match che hanno regalato 3 punti importanti ai gialloblù.

27/02/2021
share
play button

Pompei - Reperto straordinario emerso integro dallo scavo di Civita Giuliana

27/02/2021
share
play button

Campania - Covid, De Luca: «Situazione grave, chiudiamo le scuole»

26/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino carica l'ambiente, a Bisceglie per i 3 punti

26/02/2021
share
Tutti i video >
Juve Stabia







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici