martedì 23 maggio 2017 - Aggiornato alle 14:20
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Juve Stabia

Cosenza - Juve Stabia 2-4, la soddisfazione di Carboni: «Servivano le giuste motivazioni per vincere»

In occasione del suo 110° anniversario, la squadra gialloblù espugna il ‘San Vito’ di Cosenza con le doppiette di Lisi e Kanouté, regalandosi,e regalando, tre punti importanti. De Angelis mastica amaro: «Abbiamo mollato al livello caratteriale».

pavidas

Le vespe conquistano tre punti preziosissimi al San Vito di Cosenza, offrendo minuti di spettacolo ai propri tifosi accorsi allo stadio, soprattutto nel primo tempo, mettendo a soqquadro la retroguardia calabrese e vincendo con le doppiette di Lisi e Kanoutè. Padroni di casa completamente scoperti in difesa. Il numero 23 delle vespe apre le marcature nella prima frazione di gioco e l’attaccante ghanese nella ripresa mette a segno il terzo goal per le vespe, ottenendo così la sua doppietta. I giochi sembravano chiusi, ma l’ex di turno Baclet accorcia incredibilmente le distanze segnando due gol in 12 minuti. Nel momento più critico per i gialloblù, ci pensa ancora Lisi, che ruba palla a centrocampo, resiste al pressing di Tedeschi, entra in area ed in sacca di destro ai danni di Perina. La Juve Stabia ritrova il sorriso e con questa meritata e tanto attesa vittoria, e, con Carboni come neo allenatore, mette la parola “fine” al suo precedente momento di crisi e sale a 52 punti, agganciando al terzo posto il Matera, che perde ad Agrigento contro i giganti. «Ho cercato di dare un po’ di tranquillità ai ragazzi, oltre alle giuste motivazioni; quelle motivazioni che questa squadra aveva perso -afferma soddisfatto il tecnico gialloblù ai microfoni di Juve Stabia Live-. Abbiamo fatto i primi minuti della partita da vera squadra, poi c’è stato il blackout. Un briciolo di fortuna ci vuole, ma la fortuna va sempre cercata. Abbiamo chiuso la gara sulle ripartenze e siamo stati bravi così. L’approccio con il gruppo? Non sono un tipo che manda messaggi, ho solo rimotivato i giocatori, inserendone altri, cioè quelli che prima non giocavano o giocavano poco.

Matute? Non hai la pretesa di indovinare tutto subito, cerchi di guardare il giocatore negli occhi e capire se può darti una mano. Matute è un giocatore maturo e se un giocatore merita, gioca. Mastalli, invece, è un giocatore dallo spirito giusto. Il problema principale ,oltre a risolvere i blackout, sarà recuperare gli infortunati. Liviero? Non si tratta di un singolo giocatore. È una rosa di qualità, ma ci sono ancora delle insicurezze. I 110 anni della Juve Stabia? Siamo felici di aver fatto questo regalo ai tifosi. Ho scelto questa squadra, perché non avevo dubbi che mi avrebbe garantito le giuste aspettative». Resta invece a 43 punti il Cosenza che nel prossimo turno dovrà a tutti i costi riscattarsi con la Casertana al Pinto. «Nonostante fosse stata una partita abbastanza equilibrata, abbiamo mollato un po’ al livello caratteriale e abbiamo reagito male -commenta con amarezza mister De Angelis-. Abbiamo commesso errori gravi che ci hanno costato la partita. I tifosi? Sono solo arrabbiati per via della sconfitta, ma ci sono sempre stati vicini, soprattutto nel momento del bisogno. Adesso bisogna pensare a Caserta e rimboccarsi le maniche. Bisognava aspettarsi queste reazioni da una squadra proveniente da un periodo di crisi, data la sete di riscatto». Domenica prossima i gialloblù ospiteranno al Menti il Catanzaro di Alessandro Erra, reduce dall’1 a 1 con il Monopoli.

video Cosenza - Juve Stabia 2 a 4. Vespe ritornano corsare


domenica 19 marzo 2017 - 17:23 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO