Cronaca
shareCONDIVIDI

Gragnano - Raccolta rifiuti, stipendi in ritardo: i sindacati minacciano un giorno di sciopero

Stipendi e non solo: tutti i motivi che hanno portato alla protesta dei sindacati

tempo di lettura: 2 min
di genesp
19/01/2021 20:28:18

È stato minacciato un giorno di sciopero dei dipendenti della Buttol a causa delle gravi inadempienze della società nei loro confronti. A comunicarlo sono i sindacati Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Fiadel in un comunicato stampa diffuso nella giornata odierna. In particolar modo le sigle sindacali hanno evidenziato diverse criticità che hanno comportato la proclamazione dello stato di agitazione: «In primis i periodici ritardi con cui vengono corrisposti gli stipendi e gli elementi accessori previsti dagli accordi. Da non trascurare anche la la inidoneità (e in alcuni casi la totale mancanza) dei locali adibiti alle necessità fisiche e all’igiene delle persone, con gravi ripercussioni sulla salute e la sicurezza dei lavoratori che operano presso i cantieri; oltre a carenze dal punto di vista della fornitura di DPI così come previsto da CCNL».

I sindacati pongono l'attenzione anche sul «mancato versamento delle quote previste dal CCNL al Fondo per la Sanità Integrativa (FASDA) che impedisce ai lavoratori la possibilità di avvalersi dei benefici previsti per il ricorso a particolari cure sanitarie. In particolare, con riferimento al periodo pandemico che stiamo attraversando, la certificata scopertura delle posizioni aperte presso il Fondo FASDA, sottrae ai lavoratori la possibilità di godere del trattamento economico previsto dallo stesso in caso di malattia e/o ricovero per contagio da Covid19; sul mancato versamento in favore degli Enti creditori delle quote riferite ai prestiti finanziari e alle cessioni del Quinto contratti dai lavoratori, con rischio di risvolti di natura civile e penale per gli stessi; sul mancato rispetto degli accordi stipulati tra la società in indirizzo e le Organizzazioni Sindacali in materia di produttività e organizzazione del lavoro, applicati o disdettati dall’azienda in maniera discrezionale e non secondo quanto pattuito».

Un altro punto da non trascurare è il «trasferimento di personale da un cantiere all’altro ed il loro utilizzo su appalti in cui tale personale non risulta in elenco». Per tali ragioni è stato chiesto al Prefetto di Napoli la sollecita convocazione delle parti nell’ambito della procedura di raffreddamento e conciliazione delle controversie collettive. In caso contrario sarà proclamato lo sciopero.

Video
play button

Juve Stabia - Le parole di mister Padalino dopo la vittaria sul Palermo

Il tecnico delle vespe analizza il match contro il Palermo.

07/03/2021
share
play button

Juve Stabia - Le parole di mister Padalino dalla Sicilia

06/03/2021
share
play button

Castellammare - L'impatto del Covid-19 sugli sport minori

05/03/2021
share
play button

Campania - Coronavirus, De Luca annuncia la zona rossa: «Questo livello di contagio non si può più r

05/03/2021
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici