venerdì 15 novembre 2019 - Aggiornato alle 16:14
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Terza Pagina

Cyberbullismo, giovane scrittrice vittima delle trappole della rete


L'autrice Ilaria Di Roberto è stata oggetto di furti di identità e ripetute truffe ai suoi danni

pavidas

Il fenomeno del cyberbullismo continua a mietere vittime. A render nota la sua storia per evitare che altri cadano nelle trappole della rete, è la giovane scrittrice Ilaria Di Roberto, autrice del libro “Anima” recentemente pubblicato e finito a sua volta nel mirino di malintenzionati. La vita di Ilaria e di un suo caro amico conosciuto sui social, che di seguito chiameremo con il nome di fantasia di Nicola, è stata stravolta un giorno dall’aver scoperto alcuni profili fake che pubblicavano contenuti di carattere pornografico a loro nome facendo credere che alcune foto di nudo, alternate a loro scatti reali del quotidiano ricavati da internet, appartenessero ai due ragazzi. Un cyberattacco in piena regola che, dai social network, si è rapidamente spostato sui siti internet con gli hacker che hanno creato su un sito porno una apposita pagina a nome di Ilaria che non è stata cancellata neanche di fronte alle numerose richieste di quest’ultima dato che questi portali sono soliti appoggiarsi su hosting stranieri cui è assai complesso risalire. Immediata è stata la decisione della ragazza e di Nicola di denunciare tali episodi alla polizia postale che, dopo aver avviato le indagini, ha scoperto un particolare sconcertante: i profili fake sono state creati utilizzando un numero di telefono intestato a Ilaria che, però, la ragazza afferma di non aver mai posseduto. Il tentativo di ricostruire quanto accaduto porta la scrittrice a ricordare di aver ingenuamente pubblicato la foto di un suo documento sui social qualche tempo prima consentendo, di fatto, a qualche malintenzionato di utilizzarlo per sottoscrivere abbonamenti telefonici di sorta e acquistare prodotti online. Una serie di dinamiche estremamente complesse che spingono Nicola a perdere fiducia in Ilaria e ad allontanarsi gradualmente anche perché la prima inizia a sospettare di una ragazza che ha intrattenuto un legame sentimentale con lui e con cui non è mai corso buon sangue. E non è un caso, secondo l’autrice, che gli attacchi hacker nei confronti di Nicola siano diminuiti di intensità da quando i due sono tornati assieme, mentre quelli verso di lei sono aumentati.


Non bastasse tutto ciò, Ilaria entra in contatto con una associazione di volontariato che prima le garantisce sostegno psicologico e poi le promette di assumerla facendo leva sulle sue grandi doti di empatia. La formula dell’assunzione è tuttavia inusuale, la ragazza sarebbe dovuta entrare in società sottoscrivendo una cambiale del valore di 40.000 euro, importo che poi sarebbe stato scalato con il susseguirsi dei guadagni. Una truffa di cui tuttora Ilaria è vittima, tant’è che si ritrova ad essere morosa di un debito mai realmente protratto e quando ha chiesto la restituzione della cambiale sarebbe stata minacciata con un video che aveva girato a scopo promozionale pronunciando frasi che, fuori dal contesto, hanno assunto tutt’altro significato rispetto a quello originale. Un succedersi di disavventure che hanno visto Ilaria divenire in rapido tempo oggetto di dissenso e scetticismo soprattutto per l’episodio di cyberbullismo che ha visto la pubblicazione di contenuti pornografici a suo nome. Qualcuno è addirittura arrivato ad accusarla di aver inventato tutto per acquistare celebrità. E a tutto ciò si aggiunge l’appropriazione indebita del libro “Anima” che non è più in promozione in quanto qualcuno lo ha messo in vendita in formato digitale senza l’autorizzazione dell’autrice e della casa editrice. «Non amo acquisire notorietà per questi episodi – spiega Ilaria Di Roberto –, voglio semplicemente che la mia storia sia da esempio per gli altri. Non voglio essere conosciuta come una stupida che si è lasciata truffare, bensì come una che non si è lasciata travolgere e ha continuato a lottare. Voglio superare questi ostacoli anche per chi non ce l’ha fatta». In bocca al lupo, Ilaria.



Cyberbullismo, giovane scrittrice vittima delle trappole della rete

martedì 8 ottobre 2019 - 19:54 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Terza Pagina


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO