lunedì 10 agosto 2020 - Aggiornato alle 21:25
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Terza Pagina

Benevento - Perquisizione in cella, cellulari nelle parti intime


Trovati con metal detector e radiografie. Uspp, introdurre reato

pavidas

Per evitare di essere scoperti alcuni detenuti del reparto di alta sicurezza del carcere di Benevento nascondevano i micro cellulari anche nell'ano: a confermare i sospetti degli agenti della polizia penitenziaria sono stati i metal detector e le radiografie che hanno evidenziato la presenza dei telefoni. Sono complessivamente 18 i cellulari (smartphone e micro cellulari) sequestrati oggi nel corso di una perquisizione straordinaria, coordinata dal dirigente Pasquale Colucci, a cui hanno preso parte gli agenti dei nuclei provinciali traduzioni e piantonamenti e del Noc.




"Più volte - dicono Giuseppe Moretti e Ciro Auricchio, presidente e segretario regionale dell'Uspp - abbiamo chiesto una fattispecie di reato che preveda una condanna fino a 4 anni di reclusione per l'introduzione e il possesso di telefonini in carcere. Altrettante volte abbiamo chiesto, inutilmente, l'installazione di strumenti atti a schermare le sezioni detentive". "E' grave che un illecito così frequente non sia penalmente perseguibile", concludono i sindacalisti.



Benevento - Perquisizione in cella, cellulari nelle parti intime

martedì 28 luglio 2020 - 07:56 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Terza Pagina


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO