sabato 22 settembre 2018 - Aggiornato alle 18:41
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Politica & Lavoro

Castellammare - Sint, sono 4 milioni di euro i debiti. Domani l'assemblea dei soci. Giunta approva bilancio consolidato

Dall'assemblea dei soci arriverà ok alla messa in liquidazione. A fine mese il bilancio consolidato 2017 approderà in consiglio comunale.

pavidas

Quattro milioni di euro di debiti. E’ questa la cifra che la Sint, società partecipata del Comune di Castellammare che detiene il patrimonio delle Terme di Stabia, ha maturato nel corso del tempo nei confronti dei creditori. Secondo quanto prevede il bilancio consolidato del 2017 approvato dalla giunta di Gaetano Cimmino, la Sint ha accumulato un debito di 338mila euro verso i fornitori; 70mila verso i tributi e 40mila verso l’Istituto di Previdenza e Sicurezza Sociale; ben 1 milione e 224 mila verso le imprese partecipate e infine 1 milione e 500mila verso altri creditori. Al conto vanno aggiunti anche gli 800mila euro che la partecipata del Comune deve ad alcuni istituti di credito bancari. Una mole di debiti enorme che ha spinto il Commissario Prefettizio prima e il sindaco Cimmino dopo, a decretare la messa in liquidazione della Sint che sarà sancita nella giornata di domani.

Nel bilancio consolidato del 2017 la situazione della società che detiene il patrimonio immobiliare delle Terme di Stabia è praticamente spacciata. Dopo la mancata privatizzazione delle due strutture termali, mantenerla in vita avrebbe significato solamente aumentare la massa debitoria.


Il bilancio, comunque, dopo l’ok della giunta, passerà anche in consiglio comunale dove inevitabilmente lo scontro fra le parti in causa si concentrerà particolarmente sulla questione Sint. L’assise dovrebbe essere convocata per fine mese.

Intanto nella giornata di domani ci sarà la tanto attesa assemblea di soci della partecipata comunale durante la quale sarà affrontato il tema della messa in liquidazione. Il commissario che si occuperà dell’iter sarà Vincenzo Sica che subentra come nuovo presidente Sint dopo le dimissioni di Biagio Vanacore. Sica, che ha già seguito la liquidazione della Multiservizi, procederà con una vendita dei beni controllata e rispettando le direttive che l’amministrazione comunale deciderà di portare avanti. L’inizio della messa in liquidazione potrebbe essere sancita nella giornata di domani proprio durante l’assemblea dei soci. All’attacco invece le opposizioni che avrebbero preferito affrontare il tema Terme prima in consiglio comunale e poi dare il via alle operazioni. Ma il sindaco ha deciso di proseguire autonomamente la sua strada.

news Sint in liquidazione, le opposizioni: «E' un patrimonio della città non della coalizione di centro destra»

news Sint, i consiglieri di maggioranza: «assemblea soci provvedimento ineludibile»


Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro

giovedì 13 settembre 2018 - 20:25 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese