Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - Scontro in aula sulla votazione del presidente del consiglio

Cimmino attacca il passato dove «si facevano spartenze». Scala e Di Martino gli ricordano che anche la sua carica di presidente del consiglio fu opera di spartenze. Votato odg su EAV, ecco cosa prevede.

tempo di lettura: 3 min
di Simone Rocco
18/05/2021 08:05:46

Il Consiglio Comunale di Castellammare di Stabia si è riunito ieri con all'ordine del giorno l'elezione del Presidente e vicepresidente del Consiglio e la questione Eav anche a seguito delle polemiche e dei sequestri di cantiere delle scorse settimane. Un Consiglio durato un'intera giornata vista la corposa discussione sia sulla Presidenza che sull'annosa questione del Traforo di Varano. Subito gli interventi delle opposizioni nelle figure di Andrea Di Martino e Tonino Scala che, anche a nome delle minoranza, hanno preso le distanze dal metodo utilizzato nella scelta del candidato alla Presidenza. L'ex ormai Presidente Enzo Ungaro è stato, a dire di Scala e Di Martino, costretto a dimettersi per  consentire la risoluzione della crisi politica che ha visto da pochi mesi un sostanziale rimpasto della giunta. Il Sindaco, in un intervento piccato, ha rivendicato un metodo nuovo nella scelta del Presidente. Per Cimmino «il consigliere D'Apice è il consigliere anziano, ovvero quello che ha preso più voti», mentre in passato - a dire dello stesso Cimmino - il Presidente era oggetto di "spartenze".  Una fatto evidentemente vero, visto che anche lo stesso Cimmino, in virtù di tali consolidata prassi, ha ricoperto il ruolo di presidente del consiglio con il sindaco Luigi Bobbio.

La dichiarazione del primo cittadino ha suscitato la reazione dura di Tonino Scala e Andrea Di Martino. Dopo ampia discussione alle terza votazione Emanuele D'Apice viene eletto con 15 voti, i soli voti della maggioranza. Il vice presidente, invece, unico candidato Francesco Nappi dei 5 stelle, alla prima votazione è stato eletto con il voto anche della maggioranza. «Ringrazio tutti i consiglieri che hanno espresso fiducia nei miei confronti. Ed anche quelli che non mi hanno votato per motivi politici o personali – ha detto D’Apice - Voglio rassicurare tutti: sarò il presidente di tutti i consiglieri, sarò il garante di tutti. Quello che mi appresto a svolgere è un ruolo di grande importanza, di notevole prestigio e responsabilità».

Il punto due, quello relativo alla vicende Eav, viene discusso dopo tre ore di sospensione per una accesa conferenza dei capigruppo al termine della quale la maggioranza presenta un odg. Ad accendere i toni, come sempre, il consigliere Tonino Scala di Leu, unico ad aver votato contro la mastodontica opera del traforo nel 2019. Nel suo intervento Scala ha ribadito la sua contrarietà all'opera, accusando il Consiglio di disturbo della personalità visto che due settime prima lo stesso, su suo proposta, votava per chiedere la sospensione dei lavori. Gran parte del suo intervento è stato rivolto non al Consiglio, ma alle forze dell'ordine visto che ha parlato di opere abusive e di abusi da parte dell'Eav.

Istituire un tavolo tecnico permanente con Regione Campania ed Eav, per condividere e coordinare il cronoprogramma delle azioni da intraprendere per la realizzazione del progetto a fronte della definizione di un’intesa istituzionale, con i competenti Ministeri, per assicurare che il prolungamento del raddoppio e/o efficientamento della linea fino a Sorrento venga inserito nel Recovery Plan. Questo è il contenuto dell’ordine del giorno approvato ieri in consiglio comunale, nell’ambito della discussione sul progetto Eav per la realizzazione di opere e infrastrutture funzionali allo sviluppo del territorio. Il consiglio comunale ha chiesto inoltre di impegnare la Regione ed Eav ad accelerare le attività di realizzazione della stazione Stabia Scavi, fondamentale per i collegamenti urbani in città, per mettere in atto ogni procedura necessaria per la riattivazione della fermata Castellammare Terme e per il potenziamento dei servizi di sicurezza. «Ci attiveremo presso la Regione Campania e presso Eav per accelerare le attività per la realizzazione delle altre opere puntuali previste nel progetto - ha detto Cimmino - , che includono la riqualificazione della stazione di Pioppaino, l’ascensore inclinato per il collegamento della stazione di Castellammare Centro con il parco termale e il collegamento della stazione Stabia Scavi con l'area archeologica di Villa Arianna».

Video
play button

Piano scuola estate 2021. Un ponte per il nuovo inizio

Piano scuola estate 2021, recupero della socialità scolastica ed orientamento, in vista del nuovo anno. Ne parliamo con Gaetano Gallinari dirigente Scuola Karol Wojtyła, Maria Romano Assessore Alla Pubblica Istruzione, Tonino Scala Conigliere Comunale e Aldo Esposito esperto di Diritto Scolastico.

18/06/2021
share
play button

Torre del Greco - De Luca in vista al pronto soccorso dell'ospedale Maresca

16/06/2021
share
play button

Castellammare - Omicidio Scelzo, carabinieri arrestano 2 persone

15/06/2021
share
play button

Castellammare - Alla Di Capua arriva il nuovo tedoforo

09/06/2021
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici