Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - San Leonardo, emergenza senza fine per il personale: la denuncia dei sindacati

Fsi Usae e Nursing Up tuonano: «Mancano medici, infermieri e oss. L'assistenza ai pazienti è divenuto un diritto negato».

tempo di lettura: 2 min
di Francesco De Sio
29/06/2019 15:18:51

San Leonardo al collasso, arriva una nuova denuncia da parte dei sindacati per segnalare le condizioni numeriche deficitarie del personale nell'ospedale stabiese. Medici, infermieri, oss, fino agli autisti, l'emergenza a tutto tondo - secondo quanto spiegano i rappresentanti di categoria - sarebbe la causa diretta delle scellerate disposizioni programmatiche imposta della direzione di presidio. Una situazione che nel corso dell'estate potrebbe causare problemi gravi anche nella struttura sorrentina del Santa Maria la Misericordia.

«Nonostante gli appelli - si legge nella nota diffusa in queste ore dalla sigle di Fsi Usae e Nursing Up - non abbiamo ricevuto alcun riscontro. A Sorrento ancora una volta si è dovuti ricorrere agli interinali. A Castellammare è ancora peggio: il pronto soccorso, che dovrebbe essere il fiore all'occhiello dell'ospedale, è diventato un reparto dove l'assistenza è ormai da considerarsi un diritto negato verso i pazienti. Soluzioni? Zero. Convenzioni con ambulanze esterne, interinali alle prime armi sacrificati in trincea. I nostri appelli sono stati ignorati e strumentalizzati da quanti vedono l'ospedale solo come un orticello per coltivare i propri interessi».

Due, principalmente, le richieste verso la direzione generale dell'Asl Napoli 3 Sud: attingere ad horas dalla graduatoria dell'Asl Napoli 2 Nord per rimpolpare il personale e la convocazione di un tavolo di concertazione al fine di assumere provvedimenti straordinari e urgenti per garantire all'utenza «il diritto alla salute».

La carenza di oss è oramai decennale - spiega a Stabia Channel il segretario aziendale Fsi Usae Raffaele Amodio -, certamente non è colpa di questa direzione sanitaria presidiale né di quella precedente, né tantomeno della direzione strategica, la quale non si aspettava la lungaggine burocratica concorsuale dell'Aorn Cardarelli, dalla cui graduatoria dovrebbe attingere. Purtroppo la coperta non è corta, ma è scomparsa del tutto, con inevitabili ricadute su altri profili che si troverebbero a svolgere mansioni non di propria competenza. Chiediamo il rispetto di questi lavoratori che già sopperiscono a soluzioni estreme e le applicazione delle normative contrattuali vigenti».

Nei giorni scorsi i sindacati avevano organizzato all'entrata del San Leonardo una raccolta firme per la carenza oss in vista dell'estate, raccogliendo quasi mille adesioni in 18 ore. «Abbiamo chiesto un incontro urgente congiunto con direzione strategica e presidiale stabiese per risolvere nel minor tempo possibile e nel migliore dei modi questa grave problematica. Certamente - conclude Amodio - non accetteremo un demansionamento a carico di nessuna figura, poiché ci ritroveremo nel bel mezzo di decine di vertenze legali che potrebbero comportare danni alle casse erariale dell'azienda sanitaria».

Video
play button

Castellammare - Gli studenti ricordano le vittime innocenti di mafia e terrorismo

A trattare il delicato quanto importante argomento c’erano Federico Cafiero De Raho, ex procuratore nazionale antimafia, ed il presidente della fondazione Polis Don Tonino Palmese.

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Cupptie inaugura i nuovi locali ed amplia l'offerta culinaria

24/05/2022
share
play button

Castellammare - San Catello, torna la processione del santo patrono di Stabia

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Lo storico organo della Cattedrale tornerà a suonare

09/05/2022
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici