Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - Rimpasto di giunta, Ungaro blocca tutto e punta i piedi

Cimmino ha previsto la staffetta tra lui e D'Apice. Ma Ungaro chiede un posto in giunta. Mercoledì il giorno chiave.

tempo di lettura: 2 min
di sr
24/01/2021 07:10:13

Il rimpasto di Giunta a Castellammare di Stabia bloccato dal presidente del consiglio. Vincenzo Ungaro, infatti, non è per niente propenso a lasciare l’incarico attualmente ricoperto e chiede al suo amico sindaco di garantirgli in cambio un posto proprio nella nuova squadra di governo cittadino.

Ma le poltre nella nuova giunta sono stati già tutti assegnati, con un equilibrio trovato dopo mesi di trattative con i partiti di maggioranza. La richiesta di Ungaro, quindi, mina questo equilibrio tenendo tutto fermo.

Secondo quando previsto da Cimmino, il ruolo di presidente del consiglio dovrà ora essere ricoperto da Emanuele D’Apice, attualmente capogruppo della lista Cimmino Sindaco di Stabiae di cui fa parte lo stesso Ungaro. Quest’ultimo, secondo i piani del primo cittadino, dovrebbe ritornare tra gli scranni dell’assise per ricoprire il ruolo di capogruppo. Una decisione che Ungaro non ha digerito perché ritiene questa staffetta con D’Apice un passo indietro nel suo percorso politico.

Un impasse che dovrebbe comunque essere superato a metà della prossima settimana. O Ungaro fa un passo indietro ed accetta la decisione del sindaco, oppure Cimmino è costretto a rimescolare le carte e trovare un posto in giunta al suo fedele scudiero.

Il puzzle costruito da Cimmino prevede due assessorati per la sua lista, con la riconferma di Fulvio Calì(Urbanistica) e Gianpaolo Scafarto (ambiente e sicurezza). Due assessorati andrebbero a Forza Italia che oltre alla riconferma di Stefania Amato con delega al bilancio, vedrebbe l’ingresso in giunta di un professionista a cui andrebbe la delega ai lavori pubblici. A Fratelli d’Italia andrebbe l’assessorato alla scuola nonostante le tante pressioni per avere la delega alla sicurezza e la testa dell’assessore Scafarto. Confermata anche Antonella Esposito (politiche sociali) in quota alla lista “Solo per Castellammare”. Delega alla cultura che andrebbe infine alla DC che ha fatto un passo indietro rispetto alla richiesta iniziale di inserire in giunta il suo segretario Michele Sanzone.

La posizione di Ungaro, dunque, rischia di mischiare i tasselli di questo puzzle. Se dovesse spuntarla, il sindaco sarebbe costretto rinunciare ad uno tra Calì e Scafarto. Ma Cimmino spera di riuscire a convincere il suo amico a fare un passo indietro. Entro mercoledì tutto potrebbe essere chiarito ed il puzzle completato.

Video
play button

Juve Stabia - La soddisfazione di mister Padalino per i 3 punti di Bisceglie

Le parole del tecnico delle vespe al termine del match che hanno regalato 3 punti importanti ai gialloblù.

3 ore fa
share
play button

Pompei - Reperto straordinario emerso integro dallo scavo di Civita Giuliana

15 ore fa
share
play button

Campania - Covid, De Luca: «Situazione grave, chiudiamo le scuole»

26/02/2021
share
play button

Juve Stabia - Padalino carica l'ambiente, a Bisceglie per i 3 punti

26/02/2021
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici