martedì 12 novembre 2019 - Aggiornato alle 22:31
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Napoli Calcio

Udinese-Napoli 0-3. Gli azzurri calano il tris ed accorciano sulla Juventus bloccata dal Genoa


Primo centro in maglia azzurra per Fabian, poi Mertens dal dischetto e Rog chiudono la pratica Udinese

pavidas

La sosta non ferma la corsa del Napoli, che approfitta del passo falso della Juventus contro il Genoa per accorciare le distanza sui campioni d’Italia asfaltando l’Udinese con una prestazione sontuosa. Turn-over moderato per Ancelotti in vista del match di Champions previsto per mercoledì in casa del Psg: rispetto all’ultimo match contro il Sassuolo torna Karnezis tra i pali al posto di Ospina, linea difensiva confermata, Callejon e Allan rimpiazzano Diawara e Rog mentre Milik va a far le veci dell’infortunato Insigne a supporto di Mertens. Il tris azzurro vale il terzo successo di fila sul campo dell’Udinese diventato ormai terra di conquista. Carlo Ancelotti ancora una volta azzecca i cambi, decisivi ai fini di 3 punti fondamentali: la sblocca Fabian (al primo centro ufficiale dopo essere subentrato in avvio di gara all’infortunato Verdi), Mertens dal dischetto fa 3 in campionato mentre chiude definitivamente i giochi Marko Rog. Il jolly croato prende il posto di Zielinski, ed al primo pallone toccato buca Scuffet per il 2° centro in Serie A dopo quello messo a segno nella scorsa stagione a chiudere la gara del San Paolo contro l’Atalanta.

Tegola sul Napoli dopo appena 120 secondi, quando Verdi dopo uno scatto verso la linea di fondo sente una fitta ed è costretto a chiedere il cambio. Entra Fabián al posto dell’ex Bologna, e la mossa del tecnico di Correggio a posteriori si rivelerà vincente. Al 9’ Callejon mette i brividi a Scuffet con un bolide dalla distanza ma troppo centrale, quindi il motorino in maglia numero 7 ci riprova dai 25 metri ma la sfera si perde di poco oltre la trasversale. È soltanto il preludio al meritato vantaggio partenopeo che giunge inevitabile al minuto 14. Pressione altissima del Napoli, Fabián ruba palla ad Ekong, si accentra e dal limite fa partire una traiettoria con il piede debole che si insacca all’incrocio dove l’estremo difensore friulano può soltanto guardare.Al 23’ brividi quando un errore di sufficienza di Raul Albiol lancia Lasagna in campo aperto, conclusione a incrociare sulla quale Karnezis si allunga salvando il risultato. Al 32’ gran palla di Allan a scavalcare la difesa per il perfetto inserimento di Zielinski: mancino al volo sul palo corto e palla sull’esterno della rete. Un giro di lancette più tardi, gioco di prestigio griffato Dries Mertens: slalom tra due difensore all’altezza del lato corto sinistro dell’area di rigore, splendida parabola a giro che si perde sul fondo.


Al 42’ Malcuit pennella per l’incornata di Milik fuori misura.

Nella ripresa gli azzurri abbassano i ritmi e badano ad amministrare il gioco. Qualche rischio quando Albiol si addormenta lasciando spazio a Lasagna che viene però contrato e l’azione sfuma. Poco dopo ancora gran palla messa centralmente per l’imbucata dell’attaccante friulano, murato letteralmente dalla prodigiosa falcata di un Koulibaly impeccabile in chiusura. Al 67’ il colosso franco-senegalese si propone in proiezione offensiva, finta a disorientare il proprio marcatore e cross sul palo lungo troppo profondo per il taglio di Callejon che non può arrivare per la deviazione vincente. Poco dopo Fabian accende la luce, vede lo spazio per servire Callejon, palla dietro per la sassata di prima intenzione di Zielinski che trova un difensore a dirgli di no nei pressi della linea di porta. Al 78’ il Napoli mette in ghiaccio il match: Malcuit semina il terrore nella retroguardia bianconera, servizio per il mancino di Callejon che si infrange sul braccio troppo largo di Opoku. Per il direttore non ci sono dubbi e decreta un calcio di rigore solare: dal dischetto si presenta Dries Mertens, palla a sinistra, Scuffet a destra per il raddoppio partenopeo. Il tris porta la firma di Marko Rog, progressione inarrestabile, dialogo ad alta velocità con Mertens con la letale finalizzazione sul primo palo dove Scuffet può soltanto raccogliere la sfera per la terza volta alle proprie spalle.

UDINESE – NAPOLI 0-3

Rete: 14’ pt Fabian, 37’ st Mertens rig., 41’ st Rog

UDINESE (4-1-4-1) Scuffet; Larsen, Ekong (35’ pt Opoku), Nuytinck (41’ st Wague), Samir; Behrami (23’ st Barak); Pussetto, Fofana, Mandragora, De Paul; Lasagna.
All: Velazquez

NAPOLI (4-4-2) Karnezis; Malcuit, Koulibaly, Albiol (4’ pt Fabian), Hysaj; Callejon, Allan, Zielinski (40’ st Rog), Verdi; Milik (29’ st Hamsik), Mertens.
All: Ancelotti

Arbitro: Mariani

Note: Ammoniti: Pussetto (U), Milik (N), Albiol (N). Corner: 1-0. Recupero: 4’ pt.


news Le pagelle


Udinese-Napoli 0-3. Gli azzurri calano il tris ed accorciano sulla Juventus bloccata dal Genoa

sabato 20 ottobre 2018 - 23:02 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Napoli Calcio


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO