martedì 18 giugno 2019 - Aggiornato alle 20:51
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cultura & Spettacolo

Sorrento - Torna il celebre Premio De Sica nella città del Tasso: tutte le novità


Christian De Sica: «A mio padre piaceva tantissimo fare cinema da Napoli in giù»

pavidas

La giornata inaugurale degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento si apre con l’ufficialità del ritorno del premio Vittorio De Sica nella città del Tasso. Un appuntamento di straordinaria rilevanza, con riconoscimenti attribuiti ad artisti nazionali ed internazionali che si siano distinti nel cinema e nelle arti, rivisitato conferendogli un’aria più fresca e giovane.
Il riconoscimento non sarà perciò convenzionale, e punterà ad onorare il carattere innovativo e rivoluzionario dell’arte cinematografica.
Il poliedrico attore laziale ha rappresentato tantissimo per la città di Sorrento, come rivela la mirabile interpretazione in Pane, Amore e…, girato in costiera con Sophia Loren e premiato con il David di Donatello al miglior attore protagonista.
Inevitabile ringraziare la famiglia De Sica, dove l’arte attraversa praticamente tutte le generazioni. Il popolarissimo Christian De Sica rende omaggio a suo padre con parole al miele: “Sono contentissimo che il premio sia nuovamente in auge, perché altrimenti sarebbe stato destinato a morire ed i miei nipoti non avrebbero mai saputo cosa ha fatto papà Vittorio nel corso della sua carriera.


Ho sempre avuto fin da piccolo il sogno di diventare attore: un padre simile mi avrebbe aiuto tantissimo, dandomi preziosi consigli e togliendomi inevitabili paure. Credo che sarebbe stato davvero orgoglioso di me, ed averlo perso all’età di soli 23 anni è stata un’autentica mazzata. A mio padre piaceva tantissimo la Campania. Non a caso ha girato diversi film a Napoli e non esitava a fare una scappata a Sorrento appena possibile. Un aneddoto? A Vittorio piaceva tantissimo fare cinema da Napoli in giù, sia per la spiccata attitudine alla recitazione, sia per l’innata capacità di ottenere il silenzio in una città tradizionalmente rumorosa. Dai vicoli risuonava sempre l’eco di uomini urlanti e bambini che cantavano a perdifiato rendendo quasi impossibile ogni tipo di ripresa. In occasione di una scena di Matrimonio all’Italiana con Sophia Loren e Marcello Mastroianni, riuscì con disarmante facilità a conseguire due minuti di assoluta quiete. Inimitabile".


giovedì 11 aprile 2019 - 00:31 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cultura & Spettacolo


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese