venerdì 22 novembre 2019 - Aggiornato alle 13:30
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Cultura & Spettacolo

Castellammare - Sindrome Erasmus+, 37 giovani europei in giro per la città


Al via “Story telling 4 peace” per sensibilizzare l’opinione pubblica su temi importanti per la protezione dei diritti umani.

pavidas

“Save the date”, o meglio “Save the week”. Da oggi, infatti, 37 giovani tra i 16 e i 22 anni, provenienti da Italia, Spagna, Bulgaria, Romania, Lettonia e Belgio, saranno protagonisti dello scambio culturale che si svolgerà a Castellammare di Stabia fino a mercoledì prossimo, 16 Ottobre 2019
I partecipanti, che daranno attuazione al progetto "Story telling 4 peace" , provengono da zone dove c'è un'alta percentuale di rifugiati e migranti e da zone rurali, per cui portano con sé diversi problemi sia sociali che economici.
L’obiettivo primario dello scambio è quello produrre un cambiamento nell’atteggiamento dei giovani, di promuovere la loro partecipazione civica attiva, l’importanza dell'educazione non formale e del non essere indifferenti.
Il progetto “Story telling 4 peace”, inoltre, avrà il potere di sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi come il razzismo, la discriminazione, l’esclusione sociale, gli stereotipi, i pregiudizi e l'odio come violazione dei diritti umani, soprattutto nei confronti di rifugiati e migranti, promuovendo sentimenti di solidarietà e tolleranza.
Il metodo di coinvolgimento dei ragazzi è del tutto particolare.


Si tratta della tecnica del digital story telling, con la quale vengono usati i graffiti come modo di esprimersi per i giovani e creare storie influenti, messaggi forti e positivi. Allo stesso modo, saranno usati anche dei metodi teatrali per stimolare la creatività dei giovani e creare una discussione sulle cause dell'odio e le conseguenze e il ruolo che ciascuna persona può avere.

«è un’iniziativa bella e stimolante – commenta orgoglioso Ferdinando Di Ruocco, Presidente dell’associazione Active Youth for Europe, promotrice dello scambio culturale – il nostro obiettivo è quello di attrarre e coinvolgere anche tanti giovani locali in questo progetto al fine di porre attenzione a temi molto discussi in questo periodo e anche molto importanti per la protezione dei diritti umani. Utilizzeremo molto i social network e i canali mediatici che abbiamo a disposizione per mostrare tutte le attività svolte dai nostri giovani ragazzi europei in questa settimana e soprattutto per incoraggiare l'interesse di altre organizzazioni e cercare di creare con loro delle reti nazionali ed internazionali in tale ambito».



Castellammare - Sindrome Erasmus+, 37 giovani europei in giro per la città

mercoledì 9 ottobre 2019 - 07:54 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cultura & Spettacolo


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO