sabato 19 gennaio 2019 - Aggiornato alle 17:08
bcp
StabiaChannel.it
bcp
Cultura & Spettacolo

Castellammare - San Catello, oggi l'intronizzazione. Per gli stabiesi le feste non sono ancora finite


Per la città delle acque infatti le festività hanno fine solo dopo il giorno in cui viene celebrato il suo patrono San Catello, appunto il 19 gennaio.

pavidas

“L’epifania tutte le feste si porta via” questa è la massima a cui, bene o male, tutto il mondo aderisce. Ma mentre nel resto d’Italia il 6 gennaio segna la fine delle festività e tutti iniziano a smontare l’albero e addobbi vari, a Castellammare di Stabia si respira ancora aria di festa, almeno fino al 19 gennaio. 

Per la città delle acque infatti le festività hanno fine solo dopo il giorno in cui viene celebrato il suo patrono San Catello, appunto il 19 gennaio.

La storia di San Catello, vescovo e protettore della città, affonda le sue radici nel pieno del medioevo, nel VI secolo d.C., un periodo storico oscuro e pericoloso, pieno di pericoli, guerre e malattie. Al tempo Catello accoglieva quanti erano in fuga dai territori depredati, tra cui anche padre Antonino, che diventerà poi il patrono della vicina città di Sorrento, il quale aveva perduto il monastero andato distrutto a causa delle incursioni. I due poi si ritirarono sul monte Aureo dove si racconta che abbiano ricevuto la visione di San Michele Arcangelo a cui eressero successivamente un tempio. Forse a questo spirito di accoglienza e aiuto per il prossimo si lega anche uno dei tratti distintivi del Santo, dai più noto come il ‘protettore dei forestieri’.

Successivamente il vescovo Catello, calunniato e accusato ingiustamente di aver abbandonato i fedeli e la sua chiesa, fu sospeso e condotto prigioniero nelle carceri di Roma perché giudicato colpevole da Papa Pelagio II. Catello passò il periodo di prigionia sopportando l’ingiusta prigionia e chiudendosi in contemplazione, fino a quando non ne fu riconosciuta l’innocenza da Papa Gregorio Magno, che era stato il suo custode di cella e a cui predisse la futura investitura come Papa. Quando finalmente Catello fu scarcerato il popolo stabiese lo accolse festosamente in città.




Tante sono le storie della benevolenza e dei miracoli operati da San Catello per i suoi concittadini, molte delle quali sono legate ai cantieri navali della città, che in passato rappresentavano la primaria fonte di sussistenza degli stabiesi. I lavoratori dei cantieri infatti si sono sempre affidati a San Catello per la protezione, tanto che ad ogni varo la sua figura campeggiava in primo piano. Inoltre le sue storie sono narrate in alcuni affreschi presenti nelle chiese cittadine: gli episodi della vita del Santo si trovano nella volta della Cattedrale e nella cappella di San Michele a Scanzano.

Castellammare tutt’oggi considera San Catello come il proprio “padre”, che con la sua Santa presenza protegge la città e tutti i cittadini come ha fatto in passato fermando le possibili distruzioni delle eruzioni del Vesuvio con la sua presenza nel porto davanti al grande vulcano; difendendola dai bombardamenti dei tedeschi in ritirata dalla Campania con gli alleati alle spalle nel ’43; o più recentemente, anni fa,  poco dopo la consueta processione nel centro antico fino ai cantieri che si svolge come di consueto nel giorno 19 di gennaio, avvennero dei crolli di strutture nel quartiere dove si era svolta la processione, ma tutti erano ormai già passati per cui i cedimenti non causarono vittime.

Anche quest’anno quindi gli stabiesi si apprestano a rendere grazie e onore al loro patrono scendendo in strada per seguire la sua statua, la cui intronizzazione avverrà oggi alle ore 17 presso la Concattedrale, in processione partendo dal centro antico con la partecipazione dell’Arcivescovo, della Comunità Ecclasiale e delle autorità civili e militari. La festa poi verrà ripetuta la seconda domenica di maggio per celebrarne il patrocinio.


mercoledì 9 gennaio 2019 - 13:30 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cultura & Spettacolo


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese