sabato 23 marzo 2019 - Aggiornato alle 09:35
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Torre Annunziata - Scritte pro Gionta cancellate dall'assessore Ammendola: «Non c'era tempo da perdere»


L'esponente politico ha agito in prima persona per ripulire il monumeto dei Caduti: «Con l'affidamento ci sarebbe voluta una settimana, è una battaglia culturale per rieducare i giovani».

pavidas

La parte malsana di Torre Annunziata provoca inneggiando ai Gionta, quella sana la zittisce. E' quanto successo nella città oplontina negli ultimi giorni, con l'assessore ai Lavori pubblici Luigi Ammendola che, armato di olio di gomito e buona volontà ha provveduto con spugne e detergenti a cancellare le scritte in favore dei Valentini e contro le forze dell'ordine apparse martedì mattina sul monumento dei Caduti di piazza Ernesto Cesaro.

Un gesto nobile, una vera e propria rivincita per i cittadini perbene. «E' la terza volta che ripulisco il monumento - spiega a Stabia Channel l'esponente politico -, mai per scritte di questo tipo. Peccato non aver potuto agire prima per impegni personali, con un affidamento diretto ci sarebbe stato da attendere anche 5 o 6 giorni, non c'era tempo da perdere. L'unico rammarico è che nessuno, vedendomi pulire, abbia colto l'importanza del gesto e sia venuto ad aiutarmi».

Ammendola, ovviamente, ha una propria idea di come si possa essere arrivati ad osannare modelli criminali: «Non credo si tratti di affiliati al clan, sono ragazzini che inneggiano a questi stili di vita perché si trovano in realtà particolari, crescono magari con i genitori in carcere e il mito di Gomorra.


 I responsabili, probabilmente, non sanno nemmeno cosa sono andati ad imbrattare - incalza l'assessore -. Probabilmente i loro avi hanno combattuto guerre per dare loro oggi la libertà di poter andare in giro la sera, se lo sapessero impiegherebbero meglio il loro tempo».

La visione del futuro del delegato della giunta Ascione è tuttavia improntata all'ottimismo. «Alla fine lo Stato vince sempre - conclude Ammendola -, ci troviamo in una fase storica dove le organizzazioni criminali sono in difficoltà, tocca a noi il compito di evitare che i giovani prendano come esempio un genere di vita sbagliato». L'esempio, quello concreto, parte anche da gesti come quello compiuto da un 'semplice' cittadino, tra la colpevole indifferenza di altri.


sabato 16 marzo 2019 - 13:48 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese