giovedì 17 agosto 2017 - Aggiornato alle 11:30
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Cronaca

Sorrento - Ecco il nuovo volto di piazza Veniero

Ieri l'inaugurazione: lavori costati un milione e 100mila euro.

pavidas

Tutto pronto per l’inaugurazione della nuova piazza Andrea Veniero, cronologicamente la penultima opera pubblica ultimata dall’amministrazione uscente e che dovrebbe precedere di una decina di giorni la successiva chiusura dei lavori del mega-parcheggio Correale, a sua volta l’opera pubblica più imponente della città di Sorrento. La nuova piazza Andrea Veniero sarà consegnata alle 12 di oggi con una manifestazione sobria e senza clamori per un’opera iniziata nel febbraio 2008 e costata circa 1 milione e 100mila euro contratti con un doppio mutuo con la cassa depositi e prestiti nella quale l’edificio centrale dovrebbe essere destinato ad ospitare una libreria. Nonostante siano già giunte proposte da parte degli albergatori per farne invece un punto di informazione e dall’associazione artigiani per allocarvi viceversa una attività espositiva e commerciale. La piazza, progettata dall’architetto Rossano Astarita sotto la responsabilità procedurale dell’ingegnere Guido Imperato, occuperà una superficie di 2800 metri quadrati e fungerà da base per un prossimo futuro per la disposizione di fiere cittadine e l’istituzione di mercatini artigianali, per cose antiche e per prodotti a marchio.


“La nuova piazza servirà indubbiamente a migliorare l’immagine e la vivibilità della nostra città, spiega il sindaco di Sorrento, Marco Fiorentino, soprattutto con la prossima inaugurazione del parcheggio Correale servirà da potenziamento per le risorse cittadine rivolte alla ricerca di nuove realtà turistiche”. Non da trascurare la rilevanza archeologica del sottosuolo sul quale è sorta la nuova piazza Andrea Veniero, oggetto nell’ultimo biennio di visite e ricerche da parte della sovrintendenza ai beni archeologici. Nel contesto dei lavori per la riqualificazione del suolo originale si era anche configurata una petizione popolare inoltrata ai presidenti di Camera e Senato, al sindaco di Sorrento, Regione Campania, Provincia di Napoli, ministro per i Beni Culturali, soprintendenza per i beni architettonici ed archeologici della Provincia di Napoli per tutelare un’area archeologica venuta allo scoperto in maniera casuale. Non insensibile il Comune di Sorrento ha comunque finanziato con l’esborso di 43mila euro i lavori per l’assistenza archeologica pagando in proprio la ditta che si è dedicata alla fase degli scavi sotto la supervisione della sovrintendenza ai beni archeologici.


domenica 14 febbraio 2010 - 10.17 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO