martedì 18 dicembre 2018 - Aggiornato alle 19:44
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Cronaca

Pompei - Vigili 'in fitto', nuova rottura con l'amministrazione: «Dal sindaco nessuna promessa mantenuta»


Alle 10 i dipendenti di palazzo De Fusco si ritroveranno in municipio per discutere del da farsi.

pavidas
   Il comando dei vigili di Pompei

Dopo il vertice in Prefettura il caso dei vigili pareva essere scemato, con il sindaco di Pompei Pietro Amitrano che si era impegnato a ricostituire il fondo per le indennità e migliorare il sistema di turnazione in 10 giorni. Ma, dopo le celebrazioni per la Supplica di domenica scorsa tenutasi regolarmente, nulla di tutto questo è stato fatto, e anzi, il primo cittadino ha deciso a sorpresa di ricorrere ad una bizzarra legge - la 96 del 2017 - che permetterà all'Ente di 'fittare' il corpo di polizia locale con un tariffario fisso (da 17,91 euro per unità per i feriali fino ai 35,76 euro nei giorni festivi) per i prossimi mesi. A questo punto la tensione è salita nuovamente a mille fra i caschi bianchi.

"Lunedì ci siamo incontrati con i vertici dirigenziali dell'amministrazione - spiega a StabiaChannel.it il sindacalista Cgil Rsu Gianfranco Piccirillo -, ma Amitrano si è presentato con un pugno di mosche in mano. L'Ente si rifiuta di designare un consulente esterno che possa trovare il modo di ricostruire il fondo per i nostri stipendi, e per giunta continua ad affidarsi agli stessi tecnici che hanno creato il problema. Speravamo in un piccolo sforzo iniziale - incalza l'agente -, anche da 100 o 200mila euro rispetto ai 600mila che ci spetterebbero, ma ad oggi la cifra è zero".




Momenti di nervosismo all'inizio dell'incontro, quando il segretario generale del Comune ha fatto notare ai rappresentanti sindacali come il riconoscimento delle indennità di luglio fosse "già troppo". A quel punto il rappresentante della Uil Mario Russo ha abbandonato il tavolo, seguito a ruota dalla Cgil. Una rottura netta, sancita in appena pochi minuti, tanto è bastato ai sindacati per indire una nuova assemblea per questa mattina.

Alle 10 i dipendenti di palazzo De Fusco si ritroveranno in municipio per discutere del da farsi. Non è escluso che possa essere indetta una giornata di sciopero per tutti i lavoratori pubblici. "Amitrano ci ha tenuto buoni per la supplica, facendo promesse che forse sapeva di non poter mantenere - afferma Piccirillo -, il suo è un atteggiamento inaccettabile, prenderemo provvedimenti fin da subito". Attorno a mezzogiorno i rappresentanti di categoria terranno una confezione stampa per comunicare il da farsi. Lo strappo, ora più che mai, è totale.


giovedì 11 ottobre 2018 - 08:45 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese