lunedì 22 aprile 2019 - Aggiornato alle 08:19
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Cronaca

Pompei - Materiale hot in rete dopo la separazione con l'ex, alla sbarra un 55enne


Un modo piuttosto vile di sfogare la propria frustrazione amorosa.

pavidas
   Immagine dal web non collegata alla notizia

La separazione, con tanto di pubblicazione web di scatti osé della propria ex, potrebbe costare molto caro ad un 55enne di Pompei, finito a processo per diffusione di immagini pornografiche. Un modo piuttosto vile di sfogare la propria frustrazione amorosa che avrebbe potuto avere gravi conseguenze sullo stato psicofisico della vittima, una donna residente in provincia di Lecce, la quale ha deciso di affidare il caso ai suoi legali. La vicenda, inevitabilmente, riporta alla memoria il caso di Tiziana Cantone, la giovane napoletana suicidatasi anni fa a seguito di alcuni video hard che avevano fatto il giro della rete.

Nel caso in questione, l'incubo è iniziato nell'ottobre del 2014, e cioè a quando la donna salentina - fino a quel momento non iscritta a Facebook - venne informata da alcuni amici di un falso profilo aperto a suo nome su cui erano state caricate diverse immagini intime, che la ritraevano chiaramente in volto, durante rapporti sessuali avuti con il 55enne.


Il materiale risultava di dominio pubblico, quindi visibile a tutti gli utenti che avessero digitato il nome della malcapitata. Immediata la denuncia presso la Procura di Lecce, con richiesta di sequestro dei dispositivi elettronici. Nel frattempo il profilo venne ovviamente oscurato grazie all'intervento della polizia postale.

La perquisizione effettuata a Pompei a casa dell'uomo, in collaborazione tra le autorità pugliesi e campane, portarono a galla nuovi elementi utili all'inchiesta. Nel novembre del 2016 il 55enne fu quindi rinviato a giudizio con l'accusa di sostituzione di persona, diffusione di immagini pornografiche e diffamazione aggravata. Inizialmente il processo avrebbe dovuto tenersi presso il Tribunale di Lecce, ma alcuni capi d'imputazione hanno comportato il trasferimento per competenza territoriale presso il Tribunale di Torre Annunziata, dove nei prossimi mesi l'imputato è atteso alla sbarra.


venerdì 22 marzo 2019 - 11:50 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese