sabato 15 giugno 2019 - Aggiornato alle 19:17
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Pimonte - Strada trasformata in discarica, animali morti chiuse in buste. Video shock sui social


Il tutto è stato segnalato alle autorità competenti.

pavidas

Una maxi – discarica di rifiuti nei pressi dell’acquedotto borbonico. E’ la stradina di campagna che collega la zona di Tralia a Pimonte, con Monte Coppola e Quisisana, nella città di Castellammare. Nei giorni scorsi alcuni residenti hanno ritrovato decine di sacchetti di rifiuti di vario tipo. Addirittura, all’interno di una busta nera, c’erano anche delle galline morte. Le carcasse degli animali sono state abbandonate tra i sentieri del viottolo, utilizzato soprattutto da contadini e da chi fa jogging ogni mattina. Il video dei rifiuti è diventato subito virale sui social, il tutto è stato segnalato alle autorità competenti.

“Ormai la gente non si limita più a lanciare in strada rifiuti solidi – affermano gli autori del video – quello che è stato ritrovato davanti all’acquedotto borbonico è disgustoso e, allo stesso tempo, pericoloso per la salute della gente. Oltre alle tante buste gialle con il marchio del Comune di Pimonte – continuano – è stata trovata una busta con alcuni animali morti, nel video si nota un gallo. Il resto fa troppo schifo per essere mostrato”.




La segnalazione è giunta alle forze dell’ordine, chiamate adesso a indagare per risalire eventualmente ai responsabili di questo sversamento. La zona è quella dell’acquedotto borbonico. I tecnici dell’epoca, infatti, progettarono allora l’acquedotto che portava l’acqua dalla sorgente di Agerola (posta a 1000 metri sul livello del mare) fino a Castellammare, passando per il palazzo reale di Quisisana. Migliaia di metri di canaletti impermeabilizzati, con pozzi di ispezione, sfiati ed altre opere idrauliche, furono costruiti da Agerola, passando per le zone delle Franche di Pimonte, per arrivare a Monte Coppola e ai boschi di Quisisana. Ma l’allarme sversamenti interessa anche altre ricchezze naturalistiche di Gragnano e Pimonte. Sempre in settimana, infatti, nella zona di Valle Lavatoio alle Franche, location del presepe vivente, sono stati ritrovati decine di conigli morti. Stesso discorso per la valle dei mulini a Gragnano. “Vogliamo dei controlli accurati da parte delle forze dell’ordine – affermano i residenti – per risalire ai colpevoli che non possono restare impuniti”.


news IL VIDEO

lunedì 15 aprile 2019 - 15:58 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese