Cronaca
shareCONDIVIDI

Pimonte - Partita di calcetto finisce in rissa, 35enne in ospedale

Le condanne della Chiesa e del sindaco.

tempo di lettura: 2 min
18/11/2021 12:37:41

Immagine dal web non collegata alla notizia

Un torneo organizzato a scopo di beneficenza, nell’oratorio parrocchiale, si è chiuso nel peggiore dei mondi. Un gruppo di giovani ha aggredito e mandato in ospedale un giocatore della squadra avversaria. L’uomo, un operaio di 35 anni, ha riscontrato un trauma cranico, per lui è prevista una prognosi di 15 giorni. Una comunità ancora una volta lasciata senza parole, per un gesto che non trova giustificazioni

“Continuo a credere che educare i ragazzi, attraverso lo sport, sia una buona azione. Quando dopo le tante fatiche però, per l’ennesimo episodio di violenza, tutto crolla, mi sento enormemente dispiaciuto. La mia comunità merita molto di più, mi sento spesso in una trincea in cui non si finisce mai di combattere, ma non posso fare a meno di continuare ad avere fiducia” – le parole di Don Roberto Buonomo, parroco della parrocchia di Pimonte Beata Maria Vergine Immacolata. “Non è questo quello che desidero per i ragazzi. È difficile avere un controllo totale sul territorio. Come parrocchia tentiamo di fare un buon lavoro per tenere tutti loro lontano dalla strada, eppure sbuca fuori sempre una mela marci. Pimonte non ha altra distrazione che questo, il campetto del nostro oratorio. In accordo anche con le autorità, il sindaco i vigili urbani abbiamo naturalmente sospeso il torneo” – continua Don Roberto. “Spesso si parla del post pandemia, di quello che la crisi pandemica ci ha lasciato. Io lo avverto quel peso, lo vedo palesarsi quotidianamente tra i ragazzi. Non ero presente durante l’accaduto, ma sta subentrando nei giovani questa smania di voler vincere, questo agonismo acceso e senza controllo, dentro e fuori da un campi di calcio. e fuori controllo. Siamo diventati più aggressivi senza accorgercene” – conclude.

“La Comunità di Pimonte condanna la violenza in qualunque sua forma. Voglio esprimere massima solidarietà e vicinanza alla famiglia dell’uomo che ieri è stato vittima di un attacco squadrista, in quanto brutalmente picchiato da sei persone durante una partita di calcetto. Poteva concludersi molto peggio. Affidiamo alle forze dell’ordine il compito di fare piena luce su questa raccapricciante vicenda per inchiodare i responsabili alle loro responsabilità. Nessuna attenuante per i partecipanti alla vile aggressione, solo il fermo convincimento che Pimonte non non è terra di picchiatori e violenti, è bensì una comunità di pace che guarda ai valor della solidarietà”, queste le parole di Michele Palummo, sindaco di Pimonte.

Video
play button

Castellammare - I Falò dell'Immacolata sull'arenile

L'accensione dei 3 falò sull'arenile stabiese.

3 ore fa
share
play button

Castellammare - L'accensione dell'albero in villa comunale

3 ore fa
share
play button

Passione Gialloblù, special guest il centrocampista della Juve Stabia Guido Davì

7 ore fa
share
play button

Sospensione dal servizio per violazione obbligo vaccinale, iniziative che si possono intraprendere

05/12/2021
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici