lunedì 19 novembre 2018 - Aggiornato alle 08:30
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Gragnano - Patto tra camorra e 'ndrangheta, ridotta la pena alla moglie di Di Martino

Secondo i pm calabresi dal 2008 al 2012 il cartello che gestisce il business della droga tra Gragnano e i Lattari avrebbe importato ingenti carichi di cocaina e marijuana per invadere le piazze di spaccio del vesuviano.

pavidas
   Immagine di repertorio non collegata alla notizia

Sei anni di carcere per Annamaria Molinari e altri sei per il fratello Mario. Si tratta rispettivamente della moglie e del cognato di Leonardo Di Martino, ras gragnanese tuttora in carcere. La sentenza è stata emessa dai giudici della corte d’Appello di Reggio Calabria e riguarda un giro di droga sull’asse Gragnano – Calabria – Turchia. Per i due è arrivato anche un piccolo sconto di pena rispetto alla sentenza di primo grado che, invece, aveva previsto una detenzione di 7 anni e 6 mesi per entrambi.

Secondo i magistrati dell’Antimafia di Reggio Calabria, Annamaria Molinari e il fratello Mario avrebbero in passato instaurato dei contatti con le ‘ndrine calabresi e, in particolare, con la cosca Pelle – Vottari del reggino. L’obiettivo? Trasferire la droga dalla Turchia in Italia, grazie anche alla collaborazione di una delle ‘ndrine più pericolose della Locride. Gli avvocati di Molinari intanto hanno già preannunciato il ricordo in Cassazione, dichiarandosi non soddisfatti della sentenza e puntando su alcuni cavilli procedurali che, è il loro auspicio, potrebbero rimodulare la condanna.




Secondo i pm calabresi dal 2008 al 2012 il cartello che gestisce il business della droga tra Gragnano e i Lattari avrebbe importato ingenti carichi di cocaina e marijuana per invadere le piazze di spaccio del vesuviano. Decine di viaggi in macchina per spostare chili e chili di stupefacenti acquistati dalle mani dei membri della 'ndrangheta. Un patto commerciale tra clan di camorra e 'ndrangheta così è stato definito dall'antimafia calabrese che per l'inchiesta "Cosmos" si è avvalsa anche delle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia. Va comunque evidenziato che Annamaria e Mario Molinari sono stati condannati soltanto con l’accusa di spaccio e non, dunque, per essere trafficanti di stupefacenti a capo di un’organizzazione criminale. Ed è anche su questo elemento che faranno leva i legali della moglie di Di Martino in vista del processo di Cassazione.



venerdì 14 settembre 2018 - 15:02 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese